L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Al via la quinta stagione del Mercato Sonato

Inaugurazione dal 30 settembre al 4 ottobre

Per l’occasione verrà presentato Mercato Sonato - Immaginari periferici, il progetto vincitore del bando “CREATIVE LIVING LAB – II edizione” promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT

Si riconfermano le rassegne Concerti animati e Classica da Mercato

Nuova la collaborazione con ZED Festival

Prende il via la quinta stagione del Mercato Sonato – l’ex mercato rionale di Bologna che l’Orchestra Senzaspine, in collaborazione con il Comune e il Quartiere San Donato - San Vitale, ha trasformato in un teatro urbano unico nel suo genere in Europa – che inaugura da mercoledì 30 settembre a domenica 4 ottobre, dopo la pausa causata dall’emergenza sanitaria, con la rassegna “Mercato Sonato – Immaginari periferici”, frutto dell’omonimo progetto vincitore del bando “CREATIVE LIVING LAB – II edizione” promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT.

 

Il progetto, che si inserisce nella cornice più ampia dell’iniziativa Mercato Sonato – primo spazio pubblico in Italia interamente autogestito dal 2016 da un’orchestra giovanile –, parte dall’esigenza di ricucire il legame della comunità con lo spazio fisico dell’ex Mercato, che perdendo la sua funzione, una volta dismesso ha creato un vuoto identitario per gli abitanti del territorio. Un progetto multiculturale e intergenerazionale che trae la propria forza dai destinatari, non solo i residenti stessi ma anche gli artisti e gli operatori coinvolti in una co-creazione che va al di là della semplice fruizione. In quest’ottica uno degli elementi fondamentali del progetto è il dialogo sia sotto forma di racconto artistico che come raccolta di storie e suggestioni, per fare del Mercato Sonato un luogo di identità e riconoscibilità per un intero Quartiere.

Dalla musica al teatro, dall’arte all’illustrazione, le cinque giornate vedranno impegnati artisti e tecnici al fine di restituire l’immagine originaria dello spazio del Mercato, esplorandolo e raccontandolo attraverso i diversi linguaggi artistici.

Sarà l’Orchestra Senzaspine a fare gli onori di casa, mercoledì 30 settembre alle 21, regalando alla cittadinanza un concerto interamente gratuito, un motivo anche per accogliere il pubblico dopo sette mesi di chiusura del Mercato Sonato. Diretta da Matteo Parmeggiani, l’Orchestra coinvolgerà gli spettatori con il conduct us, in cui i più temerari potranno mettersi in gioco e accettare la sfida di salire sul podio a dirigere la compagine orchestrale. Per assistere all’evento è necessaria la prenotazione sul sito www.mailticket.it.

Giovedì 1° ottobre alle 21.30 è la volta di Mitica. Narrazione elettrica, uno spettacolo inedito nato dal dialogo con gli abitanti del quartiere e interpretato dalle parole e dai gesti di Andrea Acciai, che, accompagnato dalle sonorità di Giuseppe Franchellucci (violoncello ed effetti), Stefania Megale (sax, synth e voce) e Francesco Paolino (chitarra ed elettronica), racconta il mito di una metropoli che mira a riformulare la propria identità e la comunità nella quale potersi riconoscere. Un mito che possa essere da sostegno anche a forme di resistenza alla contemporaneità e ai periodi di crisi che talvolta essa contempla.

Le musiche inedite del collettivo Istantanea Ensemble – a metà tra scrittura e improvvisazione – accompagneranno le illustrazioni di Stefano Ricci nella serata di venerdì 2 ottobre alle 21.30, dando voce e sguardo a un quartiere che vive tra contrasti e incastri di mondi, e guidando il pubblico in un percorso di indagine sonora e visiva del territorio che circonda il Mercato Sonato.

Dopo il successo di Opera MasNada dello scorso anno, sabato 3 e domenica 4 ottobre alle 18 e con replica alle 21.30MagdaClan Circo e Orchestra Senzaspine tornano a calcare insieme il palcoscenico del Mercato proponendo un concerto-spettacolo intitolato Sinfonia Circense, in cui la musica classica e l’immaginario del circo si intrecciano nella poetica popolare e contemporanea.

Tra le performance che animeranno e racconteranno lo spazio durante le cinque giornate d’inaugurazione, anche il progetto fotografico di Giulio Di Meo per Witness Journal, i cui scatti – in bianco e nero – raccontano la quotidianità sociale, integrativa e creativa del Mercato Sonato e delle altre strutture aggregative del quartiere. Volti e mestieri si alternano ad architetture e al linguaggio urbano della periferia bolognese, attorniati dall’installazione sonora e visiva di Tommaso Ussardi Daniele Poli.

Nuove prospettive e immagini anche nei lavori di street art a cura di Andrea Niccolai e Andrea Delliquatri e nelle esplorazioni urbane di Valentina Monari, Lara Norscia e Charlotte Van Bost del laboratorio artistico di CheckPoint Charly, raccolte nel progetto La coltivazione dello sguardo, nato durante una residenza artistica che ha scrutato gli spazi del Mercato e del quartiere San Donato nei mesi di gennaio e febbraio scorsi. Ispirate dalla vita, dai pensieri precursori e dalle idee provocatorie di Signora S. – una virtuosa dimenticata e vissuta a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento – le tre artiste ripercorreranno le vicende della donna bolognese, con una passeggiata esplorativa e con azioni performative, accompagnando i partecipanti tra le strade del quartiere e le sale del Mercato Sonato. La passeggiata, a cui potranno partecipare un massimo di 15 persone per tre turni di seguito si terrà il 30 settembre e il 2 ottobre a partire dalle 18 e il 4 ottobre dalle 11 (per prenotazioni: https://www.facebook.com/charly.check). 

Per garantire inoltre una maggiore fruibilità del Mercato e metterlo in totale sicurezza, cruciali sono gli elementi di arredo che Ar.co Wood ha realizzato riutilizzando e riciclando materiali in legno. Per una maggiore accessibilità dello spazio inoltre l’Architetto Fabio Fornasari e la curatrice Lucilla Boschi hanno realizzato mappe tattili per mettere in sicurezza gli spettatori e guidarli alla comprensione del luogo che li circonda, con un approccio multisensoriale e inclusivo.

Dopo le giornate inaugurali riprende la ricca programmazione del Mercato Sonato – curata anche quest’anno dall’Associazione Gentle Freak Bros – con un cartellone dove sempre è centrale il dialogo interculturale, l’impegno sociale, il rapporto sempre più saldo con il quartiere e i momenti di incontro e scambio tra arti e generi musicali differenti.

Tra i protagonisti dei prossimi eventi spiccano le Ebbanesis, il duo – composto da Viviana Cangiano e Serena Pisa – diventato un fenomeno del web mettendo in scena intriganti rivisitazioni di classici della canzone napoletana e celebri pezzi rock cantati in dialetto, registrando milioni di visualizzazioni (venerdì 16 ottobre, ore 22).

Non solo musica, ma anche parole con Noi siamo il suolo, noi siamo la Terra di Roberto Mercandini, un monologo in apparenza visionario, ma basato su dati rigorosamente scientifici per riflettere sul legame strettissimo fra ecologia ed economia (lunedì 19 ottobre, ore 21.30). Il comico e cantante Ruggero dei Timidi propone invece un spettacolo completamente acustico dove alterna, alle sue famosissime canzoni, monologhi, aneddoti e momenti di improvvisazione col pubblico, accompagnato dalla fedelissima Fabiana Incoronata Bisceglia (venerdì 23 ottobre, ore 20.30 e in replica ore 23).

Brillante, eclettico e visionario, il cantautore Lucio Leoni invece spazia dal teatro al rap, dal folk alla canzone d’autore, approdando a uno stile personale e riconoscibile che sintetizza poesia e sperimentazioni sonore con il suo ultimo lavoro discografico Dove sei (venerdì 30 ottobre, ore 22).

Al centro della serata “Electropical” (sabato 31 ottobre, ore alle 22) c’è invece Cacao Mental, il progetto – nato nel 2014 dall’incontro tra il cantante peruviano Kit Ramos, il produttore e polistrumentista Stefano Iascone e il chitarrista milanese Marco Pampaluna – che fonde cumbia, musica elettronica e psichedelica e in cui la tradizione musicale latinoamericana si unisce a una sonorizzazione cinematica e ballabile.

Il Mercato Sonato diventa inoltre luogo di danza, grazie alla collaborazione con ZED Festival, il festival Internazionale VideoDanza, diretto da Mario Coccetti e organizzato dalla Compagnia della Quarta, di cui quest’anno ricorre la seconda edizione. Venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 ottobre lo spazio si animerà con performance di ospiti di rilievo e all’avanguardia come i francesi Yoann Bourgeois e Michel Reilhac.

Si riconferma anche quest’anno la rassegna CLASSICAdaMercato, in cui ogni mercoledì lezioni concerto, prove aperte e musica da camera e sinfonica animeranno lo spazio del Mercato con un’ampia offerta musicale, che nel mese di ottobre vede, tra gli altri, due appuntamenti con l’Orchestra Senzaspine: un concerto omaggio al grande compositore Ennio Morricone – recentemente scomparso – con l’esecuzione di alcune delle sua colonne sonore più celebri, dirette da Aurelio Zarrelli (14 ottobre), e una lezione concerto dedicata a Ludwig van Beethoven, in occasione dei 250 anni dalla nascita del compositore tedesco, con Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani sul podio (28 ottobre).

Riprende inoltre il ciclo dei Concerti animati aperti alle famiglie, quattro spettacoli – un sabato al mese alle 16 e con replica doppia la domenica alle 11 e alle 17 (dal 17 ottobre al 24 gennaio) – in cui i linguaggi dell’illustrazione animata, della musica colta e dell’interpretazione attoriale si incontrano in un’innovativa proposta didattica e multidisciplinare di teatro musicale, a cura dell’Orchestra Senzaspine, con la partecipazione di quattro grafici professionisti e con la regia e la voce narrante di Andrea Acciai (informazioni e prenotazioni: ).

Cuore pulsante del Mercato Sonato è la Scuola di Musica Senzaspine, che conta ad oggi 140 iscritti. Convenzionata con il Conservatorio G. B. Martini di Bologna e in collaborazione con l’Associazione MusicaPer, la scuola affianca all’alta formazione artistica un grande impegno per permettere l’accessibilità dello studio della musica a tutti. È infatti l’unica sul territorio ad offrire una varietà di costi che dipendono dal reddito familiare e a prevedere borse di studio e scontistiche per l’iscrizione (informazioni e iscrizioni: ). Parallelamente continua l’attività dell’Orchestra Senzaspine Junior, formata da più di 100 elementi, che ripartiranno divisi in 4 orchestre in piena sicurezza.

Accanto alle lezioni di strumento e di propedeutica musicale proseguono inoltre i percorsi di ascoltoalfabetizzazione musicale e i corsi di armonia e composizione condotti da Tommaso Ussardi e da Matteo Parmeggiani (informazioni e iscrizioni: ). 

Per gli adulti tornano gli appuntamenti con il Coro degli stonati e tra le novità di quest’anno si aggiunge il laboratorio musicale “Sing Your Body”, curato dalla musicista e cantante Sara Tinti, che unisce il canto alla ritmica corporea.

«L’attività frenetica di Senzaspine non si è mai fermata, e soprattutto la scuola di musica che nonostante gli ultimi mesi di chiusura forzata, grazie alla tecnologia ci ha permesso di continuare tutti i corsi – spiega Matteo Parmeggiani, direttore d’orchestra e Vicepresidente dell’Associazione Senzaspine –. Lo spazio del Mercato Sonato è stato adeguato alle attuali normative, con plexiglas e nuove aule per permettere a tutti di riprendere le attività. Anche i corsi di gruppo, come la stessa Orchestra Junior Senzaspine, saranno di nuovo attivi, rispettando le dovute distanze di sicurezza per cominciare nel pieno dell’energia».

«Ripartire con una stagione piena di incognite e difficoltà, dove l’incertezza è all’ordine del giorno è sicuramente complicato – dice Tommaso Ussardi, direttore d’orchestra e Presidente dell’Associazione Senzaspine –, ma la cultura non può fermarsi, bisogna reagire e riaprire gli spazi, per riconquistare – nel rispetto delle regole – quello che più la rende viva e necessaria: la socialità, quella vera, quella che non si nasconde dietro uno schermo, quella fatta di luoghi condivisi e creatività».

Mercato Sonato è un progetto dell’Associazione Senzaspine, che gode del contributo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna, di Bologna Città della Musica Unesco, della Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna e della Fondazione Carisbo, ed è realizzato grazie alla partnership con Arci Bologna, Gentle Freak Bros, NoteFotografiche, Street Style Studio, Sguardi oltre il Tango, Associazione ZooPalco, Associazione QB Quanto Basta, Witness Journal, Unione Reno Galliera e Culturit Bologna.

I biglietti degli spettacoli sono in vendita online sul sito www.mercatosonato.com a partire dal 24 settembre alle ore 15. L’ingresso al Mercato Sonato è accessibile esclusivamente presentando la tessera Arci 2020/2021. Per informazioni e dettagli scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Tutte le attività verranno svolte nel rispetto delle normative vigenti per garantire la sicurezza e la salute del pubblico, degli artisti e dei lavoratori.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.