L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

 

 

 

 

la bohème a Firenze

Passione Puccini: Maria Mudryak è Mimì

Il Maggio Musicale Fiorentino  continua  il  ciclo “Passione Puccini” con il secondo titolo in cartellone: La bohème. L’opera, una delle più amate e popolari in assoluto,  va in scena con un nuovissimo allestimento tutto firmato dal Maggio, dal 14 fino al 30 settembre, per cinque rappresentazioni.

Continua la “maratona” pucciniana programmata dal Maggio per la riapertura di settembre: il secondo titolo in cartellone è l’amata e popolarissima La bohème che va in scena dal 12 settembre alle 20 per un totale di cinque rappresentazioni. L’allestimento è tutto nuovo con le scene firmate da Tiziano Santi, i costumi di Angela Giulia Toso e la regia di Bruno Ravella.  La direzione d’orchestra è affidata a Francesco Ivan Ciampa.

Un cast  giovane e di alto livello capitanato nei ruoli principali da Maria Mudryak  - applauditissima come Violetta ne La traviata estiva del Maggio a Palazzo Pitti  - nel ruolo di Mimì e Matteo Lippi anche lui già ascoltato in La traviata al Maggio come Alfredo e adesso nel ruolo di Rodolfo, personaggio che ha già sostenuto con molto successo in Italia e all’estero. Poi con loro Benjamin Cho, Marcello,  formatosi all’Accademia del Maggio e Angela Nisi che aveva interpretato Kristina nell'opera Le braci di Marco Tutino, che è Musetta. Francesco Ivan Ciampa sul podio è stato già apprezzato a Firenze come direttore alternandosi sul podio  - sempre di Bohème, ma nell’allestimento firmato da Lorenzo Mariani e coprodotto col Comunale di Bologna  - con Daniel Oren nel 2016. Bruno Ravella benché conosciuto dal nostro pubblico per aver recentemente ripreso il lavoro di David McVicar per il Faust di Gounod nel gennaio 2017, è al suo debutto italiano come regista.  Tiziano Santi, firma l’impianto scenico anche per questo secondo titolo pucciniano, dopo la Butterfly ancora in cartellone fino al 21 settembre e prima di Tosca sempre disegnata da lui che è prevista dal prossimo 22 settembre.

«Una vita gaia e terribile»: è quella dei bohémien. In una Parigi fredda e invernale quattro giovani artisti tirano a campare con pochi soldi, cercando di sbarcare il lunario e godendo con allegria e incoscienza di sprazzi di vita al Caffe Momus. L'intreccio tra due storie d'amore, quelle di Marcello con Musetta e Rodolfo con Mimi è l'occasione per mostrare anche il lato oscuro dell'amore: i litigi tra innamorati e le gelosie reciproche che svaniscono quando qualcosa di più grande si palesa, la morte di Mimì, consumata dalla tisi.

G. Puccini

La bohème

quattro quadri di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa da Scènes de la vie de bohème di Henry Murger

Personaggi e interpreti

Mimì Maria Mudryak

Rodolfo Matteo Lippi

Marcello Benjamin Cho

Musetta Angela Nisi

Schaunard Andrea Vincenzo Bonsignore

Colline Goran Jurić

Benoît William Hernandez

Parpignol Carlo Messeri

Alcindoro Alessandro Calamai

Sergente dei doganieri Vito Luciano Roberti

Un doganiere Nicolò Ayroldi

Venditore ambulante Leonardo Sgroi

Direttore Francesco Ivan Ciampa - Regia Bruno Ravella – Scene Tiziano Santi - Assistente alla regia João Carvalho Aboim  - Costumi Angela Giulia Toso – Luci D. M. Wood

Maestro del Coro Lorenzo Fratini

Orchestra e Coro e Coro di voci bianche del Maggio Musicale Fiorentino.

Figuranti speciali: Laura Bandelloni, Elena Barsotti, Francesca Cellini, Gaia Mazzeranghi, Roberto Andrioli, Paolo Arcangeli, Cristiano Colangelo, Giacomo Dominici, Simone Faloppa, Alessio Nieddu, Pierangelo Preziosa

Repliche Sabato 16 settembre, ore 20 - Sabato 23 settembre, ore 20 - Mercoledì 27 settembre, ore 20 - Sabato 30 settembre, ore 15:30

PREZZI

Platea I  80 € - Platea II   60 € - Platea III  50 € - Platea IV 40 € - Palchi       30 € - Galleria   20 €  - Visibilità limitata            10€