L’Ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

Ritorna il Concorso Renata Tebaldi

Emanato il Bando del Concorso Internazionale di Canto Renata Tebaldi, organizzato dalla Fondazione Renata Tebaldi e dedicato a giovani candidati di tutto il mondo. Evento di rilievo per il belcanto e la cultura musicale quest’anno aumenta la propria valenza essendo l’edizione del Centenario della nascita della “Voce d’Angelo”. L’indimenticato soprano nacque un secolo fa ed il mondo celebra la ricorrenza.

Il Bando di concorso

San Marino, novità per il Concorso Internazionale di Canto Renata Tebaldi 2022

Annunciata la pubblicazione online del bando della ottava edizione del Concorso Internazionale di Canto Renata Tebaldi in programma dal 13 al 17 settembre nella Repubblica di San Marino.

Il concorso nasce dalla volontà di sostegno concreto ai giovani cantanti che è la mission della Fondazione Renata Tebaldi, realtà unica ad aver ricevuto dalla stessa artista in vita l’autorizzazione ad operare per “ricordarla come donna e come artista”, come disse all’atto della costituzione la stessa Tebaldi.

Il soprano si spense a San Marino nel dicembre del 2004 e non vide la prima edizione del suo International voice competition, l evento che dal 2005 è il più importante del calendario della Fondazione, appuntamento che ha ottenuto nelle precedenti edizioni plauso a livello internazionale coinvolgendo le maggiori istituzioni culturali del settore, vantando la partecipazione di nomi importanti del mondo della lirica, della critica, dei Teatri, l’accreditamento della più importante stampa di settore e, aspetto importantissimo che determina la qualità e la vita del concorso, la partecipazione di giovani cantanti di talento da tutto il mondo, oltre alla composizione di una Giuria Internazionale di assoluto prestigio.

La formula del concorso prevede, anche per l’edizione 2022, due sezioni: la prima sarà dedicata al repertorio Antico e Barocco; la seconda verterà sul repertorio d’Opera da Mozart a tutto il Novecento.

Novità assoluta, introdotta per la prima volta in questa ottava edizione, le pre-selezioni live: due giornate di audizioni dal vivo che permetteranno ai giovani candidati di guadagnarsi il posto in semifinale. Per la sezione dedicata alla musica antica la data è quella del 7 Maggio allo Château de Versailles mentre per la sezione opera l’appuntamento è a Milano al Teatro alla Scala il 5 maggio.

I candidati potranno scegliere fra l’esibizione dal vivo e quella che si affida solo alle registrazioni video prendendo visione del bando pubblicato online sul sito della Fondazione Renata Tebaldi (www.fondazionerenatatebaldi.org) e iscriversi entro il 30 giugno.

Le domande di partecipazione, corredate dall’invio del cv e di due registrazione audiovideo, saranno selezionate da una commissione presieduta dal direttore artistico del concorso Angelo Nicastro.

Le due sedi delle preselezioni live anticipano anche i due designati Presidenti delle due Giurie internazionali, una per ciascun ambito musicale di riferimento. Presidente della Giuria sezione Antico e Barocco sarà Laurent Brunner Direttore dello “Château de Versailles Spectacles. Presidente della Giuria sezione Opera sarà invece Dominique Meyer, sovraintendente del Teatro alla Scala.

Entrambi i Presidenti di Giuria, rappresentanti delle massime istituzioni di due illustri capitali della musica europea, offriranno una scrittura al Vincitore del Primo Premio della sezione da loro presieduta, rilanciando il ruolo che il Concorso di San Marino intende sempre più rivestire quale scopritore di giovani talenti e promotore delle loro carriere, a maggior ragione dopo anni di forzata assenza dai teatri e dagli spettacoli dal vivo.

Trampolino di lancio per giovani cantanti si riconferma quindi il Concorso Tebaldi, fucina di talenti che, come ama ripetere il Presidente della Fondazione Renata Tebaldi, il dottor Niksa Simetovic, divengono anche portavoce della Repubblica di San Marino nel mondo.

In questo 2022 il Renata Tebaldi International Voice Competition assume poi una connotazione particolare, essendo l’anno in cui ricorre il centenario della nascita dell’artista.

Molti i patrocini autorevoli all’iniziativa, numerose infatti le realtà internazionali che hanno voluto celebrare con la Fondazione Tebaldi questa ricorrenza e che verranno svelatile nelle prossime settimane grazie al lavoro incessante del team organizzativo coordinato da Barbara Andreini, responsabile fra l’altro del coordinamento artistico.

Un evento internazionale che dopo lo stop imposto dalla pandemia riporta finalmente l’attenzione sul teatro e sugli eventi culturali, sul Belcanto e sui giovani cantanti: under 32 come il regolamento impone, di ogni nazionalità e provenienza, desiderosi di raggiungere la Repubblica di San Marino per le fasi finali ed emozionati per le nuove opportunità offerte dalle preselezioni live.

Presidenti di Giuria: conosciamoli meglio

Laurent Brunner

14 luglio 1965 Thionville (Francia)

Nato in Lorena, Laurent Brunner è cresciuto a Verdun. Sceglie Strasburgo per studiarvi storia e storia dell’arte ed è proprio qui che scopre la musica antica e l’opera. Nel 1990, per i mille anni della Cattedrale, allestisce a Verdun un festival il cui successo gli permette di trasformare il festival in stagione già dal 1991. Addetto culturale dell'Ambasciata di Francia in Germania, con sede a Berlino, nel mese di settembre del 2007 viene nominato nuovo Presidente del Castello di Versailles e si ritrova alla direzione della filiale privata “Château de Versailles Spectacles” che, sotto la sua direzione, ha fortemente ampliato la propria programmazione, includendo la lirica e la musica barocca ed oggi è una società con un bilancio annuale di circa 15 milioni di euro e non riceve alcuna sovvenzione pubblica.

Dominique Meyer

8 agosto 1955 Thann, Francia

Dominique Meyer dal 2020 è Sovrintendente e Direttore artistico del Teatro alla Scala di Milano. In precedenza era stato nominato Direttore del Vienna State Opera nel 2007 ed ha iniziato il suo mandato a settembre 2010.

Originario della regione francese dell’Alsazia, Meyer ha lavorato per l’Ufficio del Ministro Francese della Cultura e della Comunicazione e per quello del Primo Ministro Francese per diversi anni. Tra i numerosi incarichi ricoperti, spicca quello di direttore generale dell’Opéra de Paris (Palais Garnier e l’Opéra Bastille, inaugurato di recente), del Lausanne Opera e del Théâtre des Champs-Elysées a Parigi.


Registrati e ricevi gli aggiornamenti

 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.