L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

 

ALPESH CHAUHAN Direttore Principale

Alpesh Chauhan ricopre la carica di Direttore Principale della Filarmonica Arturo Toscanini dall’autunno 2017. Il giovane direttore inglese ha velocemente raggiunto un vasto riconoscimento internazionale collezionando tra i suoi maggiori successi di questi anni concerti al BBC Proms e con la London Symphony Orchestra al Barbican Centre, la produzione operistica di Turandot al Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia e di Lady Macbeth of Mtsensk con la Birmingham Opera Company e ha debuttato nel maggio di quest’anno con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI. Dal 2014 al 2016 è stato Assistant Conductor della City of Birmingham Symphony Orchestra, dove continua a esser presente con frequenza come direttore. Dopo aver programmato repertorio orchestrale di prim’ordine tra cui il ciclo completo delle sinfonie di Brahms, la Settima Sinfonia di Bruckner e la Patetica di Čajkovskij, nel 2019/20 Alpesh Chauhan tiene al centro della scena della Filarmonica Toscanini le sinfonie di Beethoven, completando il ciclo avviato a inizio anno. Altri impegni della prossima stagione lo vedranno con la Philharmonia Orchestra, la BBC Scottish Symphony e BBC Symphony Orchestra, la City of Birmingham Symphony Orchestra, la Düsseldorfer Symphoniker, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e la Antwerp Symphony Orchestra, oltre a un tour con le orchestre olandesi Het Gelders Orkest e Orkest van het Oosten. È ospite regolare di importanti orchestre quali l’Orchestre National d’Île de France, la Malmö Symphony Orchestra, la Royal Philharmonic Orchestra, la BBC Philharmonic e BBC National Orchestra of Wales. Alpesh collabora con importanti solisti come Nicola Benedetti, Pablo Ferrández, Boris Giltburg, Benjamin Grosvenor, Stephen Hough, Leila Josefowicz, Pavel Kolesnikov, Johannes Moser, Alice Sara Ott, Kian Soltani, Arcadi Volodos e con cantanti quali Marco Berti, Christianne Stotijn e Jennifer Wilson. È stato oggetto di ampi articoli sul Times, BBC Music e Classical Music Magazine come anche su la Repubblica, Amadeus e Musica. Ha scritto sul significato dell’educazione musicale nel magazine Music Teacher ed è stato “blogger ospite” per «Gramophone Magazine», venendo anche intervistato da RAI, BBC Breakfast, BBC Radio 4 e Radio Klara Belgium. Chauhan è stato membro della giuria del BBC Young Musician of the Year sia nel 2016 che nel 2018. A Birmingham, Alpesh Chauhan è stato primo violoncello della CBSO Youth Orchestra, avendo l’opportunità di partecipare a masterclass di direzione d’orchestra, come parte della Youth Orchestra Academy 2007. Nel 2008 è stato ammesso al Royal Northern College of Music per studiare violoncello con Eduardo Vassallo prima di proseguire la frequenza del prestigioso Masters Conducting Course sotto gli auspici di Clark Rundell e Mark Heron. Ha studiato con Stanislaw Skrowaczewski, partecipato a masterclass con Juanjo Mena e Vasily Petrenko mentre Andris Nelsons e Edward Gardner sono stati suoi mentori.

FABIO MASSIMO CAPOGROSSO Compositore in residenza

«Scrivere un pezzo è come fare un viaggio: per quanto lo si possa progettare nei minimi dettagli, ci porta a percorrere dei sentieri misteriosi. A volte prendo degli appunti in maniera molto disordinata sul pentagramma che porto sempre con me, a volte mi metto al pianoforte o registro delle idee al telefono»Così si esprime sull’arte dello scrivere musica Fabio Massimo Capogrosso, compositore in residenzaper la Stagione 2019/2020, nel corso della quale verranno eseguiti quattro suo brani di cui tre inediti. Giovane ma già affermato, si riconosce per lo stile denso, potente, altamente comunicativo. «I suoi lavori sono complessi ma fruibili al massimo» ha detto Carlo Boccadoro, il direttore della prima di Lovecraft Dream (2017) che la Filarmonica Toscanini eseguirà nel primo dei concerti della rassegna Fenomeni. Nato a Perugia nel 1984, inizia giovanissimo lo studio del pianoforte per poi diplomarsi in composizione al Conservatorio dell’Aquila. Ospite delle più importanti istituzioni come l’Accademia di Santa Cecilia e il Teatro alla Scala, tra i riconoscimenti che si sono stati assegnati, negli USA ha vinto il Bassoon Chamber Music Composition Competition e nel 2018 è stato tra i premiati della nona edizione del Discover America, indetto dal Chicago Ensemble e al Keuris Composers Contest. «Scrivere musica significa mettersi alla prova, non esser mai contento, scontrarsi con i lati nascosti della personalità e dell’inconscio. Scrivere musica è un viaggio che mi arricchisce come uomo e come musicista ed è un lavoro che sento di dover fare».

PABLO FERRÁNDEZ Artista in residenza

«Il violoncellista Pablo Ferrández ha tutto: una tecnica splendida, una musicalità profonda e un carisma travolgente». Così Christoph Eschenbach si è espresso a proposito del ventottenne violoncellista, nato a Madrid in una famiglia di musicisti e formatosi con Natalia Shakhovskaya alla Escuela Superior de Música Reina Sofía e alla Kronberg Academy con Frans Helmerson. La nomina come “giovane artista dell’anno” (premio ICMA 2016), si è aggiunta al premio al XV Concorso Internazionale Čajkovskij, dove è stato descritto come un solista che mette sempre le sue qualità al servizio del compositore la cui tecnica e maturità sono al di sopra della sua età. E ancora:«la vanità personale è al di fuori di Ferrández» (Premio della Giuria Rheingau Festival). In questi anni, Pablo Ferrández ha intrapreso una brillante carriera, collaborando con artisti e orchestre di fama internazionale. Suona lo Stradivari “Lord Aylesford” del 1696 in prestito dalla Nippon Music Foundation. A seguito della esecuzione ad inizio Stagione 2018-2019 del Concerto per violoncello di Dvořák, è stato nominato artist-in-residence per la Stagione 2019-2020 in cui, in tre programmi diversi, interpreterà le Variazioni Rococò di Čajkovskij, il Concerto per violoncello n. 1 di Šostakovič e il Triplo Concerto di Beethoven.


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal