L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Abbado dirige Schumann, Grieg e Brahms

 

Martedì 11 Dicembre 2018 – ore 20,30

Teatro Auditorium Manzoni, via De’ Monari 1/2 - Bologna

Direttore: Roberto Abbado

Pianoforte: Daniel Kharitonov

In un anno ricco di cambiamenti nella storica sede di via de’ Monari, l’Orchestra Filarmonica di Bologna si sente impegnata a proseguire con sempre maggiore vitalità il progetto culturale rivolto ad un pubblico che l’ha sempre seguita con partecipazione e affetto. Al fine di rendere omaggio alla città creativa della Musica, la stagione 2018/2019 dell’Orchestra Filarmonica di Bologna prosegue con un programma di grande impatto interpretato da artisti di fama internazionale.

Martedì 11 dicembre 2018 alle 20,30l’Orchestra Filarmonica di Bologna suonerà sotto la direzione di Roberto Abbado, insignito del prestigioso Premio Abbiati, Direttore Musicale del Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia e del Festival Verdi di Parma. Assieme a lui, salirà sul palco il giovane pianista Daniel Kharitonov, uno dei talenti più brillanti del Concorso Tchaikovsky 2015 che collabora stabilmente con la Mariinsky Symphony Orchestra e Valery Gergiev, suo grande sostenitore. Kharitonov interpreterà il Concerto in La minore per piano e orchestra, op. 16 di E. Grieg. Aprirà il concerto la Ouverture “Genoveva” di R. Schumann, mentre la seconda parte prevede in programma la Sinfonia n. 1 in Do minore, op. 68 di J. Brahms.

L’Ouverture “Genoveva” di R. Schumann sin dall'inizio riscosse unanimi giudizi positivi per l'accurata ricerca timbrica strumentale e per certe caratterizzazioni psicologiche dei personaggi affidate a determinati gruppi di strumenti. Ad esempio, nell'attacco iniziale, le viole e i fagotti indicano un tema torbido e tagliente che vuole essere un richiamo alla figura di Golo. Risulta di particolare bellezza espressiva la tensione orchestrale nel centro dell'ouverture, con i vari colori di carattere romantico, prima della festosa concitazione conclusiva.

Grieg contribuì notevolmente alla conoscenza e alla diffusione in Europa della musica popolare norvegese, di cui riuscì ad esprimere i sentimenti più intimi e crepuscolari con freschezza di immagini e naturalezza di linguaggio armonico, quasi preannunciando a volte certe soluzioni e tendenze musicali moderne, specialmente impressionistiche. 

Il popolarissimo Concerto per pianoforte e orchestra si distingue per la freschezza delle idee musicali e per l'eleganza della orchestrazione, articolata secondo il personalissimo stile di Grieg con reminiscenze dello stile di Chopin, Schumann e Liszt. Una dolce serenità melodica caratterizza il primo movimento, ma è soprattutto il tema dell'Adagio, affidato all'orchestra e ripreso dal pianoforte, a coinvolgere emotivamente l'ascoltatore con quelle tenerezze timbriche tipiche del lirismo nordico. Il terzo tempo ha una dinamica particolarmente varia ed è concepito con spigliata brillantezza sonora su ritmi di danza norvegese.

«Non comporrò mai una sinfonia. Non puoi avere alcuna idea di cosa si provi sentendosi marciare alle spalle un simile gigante». Così all'inizio degli anni Settanta, Brahms si confidava all'amico Hermann Levi: Il gigante era, naturalmente, Beethoven.

E quando, nel 1876, la prima Sinfonia fu finalmente terminata, apparve chiaro a tutti il profondo legame che la univa allo stile beethoveniano a tal punto che fu definita la “Decima Sinfonia”, quasi identificandola con un’ideale ultima Sinfonia di Beethoven.

Essa acquista, invece, un più giusto significato se si guarda a Brahms come primo valido continuatore della tradizione sinfonica beethoveniana. Continuare una tradizione vuol dire anche innovarla. E oggi, a distanza di più di un secolo, l'originalità dell'apporto di Brahms al sinfonismo ottocentesco appare evidente.

INFORMAZIONI E VENDITA

I biglietti soggetti a riduzioni potranno essere acquistati esclusivamente presso la biglietteria del Teatro Auditorium Manzoni.

Biglietti on line sul sito www.vivaticket.it

Biglietteria Teatro Auditorium Manzoni

Via de’ Monari 1/2 – Bologna

tel. 051 6569672 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari: dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.30

CONVENZIONI E RIDUZIONI

Sugli spettacoli in abbonamento sono applicate le seguenti riduzioni, fino a esaurimento posti disponibili:

  • Sconto 15% per Under 26, Over 65 e Categorie convenzionate

  • Under 26: 1 biglietto per ogni avente diritto

  • Over 65: 1 biglietto per ogni avente diritto

  • Categorie convenzionate: 2 biglietti per ogni spettatore convenzionato

La lista delle categorie convenzionate è consultabile sul sito www.filarmonicabologna.it

Riduzione non applicata alla II e III Balconata.

Sconto Studenti del Conservatorio, medie musicali, DAMS e Biennio Discipline Musicali
€ 12,00 per l’acquisto di 1 biglietto per ciascun avente diritto
Riduzione applicata solo ai settori di Platea III e Galleria II

www. filarmonicabologna.it

Seguici anche su facebook e instagram

SETTORE

INTERO

PLATEA I e II

€ 43,00

PLATEA III e GALLERIA I

€ 34,00

GALLERIA II e BALCONATA I

€ 28,00

BALCONTA II e III

Scarsa visibilità

€ 15,00


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal