L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Luisi, Rana e Bakanova per Beethoven e Mahler

in diretta da Torino su Rai5 e Radio3

ore 20:15 (sabato 24 ottobre ore 11:54 e domanica 25 ottobre alle 19:16)

La nuova stella italiana del pianismo Beatrice Rana. Uno dei giovani soprani più richiesti di oggi: Ekaterina Bakanova. Una delle bacchetta italiane più apprezzate internazionalmente: Fabio Luisi. Sono i tre protagonisti del concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai in programma giovedì 22 ottobre alle 20.30 all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, trasmesso da Rai Cultura in diretta su Rai5 a partire dalle 20.15. Il concerto è anche proposto in diretta su Radio3 che lo renderà disponibile sul suo sito per una settimana dopo la prima emissione.

La serata si apre con un omaggio a Beethoven nel 250esimo anniversario della nascita: Beatrice Rana interpreta il Concerto n. 3 per pianoforte e orchestra in do minore op. 37 con il quale il compositore, con l’ingresso nel XIX secolo – la pagina fu composta tra il 1800 e il 1803 – sembra voler superare i limiti timbrici e sonori dello strumento, portandolo verso un’imponenza e una ricchezza espressiva tutte nuove. Beatrice Rana ha già interpretato il Terzo concerto con Fabio Luisi al Teatro dell’Opera di Zurigo, dove il maestro è Direttore Musicale, nell’ambito di una residenza che la vedrà interprete di tutti e cinque i concerti pianistici beethoveniani. «Sento particolarmente affine la scrittura di questo capolavoro – dice la pianista ventisettenne – forse perché Beethoven aveva all’incirca la mia età quando lo ha scritto. È un autentico punto di svolta nella sua produzione: fonde insieme quella carica drammatica tipicamente giovanile con soluzioni compositive innovative che si ritroveranno anche nella produzione tarda».

Il concerto prosegue con la Sinfonia n. 4 in sol maggiore di Gustav Mahler, autentico banco di prova per l’orchestra e per il direttore, chiamato a misurarsi con le diverse sfumature dell’animo del compositore boemo, compresa una certa dose di humor, quella del Lied conclusivo Das himmlische Leben (La vita celestiale), tratto dalla raccolta popolare Il corno magico del fanciullo eaffidato alla voce di Ekaterina Bakanova. Il soprano russo è cresciuta negli Urali, ha studiato a Mosca, e sta sviluppando una carriera che la vede protagonista sui più prestigiosi palcoscenici europei, come la Royal Opera House di Londra o il Teatro Real di Madrid, dove ha recentemente ottenuto un grande successo nella Traviata.

Fabio Luisi torna sul podio dell’Orchestra Rai per questo quarto appuntamento dei “Concerti d'autunno” dopo il successo dell’ultimo dei “Concerti per la ripresa” dello scorso luglio. Attualmente ricopre incarichi prestigiosi presso l’Opera di Zurigo, l’Orchestra della Radio Danese, ed è Direttore Musicale designato della Dallas Symphony Orchestra. Negli ultimi anni Luisi è stato protagonista di diversi concerti di successo con l’Orchestra Rai, a Torino ma anche nell’Aula del Senato della Repubblica, insieme a Ekaterina Bakanova in occasione del concerto di Natale del 2018. È stato Direttore Principale dei Wiener Symphoniker – ha ricevuto dall’orchestra la medaglia e l’anello d’oro intitolati a Bruckner –, Direttore Musicale Generale della Staatskapelle e della Sächsische Staatsoper di Dresda, Direttore Principale del Metropolitan di New York e del Maggio Fiorentino.

Secondo le direttive del Decreto della Presidenza della Giunta Regionale della Regione Piemonte n. 85 del 10 agosto 2020, potranno assistere ai “Concerti d’autunno” presso l’Auditorium Rai di Torino un numero massimo di 200 persone a serata. I concerti si svolgeranno senza intervallo.

DOCUMENTI

Prima della prima

Violanta da Torino, 21:45 

È dedicata all’opera di Erich Wolfgang Korngold “Violanta” la puntata di “Prima della prima” in onda giovedì 22 ottobre alle 21.45 su Rai5 (canale 23). Proposto in prima esecuzione italiana nel gennaio 2020 al Teatro Regio di Torino, l’atto unico è stato diretto da Pinchas Steinberg, con regia, scene e costumi di Pierluigi Pizzi. “Violanta” è la seconda opera di Korngold: il compositore la scrisse nel 1914, all’età di 17 anni. L’ambientazione in un’immaginaria e decadente Venezia del XV secolo riprende la fascinazione dell’epoca per l’età rinascimentale e per le tematiche di passione e di morte che segnarono la cifra stilistica di tanti capolavori del primo Novecento, da Eine florentinische Tragödie di Zemlinsky, maestro di Korngold, al Tabarro pucciniano. Una preziosa pagina musicale che il Teatro Regio di Torino ha contribuito a riscoprire, mettendola in scena per la prima volta nel nostro Paese con Annemarie Kremer nel ruolo del titolo, Michael Kupfer-Radecky in quello di Simone Trovai, Norman Reinhardt come Alfonso, Peter Sonn come Giovanni Bracca.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brescia.
Registrazione n. 1/2015 del 26/01/2015
© 2015 L'ape musicale. Tutti i diritti riservati

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy

RECENSIONI  INTERVISTE NEWS 

TV RADIO e STREMING

VIDEO  TERZA PAGINA CORSI e CONCORSI 

CONTATTI

 

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.