L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

Astri nascenti aprono le serie Young e Didomenica

sabato 20 ottobre 2018 - ore 20

Teatro Vittoria, via Gramsci 4 - Torino

serie young

Leonardo Pierdomenico pianoforte

 

Claude Debussy(1862-1918)

Ballade slave

 

Fryderyk Chopin (1810-1849)

Ballata n. 4 in fa minore op. 52

 

Franz Liszt(1811-1886)

Deuxième Ballade in si minore R. 16

Sonata in si minore R. 21

Leonardo Pierdomenico è considerato uno degli artisti più interessanti della sua generazione. Unico semifinalista italiano al Concorso Internazionale Van Cliburn nel 2017 (dove ha conquistato il Raymond E. Buck Jury Discretionary Award) e semifinalista al Queen Elisabeth International Piano Competition nel 2016, si è perfezionato all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma con Benedetto Lupo, che ha scritto di lui: «Forse la qualità che più mi colpisce di Leonardo, al di là dell’incredibile naturalezza strumentale, è una delicata vena poetica, a volte quasi pudica, che crea un bellissimo e interessante contrasto con la sua capacità di affrontare senza esitazioni la scrittura tecnicamente trascendentale di gran parte del repertorio che predilige».

domenica 21 ottobre 2018 - ore 16.30

Teatro Vittoria, via Gramsci 4 - Torino

serie didomenica

Alessio Pianelli violoncello

Andriy Dragan pianoforte

TRA CANTO E VARIAZIONI

Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Sette Variazioni in mi bemolle maggiore sopra il tema

«Bei Männern, welche Liebe fühlen» da Die Zauberflöte di Mozart WoO 46

Johannes Brahms (1833-1897)

Sonata n. 1 in mi minore op. 38

Robert Schumann (1810-1856)

Drei Romanzen op. 94

Gioachino Rossini (1792-1868)

Da Péchés de vieillesse, vol. IX Album pour piano, violon, violoncelle, harmonium et cor:

n. 10 Une larme-thème et variations

Gabriel Fauré (1845-1924)

Élégie in do minore op. 24

Alessio Pianelli (1989)

Variationes über ein sizilianisches Theme «Ciuriciuri»

Definito da Thomas Demenga «uno dei migliori violoncellisti italiani della nuova generazione, capace di rinnovare ogni volta, attraverso tecnica fenomenale, fantasia e intelligenza musicale, il fascino più autentico della musica», Alessio Pianelli, siciliano, classe 1989, esordisce in una stagione dell’Unione Musicale insieme al pianista ucraino Andriy Dragan, proponendo pagine di Beethoven, Brahms, Schumann, Rossini e Fauré oltre alletravolgenti Variazioni sul tema popolare siciliano «Ciuri Ciuri» dello stesso Pianelli: «Un brano che ho scritto su commissione del KlangBasel Festival nel 2016 e dedicato proprio ad Andriy Dragan. Nonostante la grande responsabilità, piuttosto che affrontare il lavoro con paura preferii farlo con ironia, partendo già dal titolo, continuando con la dedica provocatoria ad Andriy, pianista ucraino dal tocco classico ed elegantissimo, costretto a “sporcarsi” le mani con accompagnamenti volutamente grezzi, e mettendo in relazione autentici capolavori del grande repertorio cameristico col poverissimo materiale popolare siciliano».

 


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal