L’Ape musicale  

rivista di musica, arti, cultura

 

   

Indice articoli

GLOCAL PIANO PROJECT: ECCO I 33 FINALISTI DEL CONCORSO PIANISTICO INTERNAZIONALE FERRUCCIO BUSONI

Un format sostenibile e innovativo che ha permesso di proseguire il percorso di selezione in vista della finale del prossimo anno. Una presa di posizione forte, su scala internazionale, per contrastare la contrazione della vita musicale in un tempo così difficile ed eccezionale. Il Glocal Piano Project è la nuova, grande scommessa del Concorso Pianistico Ferruccio Busoni.

Le reti globali sono diventate di importanza strategica per ogni istituzione di respiro internazionale. Quest’anno il Concorso Pianistico Internazionale F. Busoni ha fatto un ulteriore passo avanti, acquisendo ancora più rilevanza grazie all’innovativo utilizzo delle tecnologie digitali. In un momento in cui la pandemia ha costretto i concorsi musicali a una battuta d’arresto, la celebre competizione bolzanina ha accolto invece la sfida e si è reinventata, conquistando l’attenzione internazionale per sé e per i suoi pianisti.

In tempi di pandemia il Concorso ha consentito ai suoi candidati di esibirsi nei propri paesi di residenza grazie alla collaborazione della Steinway & Sons che ha messo a disposizione la rete dei suoi negozi, realizzando 23 hotspot distribuiti in 19 paesi.

In questi “punti sonori” i giovani talenti si sono esibiti in totale sicurezza. Grazie alle troupe di ripresa e all’utilizzo delle piattaforme digitali il pubblico e la giuria hanno potuto ascoltarne e valutarne le performance per giungere infine al proprio verdetto.

Le cifre parlano in modo inequivocabile: 506 candidati iscritti di cui 93 scelti per le preselezioni, 23 troupe per le riprese23 showroom Steinway & Sons in 19 Stati e 4 continenti33 i giovani talenti che voleranno a Bolzano nel 2021, 8 gli italiani.

Anche i dati delle visualizzazioni online sono significativi: 418.000 ai primi di dicembre le visite al sito del Concorso Busoni, circa 4.500 sul sito Steinway & Sons, e 60.000 accessi per quanto riguarda la piattaforma cinese www.amadeus.tv.

Sono invece 19.663 i voti espressi dal pubblico che ha avuto la possibilità di contribuire alla selezione dei giovani che si contenderanno il Premio Busoni nell’estate del 2021.

I video saranno visibili sul sito della Fondazioni Busoni-Mahler fino a settembre 2021, così come al sito eu.steinway.com, e per il pubblico cinese su www.amadeus.tv.

La scelta di non svolgere la fase di preselezione a Bolzano, ma in tutto il mondo, si è dimostrata quindi vincente, aprendo a nuove future forme di sperimentazione.

La giuria costituita da Elmar Weingarten (presidente, Germania), Saleem Ashkar (Israele), Davide Cabassi (Italia), Milana Chernyavska (Ucraina), Michail Lifits (Germania), Staffan Scheja (Svezia) und Minsoo Sohn (Corea del Sud), ha scelto sulla base delle esibizioni la rosa dei candidati che il prossimo anno parteciperanno alle fasi finali a cui si aggiungono i 6 candidati scelti dalla giuria popolare che ha potuto esprimere le sue preferenze in questi giorni e 2 candidati selezionati tra i vincitori di altri concorsi internazionali.

I 25 candidati scelti dalla giuria sono:

Bertolazzi Giovanni - Italia
Cecino Elia - Italia
Dallagnese Eleonora - Italia
Granata Francesco - Italia
Ranaldi Davide - Italia
Valluzzi Serena - Italia
Kim Do-Hyun Corea del Sud
Choi Isak -Corea del Sud
Kim Kang Tae - Corea del Sud
Oh Yeontaek - Corea del Sud
Park Jae Hong - Corea del Sud
Park Jieun - Corea del Sud
Youn Jihyung - Corea del Sud
Kang Hyelee - Corea del Sud

Kim Junhyung - Corea del Sud

Yao Jialin - Cina

Liu Ziyu - Cina
Zang Xiaolu - Cina

Han Wenfang - Cina

Sargsyan Zhora - Armenia
Kinasov Maxim - Russia
Ivanova Dina - Russia
Kotte Mitra - Austria
Sternath Lukas - Austria

Sasko Polina - Ucraina

I 6 candidati scelti dal voto popolare sono:

Ayadi Nour - Marocco
Battiloro Raffaele - Italia
Lee Chang Gyu - Corea del Sud
Marusic Lovre - Croazia
Navarro José - Bolivia
Petrov Vladimir - Messico/Russia

I candidati ammessi in quanto vincitori di altri concorsi della World Federation of International Music Competitions sono:

Danilo Mascetti - Italia (2. Premio UNISA 2020)
Illia Ovcharenko - Ucraina (1. Premio Horowitz Competition)


 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.