L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

L'opera di Stradella all'Oratorio del Gonfalone

AL GONFALONE “AMARE E FINGERE”, UN’OPERA DI ALESSANDRO STRADELLA.

Giovedì 23 gennaio 2020 alle ore 20.30 riprendono i concerti della stagione concertistica dell’Oratorio del Gonfalone con un appuntamento dedicato ad Alessandro Stradella e alla sua opera “Amare e fingere”, recentemente attribuita al compositore grazie alle ricerche del musicologo Arnaldo Morelli (Università di L’Aquila).

L’opera è stata composta da Stradella dopo aver compiuto trent’anni e di attribuzione incerta è il libretto, probabilmente dell’aretino Giovanni Filippo Apolloni.

È conservata in un manoscritto della Biblioteca Vaticana che ne riporta fedelmente la prima rappresentazione, avvenuta a Siena nel 1676 in onore dei Chigi.

Il dramma si svolge seguendo le intricate vicende amorose dei personaggi, che camuffano la loro reale identità mediante doppiezze e sentimenti mascherati. Iconici sono i luoghi in cui si svolge la vicenda, le esotiche “campagne d’Arabia”, dove la regina Celia vive sotto mentite spoglie, cacciando, accompagnata da Clori e dal tutore Silvano. È qui che la monarca s’innamora di Fileno, un altro personaggio che dissimula la propria identità: si tratta infatti del principe Artabano, giunto in incognito dalla Persia per salvare la sorella rapita da alcuni predoni. A causa delle convenzioni sociali, né la regina né il principe possono sposare la persona che amano. La vicenda si intreccia provocando un aumento esponenziale di tensione, che si stempera solo quando tutti i personaggi rivelano la propria identità e l’ordine sociale si ristabilisce.

L’opera sarà rappresentata dallo Stradella Y-Project, formazione nata nel 2011 con lo scopo di avvicinare giovani cantanti e strumentisti alla musica di Stradella. La direzione è di Andrea De Carlo, la regia di Pawel Paszta, l’idea scenica e i costumi di Fabiano Pietrosanti.

Interpreti e personaggi

Beatriz Arenas Lago - Celia

Roberto Mattioni - Rosalbo

Sofie Garcia - Clori

Yuri Miscante Guerra - Fileno

Antonia Fino - Silvano

Magdalena Pikuła - Erinda

ensemble

Gabriele Pro - Violino I

Domenico Scicchitano - Violino II

Francesco Olivero - Tiorba e chitarra barocca

Elias Conrad - Tiorba

Irene Maria Caraba - Viola da gamba

Serena Seghettini - Viola da gamba

Amleto Matteucci - Contrabbasso

Diego Ruenes Rubiales - Organo

Lucia Adelaide Di Nicola - Clavicembalo

Il concerto successivo sarà dedicato all’integrale delle Suites per violoncello di J.S.Bach, eseguite da Miriam Prendi in due giornate, mercoledì 29 gennaio e giovedì 30 gennaio 2020, ore 20.30. Nelle stesse giornate la violoncellista terrà una masterclass.

Biglietti al botteghino: (un'ora prima del concerto)

Settore I° € 25

Settore II° € 20

Ridotti under 24 e convenzioni €15

Online Classictic

https://www2.classictic.com/it/sitesearch/?search=Stradella+gonfalone

Settore I° € 28

Settore II° € 23

Info: https://www.oratoriogonfalone.eu

Contatti

Tel. 066875952

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.