L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Verdi, Puccini e danza dal 12 al 29 luglio

Il programma

Interpreti di pregio, titoli fra i più amati del repertorio operistico e una programmazione popolare tesa ad intercettare il turismo culturale e sempre aperta al territorio. È la quinta edizione del San Carlo Opera Festival, formula vincenteche torna al Massimo napoletano dal 12 al 29 luglio 2018.  Due i titoli d’opera, Tosca e Rigoletto, e una Serata Omaggio a Rudolf Nureyev (in occasione degli 80 anni dalla nascita e dei 25 dalla scomparsa) che vedranno schierati tutti i comparti artistici del Teatro di San Carlo: Orchestra, Coro e Corpo di Ballo.

Al direttore musicale Juraj Valčuha, recentemente insignito del premio Abbiati come miglior direttore d’orchestra, è affidata l’apertura del Festival con Tosca di Giacomo Puccini, giovedì 12 luglio alle ore 20.00. Valčuha, sul podio alla guida di Orchestra, Coro e Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo (quest’ultimo preparato da Stefania Rinaldi) affronterà nuovamente un capolavoro pucciniano dopo gli unanimi consensi suscitati dalla interpretazione de La fanciulla del West lo scorso dicembre.

Firma la regia Mario Pontiggia, già applaudito dal pubblico sancarliano nel corso della stagione lirica per Bohème. La produzione del Teatro Massimo di Palermo è impreziosita dalle scene suggestive di Francesco Zito e dai costumi eleganti di Giusi Giustino. Le luci sono di Bruno Ciulli.

Un cast vocale d’eccezione sfoggia il soprano spagnolo Ainhoa Arteta nei panni della protagonista Floria Tosca (in alternanza con Monica Zanettin per la recita del 24 luglio), Brian Jagde darà voce e volto a Cavaradossi, mentre il perfido Scarpia sarà interpretato da Roberto Frontali che si alternerà con Samuel Youn nelle repliche del 22 e del 24 luglio (a margine la locandina completa).

In occasione dell’allestimento di Tosca il Teatro di San Carlo ricorda il Maestro Tullio Serafin a 50 anni dalla scomparsa. 

Sabato 14 luglio alle ore 20.00 sarà la volta di Rigoletto, nuovo allestimento del capolavoro verdiano che reca la firma di Mario Pontiggia per la regia e si affida nuovamente a Francesco Zito e Giusi Giustino per scene e costumi, e a Bruno Ciulli per il disegno luci. La direzione è affidata alla mano sicura di Pier Giorgio Morandi alla guida di Orchestra e Coro del San Carlo. Di levatura internazionale gli interpreti vocali, tra cui svettano Saimir Pirgu nel ruolo del Duca di Mantova in alternanzacon Arturo Chacón-Cruz, George Petean e Àngel Òdena in quelli diRigoletto, Patrizia Ciofi (che torna al San Carlo dopo 7 anni di assenza)e Marina Monzó nel ruolo di Gilda, mentre Nino Surguladze e Rossana Rinaldi saranno impegnate nel ruolo di Maddalena (a margine la locandina completa).

Infine, sabato 28 luglio alle ore 20.00 e in replica domenica 29 luglio alle 17.00 il Teatro di San Carlo ricorda Rudolf Nureyev in occasione degli 80 anni dalla nascita e dei 25 dalla scomparsa, con un Gala che vedrà protagonisti étoiles di fama mondiale accanto ai solisti del Corpo di ballo del Teatro di San Carlo. Ospiti della serata sono le stelle dello Staatsballet di Vienna, Maria Yakovleva, Liudmila Konovalova, Jacok Feyferlik, che insieme al Corpo di ballo di casa daranno vita ad una eccezionale serata per ricordare il più grande danzatore del XX secolo.

Il programma


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal