L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Carmen dalle Terme di Caracalla

Rai5, giovedì 14/06/2018 - 21:15

Rai5, sabato 16/06/2018 - 10:17

Rai5, domenica 17/06/2018 - 18:00

Torna in un nuovo allestimento firmato dalla regista Valentina Carrasco il fascino della sigaraia più famosa dell’opera: la "Carmen" di Georges Bizet che nel giugno 2017 ha inaugurato la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma alle terme di Caracalla. Lo spettacolo, trasmesso da Rai Cultura in prima tv su Rai5 giovedì 14 giugno alle 21.15, fu rappresentato per la prima volta all’Opéra-Comique di Parigi il 3 marzo 1875. L’insuccesso iniziale, dovuto ai temi scabrosi per l’epoca e soprattutto alla morte in scena della protagonista per mano del suo amante, non consentì a Bizet – morto tre mesi dopo la prima – di vederne la fortuna. «Trovare un universo per Carmen che riesca ad allontanarsi dai cliché che di solito accompagnano l’opera, è una grande sfida – dice Valentina Carrasco – La grande singolarità di Carmen come eroina, consiste nel fatto che, pur essendo una donna di bassa condizione sociale, può “permettersi” di essere libera. Non è nobile, ma lavora in una fabbrica, non ha casa, ma è nomade, e soprattutto, non è uomo. È un’eroina tragica senza averne quasi il diritto. Partendo da questo presupposto e dal fatto che i conflitti presenti nell’opera sono di assoluta attualità, abbiamo ambientato l’azione nella frontiera tra il Messico e gli Stati Uniti. Questo ci permette di dare una caratterizzazione nella quale un ceto sociale povero, marginale, svalutato, quello dei lavoratori e immigrati illegali messicani, va incontro ad un altro che, pur considerandosi superiore, non riesce a comprendere il mistero della loro cultura, ma ne è affascinato». Sul palcoscenico più suggestivo del mondo, fra le rovine delle terme di Caracalla, a dirigere l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma é Jesús López Cobos. Protagonisti solisti di prestigio come Veronica Simeoni (Carmen), Roberto Aronica (Don José), Alexander Vinogradov (Escamillo) e Rosa Feola (Micaëla). Timofei Baranov (Morales) fa parte del progetto “Fabbrica” – Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma. Ancora nel cast Daniela Cappiello (Frasquita), Anna Pennisi (Mercedes), Alessio Verna (Dancairo), Pietro Picone (Remendado) e Gianfranco Montresor (Zuniga). La regia si avvale delle scene di Samal Blak, dei costumi di Luis Carvalho e delle luci di Peter van Praet. Le coreografie sono di Erika Rombaldoni e Massimiliano Volpini, che firma quelle dell’Interludio fra terzo e quarto atto, e sono interpretate dal Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Allo spettacolo partecipa anche la Scuola di Canto Corale del Teatro dell’Opera di Roma. Maestro del Coro Roberto Gabbiani.


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal