L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

L'opera di Prokof'ev torna al Costanzi

Dal 23 maggio al 1° giugno all’Opera di Roma

un nuovo allestimento di un titolo raro:

L’angelo di fuoco di Sergej Prokof’ev

sul podio Alejo Pérez, alla regia Emma Dante

La “prima” di giovedì 23 maggio, ore 20.00, sarà trasmessa

in diretta da Rai Radio3 e in differita da Rai5 in data da definire

 

L’angelo di fuoco (Ognennyi angel) di Sergej Prokof’ev, titolo di raro ascolto e di grande interesse nel teatro musicale del Novecento, viene proposto in un nuovo allestimento in scena dal 23 maggio al 1° giugno al Teatro dell’Opera di Roma.

Vista un’unica volta sulle scene del Costanzi nel 1966, diretta da Bruno Bartoletti per la regia di Virginio Puecher l’opera, su libretto dello stesso compositore tratto da un romanzo di Valerij Brjusov, fu rappresentata per la prima volta in forma scenica al Festival Internazionale di Venezia nel 1955, diretta da Nino Sonzogno e con la regia di Giorgio Strehler (l’anno precedente, al Théâtre des Champs-Elysées a Parigi, c’era stata un’esecuzione, ma in forma di concerto). Questo capolavoro di Prokof’ev, in cinque atti e sette quadri, torna all’Opera di Roma con la direzione del maestro Alejo Pérez e la regia di Emma Dante. Direttore e regista si incontrano nuovamente su questo palcoscenico per un nuovo allestimento, come era già successo nel 2016 per La Cenerentola di Rossini (che sarà di nuovo in scena dall’8 al 13 giugno, questa volta con la direzione di Stefano Montanari).

L’angelo di fuoco è un’opera visionaria, magica, immersa nel clima di mistico esoterismo così diffuso nell’avanguardia russa del primo Novecento e tradotto da Prokof’ev nel suo linguaggio ora grottesco ora allucinato. Con Emma Dante per questo nuovo allestimento ci sarà il team che la accompagna da sempre: Carmine Maringola alle scene, Vanessa Sannino ai costumi, Cristian Zucaro alle luci, Manuela Lo Sicco alla coreografia. Maestro d’Armi Sandro Maria Campagna. Maestro del Coro Roberto Gabbiani. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera.

Interpreti dello spettacolo Leigh Melrose nel ruolo di Ruprecht, Ewa Vesin ed Elena Popovskaya (1° giugno) in quello di Renata, Anna Victorova in quello della padrona della locanda, Mairam Sokolova sarà L’indovina e La madre superiora, Sergey Radchenko Agrippa von Nettelsheim, Petr Sokolov Mathias Wissmann, Maxim Paster Mefistofele e Goran Jurić l’inquisitore. Nel cast anche i talenti del progetto “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera Domingo Pellicola (Jakob Glock), Murat Can Guvem (Un medico), Andrii Ganchuk (Johann Faust), Timofei Baranov (L’oste).

Dopo la “prima” di giovedì 23 maggio (ore 20), trasmessa in diretta da Rai Radio3 e in differita da Rai5 in data da definire, l’opera sarà replicata domenica 26 (ore 16.30), martedì 28 (ore 20), giovedì 30 (ore 20) e sabato 1 giugno (ore 18).

Per informazioni: www.operaroma.it

Aspettando il debutto de L’angelo di fuoco di Prokof’ev al Teatro Costanzi sono previsti i due consueti appuntamenti: la Lezione di Opera lunedì 20 maggio (ore 20), dove il maestro Giovanni Bietti, soddisfacendo domande e curiosità del pubblico lo accompagna verso la comprensione dell’opera con un linguaggio semplice e accessibile, con l’ausilio di un gran numero di esempi musicali sia dal vivo, che registrati. Costo del biglietto euro 8,00.

L’Anteprima Giovani martedì 21 maggio (ore 19) è riservata ai minori di 26 anni potranno assistere alla prova generale dell’opera.

Per informazioni e prenotazioni: 0648160/312/532/533;

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; dipartimento.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal