L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

MIA – Musica Insieme in Ateneo 2020


XXIII edizione
 
29 gennaio / 25 marzo 2020
DAMSLab / Auditorium (Piazzetta P.P. Pasolini 5, Bologna)

programma e info

Invitare alla musica, farla conoscere ai giovani e ai giovanissimi, ma anche offrire loro una vetrina importante per esibirsi e farsi conoscere. Questa la visione che sottende alle tante rassegne dedicate che negli anni si sono realizzate accanto alla stagione dei Concerti di Musica Insieme, come Musica per le Scuole, che porta al Teatro Manzoni da 16 anni gli studenti degli istituti medi superiori, o Che musica, ragazzi!, varata nel 2017 e rivolta ai giovanissimi alunni delle primarie e medie. Musica Insieme accompagna quindi alla scoperta della musica letteralmente dalle elementari all’università, e proprio MIA – Musica Insieme in Ateneo rappresenta il tassello finale di questo percorso educativo. Il tassello finale, ma anche il più antico: MIA nasce infatti nel 1997 da un pionieristico accordo con l’Università di Bologna, fra i primi mai stipulati in Italia fra un’associazione privata e un’istituzione pubblica, allo scopo di avvicinare gli studenti all’arte dei suoni con l’aiuto di interpreti riconosciuti e introduzioni mirate, negli spazi della loro quotidianità. Oggi, uno spazio riconosciuto e animato dagli studenti universitari è l’Auditorium del DAMSLab, centro nevralgico delle arti performative in città.

E mai come in questa nuova edizione, MIA – Musica Insieme in Ateneo si fa promotrice dei più brillanti talenti delle ultime generazioni: tre concerti sono dedicati infatti a Rising Stars come Giovanni Andrea ZanonLeonora ArmelliniGiulia Loperfido (interpreti italiani tutti Under 25), e ancora Emanuil Ivanov e Anton Spronk, trionfatori questi ultimi ai Concorsi “Busoni” e “Mazzacurati” 2019, e che si esibiranno per la prima volta a Bologna. Nuovi sono quindi anche gli interpreti coinvolti, che vanno ad arricchire la schiera dei maestri succedutisi in questi anni sul palco di MIA, da Ton Koopman a Uri Caine, da Salvatore Accardo a Bruno Canino (consapevoli che per ogni talento, oggi più che mai, è importante trovare un esempio da seguire), mentre costituisce ormai una piacevole tradizione il concerto della compagine del Collegium Musicum Almae Matris dell’Università di Bologna. Nuove sono anche le collaborazioni, come quella con il Teatro del Baraccano, con cui è condiviso l’impegno per l’educazione musicale (il concerto dell’11 marzo sarà preceduto da una matinée per le scuole), e che da Bologna “circuiterà” anche a Roma, Praga e Brno. Sul versante della formazione, del resto, la consolidata collaborazione con il Dipartimento di Musica e Spettacolo porta non solo a presentare un concerto insieme al Centro La Soffitta, ma anche a coinvolgere come relatori nelle introduzioni alle serate gli stessi studenti della Laurea magistrale in Discipline della Musica.
 
La partecipazione a tutti i concerti di MIA è gratuita per studenti e personale docente e tecnico-amministrativo dell’Università di Bologna, mentre per tutto il pubblico il biglietto ha un costo di 7 euro. I biglietti saranno disponibili la sera del concerto dalle 19,30 nel foyer dell’Auditorium DAMSLabNon è prevista prenotazione.
 
MIA si realizza con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Bologna, e con il sostegno di Confcommercio Ascom BolognaFondazione Cassa di Risparmio in BolognaFondazione del Monte di Bologna e Ravenna SOS Graphics.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.