L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

L'artista italiana succede a  Jean-Louis Grinda


Cecilia Bartoli succederà a Jean-Louis Grinda dal primo gennaio 2023

en français

Con una conferenza stampa martedì 3 dicembre 2023 alla Salle Garnier, S.A.R la Principessa di Hannover, presidente del consiglio d'amministrazione dell’Opéra de Monte-Carlo, ha fatto un annuncio importante: Cecilia Bartoli succedera a Jean-Louis Grinda alla testa dell'istituzione monegasca a partire dal 1 gennaio 2023.

« Nel marzo 2019, Jean-Louis Grinda ha espresso tanto a me quanto a S.A.S. il Principe regnante, il suo desiderio di non rinnovare il suo incarico di direttore dell’Opéra de Monte-Carlo. Occupando questa posizione dal 2007, riteneva, in coscienza, che fosse giunto il tempo di pensare a  « passare la mano» a qualcuno che recasse nuove idee per l'opera nel Principato. Jean-Louis Grinda ha quindi fatto il nome di Cecilia Bartoli, che aveva informalmente consultato, essendo quest'ultima, al di là delle sue qualità personali e professionali, già stata fortemente impegnata nel Principato a capo dei Musiciens du Prince, di cui ha assunto la direzione artistica dalla loro creazione nel 2016. 
Questa seducente suggestione non poteva che incontrare l'interesse e l'attenzione della presidente del Consiglio d'Amministrazione dell’Opéra. Convalidata da S.A.S. il Principe regnante, una proposta è stata allora trasmessa ufficialmente a Cecilia Bartoli che l'ha accettata e io ne sono particolarmente felice » ha dichiarato Sua Altezza Reale.

Cecilia Bartoli sarà anche la prima donna a dirigere l’Opéra de Monte-Carlo. Conserverà anche la direzione dei Musiciens du Prince. « Evidentemente, Cecilia Bartoli sarà libera di proseguire la sua straordinaria carriera di cantante, come Jean-Louis Grinda è stato libero di svolgere il suo lavoro di regista» ha concluso la Presidente del consiglio d'amministrazione.

« È un grande onore e una grande responsabilità, e tengo a ringraziare di tutto cuore per la loro fiducia S.A.S. il Principe Regnante, S.A.R. la Principessa di Hannover e il consiglio d'amministrazione dell’Opéra. Grazie anche a  Jean-Louis Grinda, per la sua amicizia, per aver pensato a me e per la sua promessa di restare a disposizione al io fianco e a quello dell'opera come consigliere » ha risposto piena d'emozione Cecilia Bartoli, che ha tenuto a ricordare il suo attaccamento al Principato e la posizione che questo occupa nella sua carriera: « Ho effettuato il mio debutto Monte-Carlo nel Barbiere di Siviglia nel 1989, proprio all'inizio della mia carriera, e da allora mi sono sentita legata a Monaco. La Salle Garnier è probabilmente una delle sale d'opera più belle al mondo, le sue dimensioni e la sua acustica sono perfette - un vero gioiello... Nel 2016 abbiamo creato i Musiciens du Prince con J.- L. Grinda. In brevissimo tempo, ques'orchestra ha realizzato più di 70 concerti, incisioni e rappresentazioni d'opera in tutta Europa. Il pubblico e la critica internazionale hanno riservato loro un'accoglienza unanime definendoli come uno « dei migliori ensemble di strumenti d'epoca ». Così hanno portato il nome di Monaco alle più grandi platee della musica classica...».

La diva ha concluso, non sennza entusiasmo, sulla prospettiva che ora l'attende: « Assumere la direzione dell’Opéra de Monte-Carlo costituisce una nuova tappa nella mia carriera, ma è anche la realizzazione di un sogno. Sarò la prima donna a occupare questa posizione e la prima artista lirica dopo Guy Grinda, il padre di Jean-Louis Grinda. Ciò illustra perfettamente il mio motto che è « nutrirsi di tradizione e portare innovazione! ». Come il primo giorno, io sono piena di idee ed è con una gioia immensa che metterò la mia creatività e la mia passione al servizio dell'Opéra de Monte-Carlo ! ». Cecilia Bartoli ora ha a disposizione tre anni per preparare serenamente la sua prima stagione.