L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Fra Martina Franca e Torre del lago

La programmazione di Rai5 prevede, fra il 2 e l'8 agosto, un omaggio a Mascagni, ma anche un viaggio ideale fra i festival di Martina Franca e Torre del lago, fra le rarità barocche e le opere più popolari di Puccini.

La programmazione può subire variazioni e aggiornamenti. Ultimo aggiornamento 1 agosto ore 22.00

 

DOMENICA 2 AGOSTO

Domenica all’opera

Omaggio a Pietro Mascagni

Cavalleria rusticana, dalle Terme romane di Baia (2007)

Rai5, ore 10:00

Nel 75° anniversario della scomparsa Rai Cultura rende omaggio al compositore Pietro Mascagni con una suggestiva edizione di “Cavalleria rusticana”, in scena nel sito archeologico delle Terme romane di Baia che diventano scenario del grande teatro d'Opera. Lo spettacolo, in onda domenica 2 agosto alle 10.00 su Rai5, viene proposto nell’allestimento del 2007 diretto da Maurizio Scaparro con la direzione musicale di Zhang Jiemin. Nel cast vocale Ildiko Komlosi, Sung Kyu Park, Marco Di Felice, Barbara Di Castri e Cinzia Di Mola. Regia tv di Annalisa Buttò.

L'amico Fritz, dalle Terme romane di Baia (2016)

Rai5, ore 11:20

Dal Teatro La Fenice, L'amico Fritz, commedia lirica in tre atti di Pietro Mascagni , direttore d'orchestra Fabrizio Maria Carminati, con Carmela Remigio, Alessandro Scotto di Luzio, Teresa Iervolino, Elia Fabbian, William Corrò, Alessio Zanetti, Anna Bordignon. Orchestra e Coro del Teatro La Fenice. Costumi Carlos Tieppo.

OPERA

G. Donizetti, L'elisir d'amore

Rai5, ore 17:55

Dallo straordinario scenario dell'Arena Sferisterio di Macerata la divertente e visionaria lettura di Damiano Michieletto di una delle opere più rappresentate del melodramma italiano. A dirigere la famosa opera di Donizetti Francesco Lanzillotta e tra gli interpreti Mariangela Sicilia, John Orborn e Alex Esposito. La recensione: Macerata, L'elisir d'amore, 21/07/2018

CONCERTO

CONCERTO FINALE DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI COMPOSIZIONE 2 AGOSTO - XXVI Edizione 2020

Dedicato alle vittime di tutte le stragi

Rai5, 21:15

Dalla Piazza Maggiore di Bologna Rai5 trasmette in diretta, domenica 2 agosto alle 21.15, il Concerto che conclude la XXVI Edizione del “Concorso Internazionale di Composizione 2 Agosto” con cui quest'anno si commemorano i 40 anni dalla strage alla Stazione di Bologna. Piazza Maggiore ospiterà la grande Orchestra del Teatro Comunale, diretta dal Maestro Asher Fisch, e in un abbraccio di pubblico, rigorosamente distanziato, risuonerà delle note della partitura vincitrice del Concorso e della suite per grande orchestra “I Pianeti” di Gustav Holst. Conduce Serena Scorzoni.

LUNEDÌ 3 AGOSTO

OPERA

N. Manfroce, Ecuba

Rai5, ore 10:00

Dal Palazzo Ducale a Martina Franca Ecuba, rara opera di Nicola Antonio Manfroce nell'allestimento firmato da Pier Luigi Pizzi. Protagonista Lidia Fridman, con lei Norman Reinhardt, Mert Süngü, Roberta Mantegna, Martina Gresia, Lorenzo Izzo. Sul podio, Sesto Quatrini. Regia tv di Barbara Napolitano. La recensione: Martina Franca, Ecuba, 30/07-04/08/2019

CONCERTO

Orchestra Rai - Tournée Sud Italia

Rai5, ore 17:10

Dal Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria, concerto dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Ryan McAdams, con la partecipazione del violoncellista Mario Brunello, nell'ambito della Tournée nel Sud Italia del 2016. In programma musiche di Beethoven e Saint-Saens. Regia Margherita Lamagna. - con ITA

MARTEDÌ 4 AGOSTO

OPERA

G. Paisiello, Nina o sia la pazza per amore

Rai5, ore 10:00

Dall'Atrio del Palazzo Ducale di Martina Franca Nina o sia la pazza per amore di Paisiello nello storico allestimento del 1978 firmato da Nucci Ladogana. Sul podio il M° Rino Marrone. Protagonisti sul palco Lella Cuberli Edoardo Gimenez Ferruccio Furlanetto Petra Malakova Giorgio Tadeo. Regia tv di Walter Mastrangelo.

DOCUMENTI 

Prima della Prima - Le braci

Rai5, ore 12:00

Prima della prima racconta dell'allestimento di un'opera contemporanea di Marco Tutino, tratta dal famoso romanzo di Sándor Márai, e prodotta per il quarantennale festival lirico della Valle d'Itria. Un'occasione quasi unica di partecipare al confronto di regista e direttore direttamente con il compositore. - con un programma di Roberto Giannarelli e Francesca Nesler/produttore esecutivo Alessia Viscardi/a cura di Claudia Tarantino/regia TV Roberto Giannarelli.

CONCERTO

Puccini senza parole

Rai5, ore 16:30

Dal Conservatorio di Torino, Puccini senza parole. Alessandro Lucchetti, Ensemble Novecento e Oltre, Giacomo Puccini. Direttore Antonio Ballista. - con Regia di: ANDREA BEVILACQUA 2008

MERCOLEDÌ 5 AGOSTO

DOCUMENTI

Speciale LVI Festival Puccini 2010

Rai5, ore 10:00

Un viaggio nella storia del Festival Puccini che il regista Daniele De Plano ha voluto compiere attraverso la musica, le interviste ai protagonisti e le immagini più suggestive dei luoghi che hanno visto nascere e crescere il grande compositore. 

DOCUMENTI

C'è musica e musica

Rai5, ore 16:30

Ouverture: prima delle dodici puntate della serie "C'è musica & musica" ideata e condotta dal compositore Luciano Berio, che attraverso l'incontro con musicisti ed autori ci porta alla scoperta dei diversi modi di interpretare e ascoltare la musica; diversa per definizione, per origine e per pubblico che ne fruisce. - ITA

DOCUMENTI

Prima della prima - La Bohème

Rai5, ore 17:20

La Bohème porta la firma di uno dei più grandi registi del cinema italiano: Ettore Scola, che celebra, con la 60^ edizione del Festival Puccini, i suoi 50 anni di gloriosa carriera. 

OPERA

RAI: IL "RINALDO" NAPOLETANO DI HAENDEL E LEO IN PRIMA SERATA

In prima tv con la direzione di Fabio Luisi e la regia di Giorgio Sangati

Rai5, ore 21:15

E' tornata in scena dopo trecento anni la versione napoletana del "Rinaldo" di Händel che Rai Cultura trasmette in prima TV su Rai5 mercoledì 5 agosto alle 21.15. 

Dopo l’accidentale ritrovamento del manoscritto nella biblioteca privata di un castello inglese nel 2012, la versione napoletana dell'opera assemblata da Leonardo Leo nel 1718 a partire dall'originale ma con innesti di pagine di altri compositori, è stata messa in scena per la prima volta in tempi moderni nell'estate del 2018 nell'Atrio del Palazzo Ducale di Martina Franca, per la 44esima edizione del Festival della Valle D'Itria. 

Sul podio il Direttore musicale del Festival Fabio Luisi, che dirige un prestigioso ensemble specializzato nel repertorio barocco come quello svizzero della Scintilla. Lo spettacolo è affidato alla regia di Giorgio Sangati, allievo di Luca Ronconi, che in questi anni si sta affermando sui palcoscenici di prosa e lirica per la cura e l’originalità delle proposte. «Ho immaginato che la conquista di Gerusalemme potesse rappresentare idealmente il raggiungimento del successo - dice il regista -. Spostando il punto di vista e giocando all'interno di una metafora tutta musicale, così da stuzzicare l'immaginario di uno spettatore di oggi, sono chiamati a sfidarsi, su questo ideale campo di battaglia, due fazioni di divi del recente passato, appartenenti al pop-rock (i cristiani) e al dark-metal (i turchi)». 

Nella parte en travesti di Rinaldo è impegnata il contralto Teresa Iervolino, in quella di Armida il soprano Carmela Remigio e ancora Loriana Castellano (Almirena), Francesca Ascioti (Argante), Francisco Fernández-Rueda (Goffredo), Dara Savinova (Eustazio), gli allievi dell’Accademia del Belcanto “Rodolfo Celletti” (Dielli Hoxha, Kim-Lillian Strebel, Ana Victória Pitts) e, per i ruoli buffi di Nesso e Lesbina, Simone Tangolo e Valentina Cardinali, attori provenienti dal Piccolo Teatro di Milano. Le scene sono di Alberto Nonnato, i costumi di Gianluca Sbicca e le luci di Paolo Pollo Rodighiero. 

Rinaldo di Georg Friedrich Händel debuttò al Queen’s Theater di Londra nel 1711, prima opera su libretto italiano composta appositamente per un teatro della capitale inglese: ebbe un enorme seguito, rimanendo in cartellone per ben sette stagioni di fila e registrando innumerevoli repliche. Il primo interprete della parte del protagonista Rinaldo fu il castrato napoletano Nicola Grimaldi (detto Nicolini), che ebbe grande successo a Londra e che fece ritorno a Napoli nel 1718. All’insaputa di Händel, il celebre castrato portò la partitura a Napoli, dove Leonardo Leo e altri musicisti partenopei vi intervennero, realizzandone un “pasticcio” che andò in scena al Teatro di San Bartolomeo con l’aggiunta di intermezzi e due personaggi buffi, Lesbina e Nesso, interpretati da una celebre coppia di cantanti-attori locali.

«Il Festival della Valle d’Itria – spiega il musicologo che ha ricostruito la partitura dell’opera, Giovanni Andrea Sechi – ha proposto non la partitura completa di quest’ultima versione, bensì un’edizione che riunisce tutte le fonti superstiti. Le lacune sono state colmate con altri brani coevi o con porzioni di musica da me ricostruite».

Le recensioni: Martina Franca, Rinaldo, 29/07-02-04/08/2018DVD, Handel/Leo, Rinaldo

GIOVEDÌ 6 AGOSTO

OPERA

G. Puccini, La Bohème

Rai5, ore 10:00

Dal Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago (2014), La Bohème di Giacomo Puccini, con Daniela Dessì, Alida Berti, Fabio Armiliato, Alessandro Luongo. Orchestra e Coro del Festival Puccini, Direttore Valerio Galli, Scene Luciano Ricceri, Costumi Cristina Da Rold, luci Valerio Alfieri. Regia Ettore Scola.

CONCERTO

Concerto lirico dedicato a Giacomo Puccini

Rai5, ore 16:35

Dal Teatro del Giglio di Lucca l'Orchestra Sinfonica di Milano della Rai diretta dal maestro Maurizio Arena esegue musiche di Giacomo Puccini. Interpreti il soprano Raina Kabaivanska, i tenori Carlo Bergonzi, Mario Guggia e il basso Franco Calabrese.

DOCUMENTI

PRIMA VISIONE

Di-stanze musicali (Doc produzione Rai Cultura 2020)

Rai5, ore 21.15  (repliche sabato 8 e domenica 9 agosto)

L’esperienza anomala del fare musica rispettando il distanziamento sociale, indossando dispositivi individuali di protezione e in un auditorium vuoto di pubblico. L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e il Maestro Daniele Gatti sono impegnati a trovare soluzioni per permettere l’esecuzione in condizioni di sicurezza senza alterarne l'alto profilo artistico. Regia tv Ariella Beddini.

OPERA

P. Mascagni, Cavalleria rusticana

Rai5 ore 21.45  (repliche sabato 8 e domenica 9 agosto)

Nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, la città dei Sassi è stata il palcoscenico naturale per una delle opere più celebri e amate: “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni, che Rai Cultura ripropone giovedì 6 agosto alle 21.45 su Rai5, in occasione del 75° anniversario della scomparsa del compositore (2 agosto 1945). Un progetto straordinario realizzato in collaborazione con il Teatro San Carlo di Napoli. Lo spettacolo è diretto da Juraj Valčuha, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti. Gli interpreti dell’opera sono Veronica Simeoni, Santuzza; Roberto Aronica, Turiddu; George Gagnidze, Alfio; Elena Zilio, Mamma Lucia; e Layla Martinucci, Lola. Con loro il coro del teatro San Carlo diretto da Gea Garatti Ansini.

Nell'ambito del progetto “Abitare l’opera-Matera 2019”, il Teatro San Carlo di Napoli ha proposto questo suggestivo allestimento “en plein air” che colloca l’orchestra in una piazza ai piedi del Sasso Caveoso, e sviluppa l'azione scenica in tre location limitrofe, scelte per favorire la fruibilità da parte del pubblico, che si dispone su terrazze, belvedere e camminamenti. Il progetto è realizzato in coproduzione con Rai Com, Rsi e Arte. La regia televisiva è curata da Francesca Nesler.

VENERDÌ 7 AGOSTO

OPERA

G. Puccini, Turandot

Rai5, ore 10:00

Dal Festival Puccini di Torre del Lago Turandot nell'allestimento firmato da Enrico Stinchelli, con le scene di Ezio Frigerio e i costumi di Franca Squarciapino. Protagonisti sul palco Rebeka Lokar, Vladimir Reutov, Ernesto Morillo, Rudy Park e Francesca Cappelletti. Sul podio il M° Jacopo Sipari di Pescasseroli.

 

DOCUMENTI

Prima della prima - La Bohème

Rai5, ore 12:00

La Bohème porta la firma di uno dei più grandi registi del cinema italiano: Ettore Scola, che celebra, con la 60^ edizione del Festival Puccini, i suoi 50 anni di gloriosa carriera. 

CONCERTO

Pappano e Bostridge in concerto

Rai5, ore 16:35

L'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta dal Maestro Antonio Pappano esegue il Quartetto in Mi minore del compositore Giuseppe Verdi e la Serenade op. 31 del compositore Benjamin Britten.

SABATO 8 AGOSTO

DOCUMENTI

PRIMA VISIONE

Di-stanze musicali (Doc produzione Rai Cultura 2020)

Rai5, ore 11:05

L'esperienza anomala del fare musica rispettando il distanziamento sociale, indossando dispositivi individuali di protezione in un auditorium vuoto di pubblico. OSN con il M° Gatti impegnati nel trovare soluzioni per permettere l'esecuzione in sicurezza senza alterarne l'alto profilo artistico. Regia tv A. Beddini

OPERA

P. Mascagni, Cavalleria rusticana

Rai5 ore 11:35

Dal cuore di Matera, capitale europea della cultura 2019, il Teatro San Carlo di Napoli presenta, in una grande diretta europea,Cavalleria rusticana di Mascagni per la direzione del Maestro Valcuha. Nel ruolo di Santuzza e Turiddu, due grandi voci del panorama lirico italiano, Veronica Simeoni e Roberto Aronica. 

Sabato classica

Ciclo BEETHOVEN 2020 – I concerti

Concerto Giulini-Weissenberg: Beethoven, Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 in sol maggiore op. 58

Concerto Orchestra Rai - Beethoven, Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 in mi bemolle maggiore op. 73 "Imperatore"

Per lo spazio “Sabato classica”, in onda sabato 8 agosto alle 8:05 e alle 19.30 su Rai5, Rai Cultura propone un omaggio a Beethoven con il concerto dell'Orchestra Sinfonica di Torino della Rai diretto da Carlo Maria Giulini, eseguito nel 1968 all'Auditorium di Torino. Pianista Alexis Weissenberg. In programma, il Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 in sol maggiore op. 58. Regia Sergio Ariotti.

A seguire, alle 8:40 e alle 20:00, il concerto dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da András Schiff, eseguito nel 2013 all'Auditorium "Giovanni Agnelli" di Torino. Pianista e direttore András Schiff. In programma il Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 in mi bemolle maggiore op. 73. Regia Paola Longobardo.

Spazio “Contemporanea”

Sillabario del Novecento: Igor Stravinskij

Oedipus Rex, opera-oratorio in due atti per soli, coro maschile e orchestra

Per lo spazio dedicato alla musica contemporanea, Rai Cultura prosegue il ciclo di appuntamenti dal titolo “Sillabario del Novecento”, in onda ogni sabato in seconda serata, dedicato a grandi compositori del XX secolo. Protagonista dell’appuntamento in onda sabato 8 agosto alle 23.15 su Rai5 è Igor Stravinskij, con il concerto dell'Orchestra Sinfonica e del Coro di Roma della Rai diretta da Claudio Abbado all'Auditorium del Foro Italico di Roma. In programma “Oedipus Rex”, opera-oratorio in due parti su testo di Jean Cocteau (da Sofocle) per soli, coro maschile e orchestra. Solisti: Tatiana Troyanos, mezzosoprano; Lajos Kozma e Ferdinando Jacopucci, tenori; Franz Crass, baritono; Luigi Roni, basso; Giancarlo Sbragia, voce recitante. Regia Walter Mastrangelo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.