Cassandra di Jarrell e Christa Wolf 

al Lugo Opera Festival

Martedì 6 maggio alle 20,30 va in scena il titolo più noto del compositore svizzero Michael Jarrell, allievo di Huber e Boulez, ispirata al mito greco della veggente riletto da Christa Wolf. In scena la cantante-attrice Anna Clementi, la regia di Pamela Hunter, sul podio il bulgaro Rossen Gergov.

LUGO (RA) – Continua l’ormai decennale e fruttuosa collaborazione fra il Teatro Comunale di Bologna e il «Lugo Opera Festival», ancora una volta nel nome della musica del nostro tempo: dopo il successo nelle scorse edizioni di opere come Jakob Lenz di Wolfgang Rihm e Dom Perlimplin di Bruno Maderna, quest’anno i riflettori sono puntati su uno dei più grandi compositori svizzeri viventi, Michael Jarrell e sulla sua opera Cassandra (1994), ormai diventata un classico del teatro contemporaneo, avendo conosciuto numerose riprese in tutto il mondo e in varie lingue, in quasi vent’anni di vita.

Cassandra andrà in scena per la prima in forma scenica in Italia martedì 6 maggio 2014 alle 20,30 al Teatro Rossini di Lugo, sesto evento del «Lugo Opera Festival 2014», per poi essere ripresa in autunno nella Stagione Lirica 2014 del Teatro Comunale (31 ottobre e 2 novembre 2014).

Cassandra è un monodramma composto nel 1994 per voce recitante, ensemble strumentale ed elettronica sul celebre testo della scrittrice tedesca Christa Wolf (1929-2011), ispirato al mito greco di Cassandra. La musica è del compositore svizzero Michael Jarrell (classe 1958), l’interpretazione vocale in questo allestimento è affidata alla formidabile cantante/attrice Anna Clementi (una grande specialista di questo repertorio, figlia del compositore Aldo Clementi), la regia a Pamela Hunter, quella del suono a Francesco Giomi. Lo spettacolo proviene dalla Nimrod Opera di Zurigo ed è la prima realizzazione in forma scenica in Italia di questo titolo, che festeggia i suoi primi vent’anni di vita. La multimedialità è la chiave di quest’opera, che ha conosciuto molte importante riprese, non ultima quella di due anni fa in forma di concerto con l’attrice francese Fanny Ardant. La produzione che si potrà vedere a Lugo affianca l’elaborazione del suono con live electronics al video realizzati da Dalybor Pyš. Sul podio dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna sarà il 32enne direttore bulgaro Rossen Gergov, già assistente di Seiji Ozawa a Vienna, stella emergente del panorama direttoriale internazionale.

Il testo di questo lavoro – proposto nella versione italiana di Anita Raja – evoca una donna che ricorda tutto, il padre Priamo e l’amato Enea, il cielo della vittoria e il cavallo delle stragi, l’amore adolescenziale e gli stupri indicibili. Il dolore della protagonista è sublimato in una lettura che chiede di essere per una volta ascoltata, nonostante la profezia dell’eterna incomprensione.

Il monologo di Cassandra inizia dopo che la città di Troia è già stata conquistata e distrutta. La profetessa, prigioniera di guerra e trofeo catturato dai Greci, sta aspettando di essere giustiziata dalla moglie di Agamennone. Inserendo la figura mitologica di Cassandra “nella sua situazione storica e sociale originale” l’autrice Christa Wolf compie un processo di suo: “Lei “vede” il futuro perché ha il coraggio di riconoscere la realtà del presente”. Nel poco tempo che le resta Cassandra ripercorre gli eventi della sua vita e il destino di Troia. Con Cassandra, la scrittrice tedesca è diventata famosa a livello internazionale. Il libro pubblicato per la prima volta nel 1983 fu un immenso successo editoriale e fu rapidamente tradotto in molte lingue. Per Christa Wolf la guerra di Troia era il simbolo di tutti i mali derivanti dalla dominazione maschile nel mondo.

Michael Jarrell Nato a Ginevra l’8 ottobre 1958, Michael Jarrell ha studiato composizione nella classe di Eric Gaudibert al Conservatorio di Ginevra e frequentato diversi corsi negli Stati Uniti (Tanglewood, 1979). Ha completato la sua formazione presso la Staatliche Hochschule für Musik di Friburgo in Brisgovia, con Klaus Huber. Dal 1982, le sue opere hanno ricevuto numerosi premi: prix Acanthes (1983), Beethovenpreis della città di Bonn (1986), Marescotti prize (1986), Gaudeamus (1988), premio Henriette Renié (1988), e premio Siemens-Förderungs (1990). Tra il 1986 e il 1988, ha ottenuto la residenza artistica presso la Cité Internationale des Arts di Parigi e ha preso parte ai computer music course dell’IRCAM. Nel 1988-1989, ha risieduto a Villa Medici a Roma e collaborato con l’Istituto Svizzero di Roma (1989-1990). Dall’ottobre 1991 al giugno 1993 è stato “composer in residence” per la Lyon Orchestra. A partire dal 1993, ha ricoperto il ruolo di professore di composizione all’Università di Vienna. Nel 1996 è diventato “composer in residence” al festival di Lucerna, mentre nel 2000 il Musica Nova Helsinki Festival gli ha dedicato l’edizione del festival. Nel 2001, il Festival di Salisburgo gli ha commissionato un concerto per pianoforte e orchestra intitolato Abschied. Lo stesso anno è stato nominato “Chevalier des Arts et des Lettres”. Nel 2004, viene nominato professore di composizione al Conservatorio Superiore di Ginevra. Lo stile concertante gli ha sempre fornito materiale d’ispirazione: …un temps de silence… viene dato in prima a Ginevra nel marzo 2007 da Emmanuel Pahud con l’Orchestra della Svizzera Romanda diretta da Heinz Holliger; Nachlese III, un doppio concerto per clarinetto, violoncello e orchestra è dato a Colonia (commissionato dalla WDR, autunno 2007). L’Orchestra della Svizzera Romanda ha curato anche la prima di …Le ciel, tout à l’heure encore si limpide, soudain se trouble horriblement… nel 2009 (direttore Marek Janowski). La sua opera Galilei, da Vita di Galileo di Brecht, commissionata dal Grand Théâtre di Ginevra, è stata rappresentata per la prima volta nel gennaio 2006. L’opera da camera Cassandra, data in prima assoluta nel 1994 al Théâtre du Châtelet a Parigi, è protagonista di un successo internazionale che l’ha portata in Germania, Inghilterra, Spagna, Finlandia, Russia, Italia.

Informazioni e prenotazioni: Fondazione Teatro Rossini, Piazzale Cavour 17 – 48022 Lugo. Tel. 0545.38542 – www.teatrorossini.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.