L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Gatti sostituisce Luisi indisposto

 

Il Teatro del Maggio informa che il maestro Fabio Luisi, per indisposizione, si trova costretto a malincuore a cancellare il concerto in calendario il 19 ottobre 2018. Il maestro Daniele Gatti salirà sul podio dell’Orchestra del Maggio con un programma diverso che propone musiche di Wagner e Bruckner. Il concerto del Ciclo Schubert-Mahler sarà recuperato nel prossimo futuro. Il Maggio ringrazia il maestro Gatti per la sua disponibilità.

Firenze 16 ottobre 2018 - Dopo i due importanti concerti diretti a Monaco di Baviera lo scorso 11 e 12 ottobre alla guida della Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunk,  il maestro Daniele Gatti ha accettato di salire sul podio dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino il 19 ottobre alle ore 20 per permettere sia al Teatro che al pubblico fiorentino di mantenere la data in calendario dell’appuntamento sinfonico. Fabio Luisi si è detto molto dispiaciuto di dover rinunciare per ora al secondo concerto in cartellone. Il Maggio ringrazia il maestro Gatti per la sua disponibilità.

Il nuovo programma del concerto diretto da Daniele Gatti prevede  l’esecuzione di “Preludio” dall’ atto III e “Incantesimo del Venerdì Santo” dal Parsifal di Richard Wagner  e la Sinfonia n. 9 in re minore di Anton Bruckner.

Il concerto del ciclo Schubert-Mahler con la sinfonia n.4 di Franz Schubert e la sinfonia n.6 di Gustav Mahler  - con Fabio Luisi sul podio - verrà recuperato nel prossimo futuro e ne verrà data tempestiva comunicazione agli abbonati e al pubblico.

 

DANIELE GATTI

Diplomato in composizione e direzione d’orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, Daniele Gatti è Consulente artistico della Mahler Chamber Orchestra (MCO). È stato Direttore principale della Royal Concertgebouw Orchestra (RCO) di Amsterdam e precedentemente ha ricoperto ruoli di prestigio presso altre importanti realtà musicali come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Royal Philharmonic Orchestra, l’Orchestre national de France, la Royal Opera House di Londra, il Teatro Comunale di Bologna, l’Opernhaus di Zurigo. I Berliner Philharmoniker, i Wiener Philharmoniker, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks e l’Orchestra Filarmonica della Scala sono solo alcune delle rinomate istituzioni sinfoniche con cui collabora regolarmente.

Tra le numerose e rilevanti nuove produzioni che ha diretto si ricordano il Falstaff con la regia di Robert Carsen (a Londra, a Milano e ad Amsterdam); il Parsifal con la regia di Stefan Herheim, con cui ha inaugurato l’edizione 2008 del Festival di Bayreuth (uno dei pochi direttori d'orchestra italiani a essere invitato al festival wagneriano); il Parsifal con la regia di François Girard alla Metropolitan Opera di New York; quattro opere al Festival di Salisburgo (Elektra, La bohème, Die Meistersinger von Nürnberg, Il trovatore).

A coronamento delle celebrazioni per l’anno verdiano, nel 2013 ha inaugurato con La traviata la stagione del Teatro alla Scala, dove ha anche diretto il Don Carlo per l'apertura della stagione nel 2008, e titoli quali Lohengrin, Lulu, Die Meistersinger von Nürnberg, Falstaff e Wozzeck.

Tra i più recenti impegni si segnalano Pelléas et Mélisande al Maggio Musicale Fiorentino, Tristan und Isolde al Théâtre des Champs-Élysées di Parigi e l’inaugurazione della stagione del Teatro dell’Opera di Roma con lo stesso titolo wagneriano.

Nel 2016 ha avuto inizio un ciclo triennale di concerti dal titolo “RCO meets Europe”, che ha coinvolto i 28 paesi dell’Unione Europea comprendendo il progetto “Side by Side”, grazie al quale alcuni musicisti delle orchestre giovanili locali hanno partecipato all’esecuzione del primo brano in programma, accanto ai professori della Royal Concertgebouw Orchestra e sotto la direzione di Gatti, rendendo così possibile uno scambio umano e musicale di natura straordinaria. L'appuntamento italiano è stato all’Auditorium del Lingotto di Torino.

Nel giugno 2017 ha diretto la RCO in una produzione lirica: Salome alla Nationale Opera di Amsterdam. Nella stagione 2017/2018 ha diretto i Berliner Philharmoniker alla Philharmonie di Berlino, l’Orchestra e il Coro del Teatro alla Scala a Milano con la Seconda Sinfonia di Mahler, la Royal Concertgebouw Orchestra in Europa, Corea del Sud, Giappone e alla Carnegie Hall di New York, appuntamenti che si sono aggiunti a quelli in cartellone ad Amsterdam. Ha inaugurato, inoltre, la stagione del Teatro dell’Opera di Roma con La damnation de Faust, è stato in tournée con la Mahler Chamber Orchestra e ha diretto l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks a Monaco, la Filarmonica della Scala a Milano e la Philharmonia Orchestra di Londra.

Nel dicembre 2018 dirigerà Rigoletto per l'apertura di stagione del Teatro dell'Opera di Roma; nel 2019 salirà sul podio dell'Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, della Filarmonica della Scala e della Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks.

Daniele Gatti è stato insignito, quale Miglior direttore per il 2015, del Premio “Franco Abbiati” della critica musicale italiana e nel 2016 ha ricevuto l’onorificenza di Chevalier de la Légion d’honneur della Repubblica Francese, per la sua attività di Direttore musicale dell’Orchestre national de France.

Per Sony Classical si ricordano le incisioni con l’Orchestre national de France dedicate a Debussy e Stravinskij e il DVD del Parsifal andato in scena alla Metropolitan Opera di New York. Per l’etichetta RCO Live ha recentemente inciso la Symphonie fantastique di Berlioz, la Seconda Sinfonia di Mahler, Le sacre du printemps di Stravinskij abbinato al Prélude à l'après-midi d'un faune e a La mer di Debussy.

www.danielegatti.eu


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal