L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

Giulio Cesare in Egitto, Händel torna alla Scala

Il capolavoro di Händel in scena dal 18 ottobre al 2 novembre in una nuova produzione di Robert Carsen e un cast di stelle: Bejun Mehta, Danielle de Niese, Philippe Jaroussky,

Sara Mingardo e Christophe Dumeaux. Sul podio Giovanni Antonini.

 

Giulio Cesare in Egitto: la realtà storica e il mito di Cleopatra

Intervista al regista Robert Carsen

Il direttore

Lo staff creativo

I cantanti

 

Giulio Cesare in Egitto di Georg Friedrich Händel torna alla Scala dal 18 ottobre al 2 novembre in un nuovo allestimento che è già tra i più attesi della Stagione, diretto da Giovanni Antonini con la regia di Robert Carsen, scene e costumi di Gideon Davey e uno straordinario cast che riunisce alcuni dei migliori interpreti di questo repertorio. Giulio Cesare è Bejun Mehta, già applaudito due anni fa nei panni di Tamerlano, Cleopatra è Danielle de Niese, che dopo il trionfo a Glyndebourne ha fatto di questa parte il suo cavallo di battaglia, e come Sesto debutta alla Scala Philippe Jaroussky. Con loro Christophe Dumaux (Tolomeo), Sara Mingardo (Cornelia) e Christian Senn (Achilla).

Con questo allestimento la Scala prosegue il progetto barocco inaugurato nel 2016 e che prevede la rappresentazione ogni anno di un’opera del ‘700 secondo prassi esecutiva storicamente informata. Il progetto proseguirà nei prossimi anni con Agrippina e Ariodante di Händel.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.