L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

Madama Butterfly, i concerti, la Memoria

 Calendario gennaio 2019

STAGIONE D’OPERA E DI BALLETTOMADAMA BUTTERFLY DIRETTA DA DANIEL OREN, CON L’ELEGANTE REGIA DI PIERLIUGI PIZZI

Dal 10 al 20 gennaio va in scena al Teatro Regio MADAMA BUTTERFLY, nella produzione proveniente dall’Arena Sferisterio di Macerata. Daniel Oren, acclamato direttore di fama internazionale, torna dopo una lunga assenza sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio con la partitura più profonda e commovente di Giacomo Puccini. Regia, scene e costumi sono di Pierluigi Pizzi: l’elegantissimo allestimento propone una Butterfly collocata in un Giappone non oleografico e non folcloristico, visto come una memoria poetica di un Paese evocato con malinconia. La protagonista del capolavoro pucciniano è interpretata dal soprano coreano Karah Son, Pinkerton è il tenore Vincenzo Costanzo, Sharpless il baritono Simone Del Savio. L’11, 15, 17 e 19 gennaio i ruoli principali saranno interpretati da Rebeka Lokar (Madama Butterfly), Massimiliano Pisapia (Pinkerton) e Fabio Maria Capitanucci (Sharpless). Completano il cast: Luca Casalin (Goro), Paolo Maria Orecchia (Yamadori), In-Sung Sim (Lo zio bonzo); in alternanza Marco Tognozzi e Franco Izzo per il ruolo del commissario imperiale e di Yakusidé, Roberta Garelli / Ivana Cravero (Kate Pinkerton), Giuseppe Capoferri / Riccardo Mattiotto (L’ufficiale del registro), Claudia De Pian (La madre di Cio-cio san), Rita La Vecchia (La zia) e Ashley Milanese (La cugina). Il Coro del Teatro Regio, impegnato in importanti scene, è istruito da Andrea Secchi. Prima ballerina ospite è Letizia Giuliani; le coreografie sono di Francesco Marzola (anche ballerino in scena), le luci di Fabrizio Gobbi.

La diretta radiofonicadell’opera, curata da Susanna Franchi, sarà trasmessa su Rai Radio 3 dalle ore 20 di giovedì 10 gennaio.

Mercoledì9 gennaio ore 17.30 al Piccolo Regio, Enrico Girardi, per le “Conferenze del Regio”, cura l’incontro dal titolo: Puccini dietro i paraventi (ingresso libero).

I CONCERTITHE SWINGLE SINGERS CON LA FILARMONICA TRT E VALERY GERGIEV CON L’ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO

Lunedì 14 gennaio ore 20.30 la Filarmonica TRT si affianca a The Swingle Singers, il celebre gruppo vocale inglese celebrato in tutto il mondo per le interpretazioni a cappella di brani classici, jazz, folk e pop, per uno straordinario concerto diretto da Valentino Corvino; in programma, rivisitazioni di celebri brani classici e standard jazz arrangiati per ensemble vocale e orchestra. Una tecnica impeccabile permette al gruppo di avere un repertorio che da Bach arriva ai Beatles. Per loro, Luciano Berio scrisse nel 1969 Sinfonia e, durante la loro lunga carriera, anche famosi compositori come Pierre Boulez, Azio Corghi e Michael Nyman hanno trovato negli Swingle Singers uno strumento adatto alle loro istanze espressive.

Mercoledì 30 gennaio alle ore 20.30, il grande direttore d’orchestra Valery Gergiev torna sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio. Indiscusso interprete soprattutto del patrimonio musicale russo, Gergiev è oggi uno dei più carismatici protagonisti della scena culturale internazionale. Attualmente è Direttore generale e Direttore artistico del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo e Direttore principale della Münchner Philharmoniker. Musicista di prima grandezza nonché personaggio attivo nella vita sociale e politica del suo paese, ha all’attivo più di sessanta registrazioni, tra cd e dvd, con le più rinomate orchestre, ed è stato insignito con più di trenta titoli onorifici in tutto il mondo. Il programma musicale è ancora in via di definizione.

ATTENZIONE Per improvvisi e improrogabili impegni Valery Gergiev deve rinunciare al concerto del 30 gennaio. Il Regio ringrazia il maestro Daniele Gatti che ha accettato di sostituirlo in un programma interamente verdiano.

CONCERTO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA SERGEY GALAKTIONOV DIRIGE L’ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO, CON UN INTERVENTO DI CARLO SINI

Mercoledì 23 gennaio alle ore 10.30 al Teatro Regio, l’Orchestra del Teatro Regio diretta da Sergey Galaktionov interpreta il Concerto per il Giorno della Memoria. In programma, musiche di Gustav Mahler (il celebre Adagietto dalla Quinta sinfonia), Béla Bartók (Danze popolari rumene), Benjamin Britten (Simple Symphony), Samuel Barber(il famoso Adagio per archi), Igor Stravinskij (Arioso dal Concerto per archi) e Dmitrij Šostakovič (Romanza per violino e orchestra, solista lo stesso Sergey Galaktionov). Precede l’esecuzione musicale un intervento del filosofo Carlo Sini sul tema “Il diverso che è in noi” per ricordare, capire e interrogarsi su un pericolo che, forse, non è affatto passato. Il concerto è aperto a tutta la cittadinana: posti a € 10 in vendita alla Biglietteria del Teatro Regio.

IL REGIO IN PIEMONTEI MIGRANTI A MONCALVOI REGI CORNI A RIVALTA DI TORINO

Per Il Regio itinerante, rassegna di concerti in Regione eseguiti da formazioni di Strumentisti dell’Orchestra e Artisti del Coro del Teatro Regio, a gennaio sono in programma due appuntamenti: sabato 12 gennaio ore 21 al Teatro Civico di Moncalvo, concerto-spettacolo del gruppo Migranti interprete diQuando a partire eravamo noi”. Venerdì 25 gennaio ore 21 a Rivalta di Torino, presso laCappella del Monastero, gli otto strumentisti de I Regi Corni eseguono un programma che spazia da Bach a Morricone.

LE CONFERENZE DEL REGIOIL RIGOLETTO DI GIUSEPPE VERDI SPIEGATO DA DANIELE SPINI

Mercoledì 30 gennaio alle ore 17.30 alPiccolo Regio Puccini, il musicologo e docente Daniele Spini presenta, nell’ambito della Conferenze del Regio, il Rigoletto di Giuseppe Verdi, in un incontro dall’ironico titolo: Non dire Duca se non l’hai nel sacco! Ilmelodramma verdiano, con l’applaudita regia di John Turturro, sarà in scena al Teatro Regio dal 6 al 17 febbraio. L’ingresso alla conferenza è libero.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti, vi suggeriamo di consultare il sito del Teatro Regio all'indirizzo: www.teatroregio.torino.it.

 Calendario gennaio 2019


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal