L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Fra Rossini, Mozart, Wagner e Donizetti

 

STABAT MATER, LE NOZZE DI FIGARO, L’ANGE DE NISIDA E MOLTA ALTRA GRANDE MUSICA DALL’1 AL 6 GIUGNO SU RAI5

Prosegue anche nella settimana dall’1 al 6 giugno la straordinaria offerta musicale che Rai Cultura propone sul suo canale Rai5 il pomeriggio e in prima serata. Le Nozze di Figaro di Graham Vick; una puntata speciale di “Prima della prima” con L’Ange de Nisida del Festival Donizetti Opera; un documentario dedicato a Leonard Bernstein; oltre a grandi concerti con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, quella dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e la Filarmonica della Scala.

Leggi anche -> Rai5, viaggio nei teatri d'opera italiani

LUNEDÌ 1° giugno

RAI: UN NUOVO VIAGGIO MUSICALE TRA I TEATRI E FESTIVAL ITALIANI

Al via dal 1° giugno su Rai5 (canale 23) con l’Opera di Roma

I grandi teatri e i festival italiani riaprono, tutti, su Rai5. Da giugno a dicembre 2020 Rai Cultura propone un lungo viaggio musicale che tocca l’Opera di Roma, il San Carlo di Napoli, il Maggio Musicale Fiorentino, l’Arena di Verona, il Macerata Opera Festival, il Regio di Torino e molti altri. Tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle 10 del mattino, e il mercoledì anche in prima serata alle 21.15, una scelta di spettacoli in molti casi storici, recuperati con un approfondito lavoro di ricerca negli archivi della Rai e dei teatri stessi, in altri casi messi in scena recentemente e proposti per la prima volta in TV. Il progetto è realizzato in collaborazione con l’Anfols - Associazione Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche.

Il ciclo si apre con il Teatro dell’Opera di Roma, che sarà protagonista dal 1° al 12 giugno. Lunedì 1° giugno alle 10.00 va in onda La Cenerentola di Rossini, messa in scena nel 2016 con la regia di Emma Dante e la direzione musicale di Alejo Pérez. Protagonisti Serena Malfi, Juan Francisco Gatell, Vito Priante, Alessandro Corbelli, Damiana Mizzi, Annunziata Vestri e Ugo Guagliardo.

LA NONA DI BEETHOVEN DIRETTA DA CONLON CON L’ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE

Lunedì 1° giugno alle 18 su Rai5 (canale 23)

È interamente dedicato a Beethoven, del quale ricorre quest’anno il 250esimo anniversario della nascita, il concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai che Rai Cultura trasmette su Rai5 lunedì 1° giugno alle 18. Il Direttore principale dell’Orchestra Rai James Conlon dirige la Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 per soli, coro e orchestra, facendola precedere da un’altra celebre pagina beethoveniana: la Leonore n. 3, Ouverture in do maggiore op. 72b, terza delle quattro pagine introduttive che Beethoven scrisse per la sua unica opera, Fidelio.Nell’esecuzione del capolavoro sinfonico-corale, il cui inno An die Freude (Alla gioia) su testo di Friedrich Schiller è diventato il simbolo dell’Unione Europea, sono impegnati anche il soprano Aga Mikolaj, il mezzosoprano Elena Manistina, il tenore Brandon Jovanovich, il basso-baritono Paul Gay e il Coro della Radio Svedese diretto da Peter Dijkstra.

Il concerto è stato registrato nel dicembre 2016, di ritorno da una tournée in Oman, dove l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai eseguì per la prima volta nella storia della Royal Opera House di Muscat uno dei più sommi capolavori della musica occidentale: l’ultima sinfonia di Beethoven.

MARTEDÌ 2 giugno

Il barbiere di Siviglia (2016)

Martedì 2 giugno, sempre alle 10, è la volta del Barbiere di Siviglia di Rossini andato in scena nel febbraio 2016, con la regia di Davide Livermore e la direzione di Donato Renzetti. Protagonisti Chiara Amarù nella parte di Rosina, Edgardo Rocha in quella del Conte d’Almaviva, Florian Sempey come Figaro e Ildebrando D’Arcangelo come Basilio.

 

CONCERTO PROPOSTO PER LA FESTA DELLA REPUBBLICA

RAI: L’ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE E FABIO LUISI IN SENATO

Martedì 2 giugno alle 18 su Rai5 (canale 23)

La bacchetta di Fabio Luisi, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e la voce di Ekaterina Bakanova: sono i protagonisti del concerto nell’Aula del Senato della Repubblica, alla presenza delle più alte autorità dello Stato, registrato in occasione del Natale 2018 e proposto da Rai Cultura su Rai5 martedì 2 giugno alle 18, in occasione della Festa della Repubblica.

Protagonista alla guida dell’Orchestra Rai Fabio Luisi, Direttore musicale del Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, dell’Opera di Zurigo, della Dallas Symphony Orchestra, nonché Direttore principale dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Danese. Vincitore di un “Grammy Award” e dell’“ECHO Klassik”, ha ricoperto importanti incarichi con istituzioni come la Metropolitan Opera di New York, l’Orchestra Sinfonica di Vienna, il Maggio Musicale Fiorentino, la Staatskapelle di Dresda e l’Orchestra della Mitteldeutscher Rundfunk di Lipsia.

