L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

Da Monteverdi a Rossini

 

L’ORFEOUN NUOVO ALLESTIMENTO PER LA MERAVIGLIA DEL TEATRO MUSICALE BAROCCO. DIRIGE ANTONIO FLORIO, REGIA DI ALESSIO PIZZECH

Dal 13 al 21 marzo è in scena al Teatro Regio L’ORFEO di Claudio Monteverdi, nuovo titolo del “Progetto Opera Barocca”. Antonio Florio, oggi considerato uno degli interpreti di riferimento del repertorio barocco a livello internazionale, sale sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio, affrontando la ricca partitura del compositore italiano, considerata l’origine di tutto il teatro lirico e rappresentata per la prima volta nel 1607. Il nuovo allestimento porta la firma del regista Alessio Pizzech, tra le principali figure emergenti nella regia d’opera. Oltre all’Orchestra e Coro del Regio ci saranno i musicisti della Cappella Neapolitana, per la realizzazione del basso continuo, e il gruppo di fiati La Pifarescha. Sul palcoscenico, un cast di solisti di chiara fama internazionale, riconosciuti esperti nel campo dell’opera barocca: Roberta Invernizzi (La Musica e Proserpina), Mauro Borgioni (Orfeo), Francesca Boncompagni (Euridice), Monica Bacelli (La Messaggera e La Speranza). Completano il cast Luigi De Donato (Caronte), Luca Tittoto (Plutone), Fernando Guimarães (Apollo e Primo pastore), Leslie Visco (La Ninfa), Joshua Sanders (Eco e Secondo spirito), Luca Cervoni (Primo spirito e Secondo pastore), Marta Fumagalli (Terzo pastore) e, in alternanza, Davide Motta Fré e Enrico Bava (Quarto pastore e Terzo spirito). Le scene sono firmate da Davide Amadei, i costumi da Carla Ricotti, la coreografia da Isa Traversi e luci sono di Andrea Anfossi. Il Coro del Regio è istruito da Andrea Secchi. La produzione de L’Orfeo è realizzata con il sostegno di Italgas.

La recita inaugurale di giovedì 15 febbraio ore 20 sarà trasmessa in diretta da Rai Radio3 ed Euroradio. L’opera sarà presentata al pubblico mercoledì 7 marzo ore 17.30 al Piccolo Regio, con una conferenza dal titolo: L’Orfeo. Da mito a favola in musica, a cura di Alessandro Mormile (ingresso libero).

2018 ANNO ROSSINIANOQUATTRO ALLESTIMENTI DE “IL BARBIERE DI SIVIGLIA” NEL 150° DI GIOACHINO ROSSINI

L’Anno Rossiniano celebra nel 2018 i 150 anni dalla morte del grande compositore pesarese Gioachino Rossini (1792-1868). Il Teatro Regio partecipa all’omaggio mettendo in scena ben quattro allestimenti della sua opera più famosa.

Per la Stagione d’Opera, dal 16 al 25 marzo va in scena IL BARBIERE DI SIVIGLIA diretta da Alessandro De Marchi, nel fortunato allestimento con la regia di Vittorio Borrelli, le scene di Claudia Boasso, i costumi di Luisa Spinatelli e le luci di Andrea Anfossi. Uno spettacolo che valorizza il capolavoro dell’opera buffa, con la sua eleganza melodica, l’elettrizzante vitalità ritmica e la geniale strumentazione. L’opera, che ancora oggi, a più di 200 anni dalla Prima, continua a divertire il pubblico di ogni età, annovera le presenze sul palco di Francesco Marsiglia (Almaviva), Simone Del Savio (Bartolo), Marina De Liso (Rosina), Davide Luciano (Figaro) e Carlo Lepore (Basilio),artisti dalla spiccata vis comica e grandi esperti del repertorio rossiniano. Completano il cast Marta Calcaterra, Franco Rizzo, Riccardo Mattiotto e Gianluigi Pizzetti. Orchestra e Coro del Teatro Regio, maestro del coro Andrea Secchi. Anche questa produzione è realizzata grazie al sostegno di Italgas. Le quattro recite hanno fatto da tempo registrare il tutto esaurito.

Il barbiere di Sivigliaverrà presentato al pubblico mercoledì 14 marzo ore 17.30al Piccolo Regio, in una conferenza a cura di Saverio Lamacchia dal titolo
Il conte d’Almaviva, o sia Il marchese del Grillo. L’ingresso è libero.

Sabato 10 marzo alle ore 16 e alle 17.30, per il cartellone di “Al Regio in famiglia”, la compagnia In-cantabimbi propone IL MIO PRIMO BARBIERE, concerto-laboratorio per bambini da 0 a 3 anni e i loro genitori. Nel Foyer del Toro, Chiara Albanese, Chiara Musso e Vittoria Novarino, accompagnate al pianoforteda Anna Barbero, dialogano con i baby spettatori sullemusiche liberamente ispirate a temi musicali di Rossini, dal Barbiere di Siviglia ovviamente, ma non solo. Anche per questa iniziativa i posti di ingresso sono esauriti.

Ancora per “Al Regio in famiglia” sabato 24 marzo alle ore 16 al Teatro Regio: TUTTI DAL BARBIERE!. Il barbiere di Siviglia raccontato ai ragazzi, opera pocket con testi e adattamento dal melodramma rossiniano a cura di Vittorio Sabadin, indirizzato a bambini e ragazzi dagli 8 ai 16 anni. L’Orchestra del Teatro Regio è diretta da Giulio Laguzzi, la regia “a due” è di Vittorio Borrelli e Anna Maria Bruzzese. Interpreti: Enrico Iviglia (Almaviva), Aurora Faggioli (Rosina), Enrico Marrucci (Figaro), David Cervera (Basilio), Maria Sole Mainini (Berta) e Gianluigi Pizzetti (Ambrogio). A raccontare al pubblico le ingarbugliate e divertenti vicende, l’attore Gabriele Bocchio. Il 22 e 23 marzo alle ore 10.30 sono previste due recite per il pubblico delle scuole.

Il poker di produzioni del Regio si concluderà al Piccolo Regio dal 5 al 7 aprile con Riccioli di Barbiere. Il barbiere di Siviglia raccontato ai bambini. Anche qui Vittorio Sabadin ha riletto e adattato il libretto dell’opera di Rossini per un pubblico di piccolissimi, dai 3 ai 7 anni.

I CONCERTI• TUTTO MAHLER PER L’ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DIRETTA DA NICOLA LUISOTTI

Per la stagione de I Concerti, venerdì 30 marzo ore 20.30 al Regio, NICOLA LUISOTTI ritrova l’Orchestra del Teatro Regio per un nuovo appuntamento del “Progetto Mahler”: in programma i Kindertotenlieder (Canti dei bambini morti) per voce e orchestra, con il baritono Artur Ruciński, e la Sinfonia n. 7 in mi minore. I cinque Kindertotenlieder, su poesie di Friedrich Rückert, vennero completati nel 1904. I brani segnano uno spartiacque nel percorso artistico di Mahler, che da questa partitura in poi si spinge nelle profondità e turbamenti dell’uomo nuovo, quello che si affaccia al Novecento. Nella seconda parte del concerto si dispiegano le forze per l’esecuzione dell’imponente Sinfonia n. 7. La “Settima” è, a detta dello stesso autore, tra le più difficili e complesse sinfonie da lui composte, completata in un accesso di furore, durante l’estate del 1905, in un clima di quasi assoluto isolamento.

AL REGIO IN FAMIGLIA• CIOTTOLINO, OPERA PER L’INFANZIA INTERPRETATA DAI PICCOLI ARTISTI DEL CORO DI VOCI BIANCHE

Dal 6 al 17 marzo al Piccolo Regio Puccini, per il pubblico di bambini dai 5 agli 11 anni il Regio proponeCIOTTOLINO, opera per l’infanzia di Luigi Ferrari Trecate su libretto di Giovacchino Forzano (autore che scrisse anche per Puccini e Mascagni). Lo spettacolo andrà in scena sabato 17 marzo alle ore 16 per tutto il pubblico, nell’ambito del cartellone di Al Regio in famiglia e, per il pubblico scolastico, dal 6 al 15 marzo. Ciottolino viene riproposto nella onirica versione curata dal regista Luca Valentino, che ha creato uno spettacolo fantasmagorico, animato dai pupazzi di Claudio Cinelli, il quale firma anche le scene e i costumi. L’Orchestra del Teatro Regio e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi” sono diretti dal maestro Claudio Fenoglio. L’adattamento dei cori intonati dal pubblico è a cura di Giovanna Piga, le luci sono di Mario Merlino. I ruoli dei protagonisti prevedono tutti un doppio cast di interpreti, che si alternano nel corso delle recite. Ciottolino sarà interpretato dalle voci bianche Valentina Escobar e Anita Maiocco; Nina e il Musicista dalle voci bianche Beatrice Cozzula e Matilde Elia; nei panni della mamma e della Fata Morgana ci saranno i soprani Sabina Cacioppo e Cristina Mosca, in quelli del babbo e del Giudice i tenori Emanuele Bono e Luca Santoro; il Nonno e l’Orco saranno interpretati dai baritoni Emilio Marcucci e Matteo Mollica.

IL REGIO IN PIEMONTECONCERTI ALL’AEROPORTO DI TORINO, VINOVO, RIVALTA DI TORINO, MONDOVÌ E ASTI

Giovedì 22 marzo ore 18 nella Sala Imbarchi dell’Aeroporto di Torino (Area Partenze), il gruppo C’era una volta il … Cinema è protagonista del settimo concerto della Stagione musicale realizzata in collaborazione con SAGAT Torino Airport. In programma, le più belle musiche composte da Ennio Morricone e John Williams, colonne sonore di film che hanno fatto la storia del cinema. L’ingresso è gratuito, con registrazione obbligatoria su www.aeroportoditorino.it.

Per Il Regio itinerante, rassegna di concerti in Regione eseguiti da formazioni di Strumentisti dell’Orchestra e Artisti del Coro del Teatro Regio, nel mese di marzo sono previsti quattro concerti: il Quintetto Prestige si propone giovedì 1 marzo a Vinovo (Castello Della Rovere), il Baroccheggiando Ensemble si esibisce venerdì 2 marzo a Rivalta di Torino (Cappella del Monastero), il gruppo Migranti presenta sabato 10 marzo “Quando a partire eravamo noi” a Mondovì (Sala Ghisleri) e il Quintetto pianoforte e archi suona sabato 24 marzo ad Asti (Palazzo Ottolenghi).


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.