Al centro del programma una scelta di brani sinfonici del repertorio operistico italiano, abbinati a pagine per soprano e orchestra di grande bellezza, interpretate dalla giovane russa Ekaterina Bakanova. Si susseguono quindi le sinfonie da Il Signor Bruschino, Cenerentola e Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini; il mottetto Exsultate, jubilate KV 165 di Wolfgang Amadeus Mozart; l’Ave Maria dal quarto atto di Otello di Giuseppe Verdi; l’Intermezzo della Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni.

 

MERCOLEDÌ 3 giugno

 

Don Chisciotte (2018)

Mercoledì 3 giugno l’appuntamento con l'Opera di Roma è doppio e comprenderà anche la prima serata. Si parte la mattina alle 10 con uno spettacolo di danza: Don Chisciotte su musica di Aloisius Ludwig Minkus, con la coreografia di Laurent Hilaire e del grande Mikhail Baryshnikov.

Tra gli interpreti principali Isaac Hernández e Iana Salenko. La direzione musicale è affidata al Maestro David Garforth. La regia tv è di Alessandra De Sanctis.

 

RITRATTO DI LEONARD BERNSTEIN

Mercoledì 3 giugno alle 18.15 su Rai5 (canale 23)

È un raro ritratto di Leonard Bernstein, uno dei più grandi musicisti del XX secolo, quello che Rai Cultura trasmette su Rai5 mercoledì 3 giugno alle ore 18.15. Si intitola “Leonard Berstein reflection” ed è un viaggio attraverso il racconto della sua infanzia, dei primi anni a Boston, della sua formazione ad Harvard e al Curtis Institute. Particolare attenzione è riservata al’influenza di grandi maestri come Reiner, Mitropoulos e Koussevitzky. Prodotto nel 1978 da Peter Rosen, che ne ha curato anche la regia, il documentario si è aggiudicato numerosi premi tra i quali quelli del Miami International Film Festival e del Chicago International Film Festival, oltre al Gramophone Award nel 2010.

 

L’ELEFANTE DI VICK PER LE NOZZE DI FIGARO DI MOZART

IN PRIMA SERATA

Mercoledì 3 giugno alle 21.15 su Rai5 (canale 23)

Fa riferimento al detto inglese “an elephant in the room”, un elefante nella stanza, con il quale ci si riferisce all’avere un problema, il grosso elefante che occupa la scena delle Nozze di Figaro messe in scena da Graham Vick all’Opera di Roma nell’ottobre 2018, che Rai Cultura trasmette su Rai5 mercoledì 3 giugno alle 21.15. E oltre all’elefante ci sono anche diversi scheletri, ben nascosti negli armadi, a simboleggiare tutto ciò che i protagonisti sanno ma non vogliono vedere.

Sul podio è impegnato Stefano Montanari, che suona anche il fortepiano nei recitativi. Il Conte di Almaviva è Andrey Zhilikhovsky, la Contessa Federica Lombardi, Elena Sancho Pereg interpreta Susanna, Vito Priante Figaro, mentre Cherubino ha la voce di Miriam Albano. Completano il cast Daniela Cappiello come Barbarina, Patrizia Biccirè come Marcellina, Emanuele Cordaro nei panni Don Bartolo, Andrea Giovannini in quelli di Don Basilio, Graziano Dallavalle come Antonio e Murat Can Güvem come Don Curzio.

Le scene e i costumi sono di Samal Blak, i movimenti coreografici di Ron Howell e le luci di Giuseppe Di Iorio. Maestro del Coro Roberto Gabbiani. La regia televisiva è curata da Barbara Napolitano.

 

GIOVEDÌ 4 giugno

 

Tristan und Isolde (2016)

Giovedì 4 giugno alle 10 è riproposto il capolavoro di Wagner Tristan und Isolde (Tristano e Isotta) che inaugurò la stagione del Teatro Costanzi nel novembre 2016, con la direzione di Daniele Gatti e la regia di Pierre Audi. I ruoli dei protagonisti del dramma wagneriano sono affidati ad Andreas Schager (Tristan), Rachel Nicholls (Isolde), John Relyea (Re Marke), Brett Polegato (Kurwenal), Michelle Breedt (Brangäne) e Andrew Rees (Melot).

 

PRIMA VISIONE

Il volo del calabrone

Con Damiano Michieletto

Ore 19.00

RAI: GAVAZZENI DIRIGE LO STABAT MATER DI PERGOLESI

La storica registrazione con l’Orchestra della Rai di Roma

giovedì 4 giugno alle 16.45 su Rai5 (canale 23)

È una storica registrazione del 1977 quella dello Stabat Mater di Pergolesi diretto da Gianandrea Gavazzeni che Rai Cultura trasmette giovedì 4 giugno alle 16.45 su Rai5. La meravigliosa pagina sacra, su una preghiera tradizionalmente attribuita a Jacopone da Todi, è una meditazione sulla sofferenza di Maria, durante la crocifissione di Cristo. Pergolesi la compose nel 1734 su commissione della laica confraternita napoletana dei Cavalieri della Vergine dei Dolori di San Luigi al Palazzo, in occasione della Settimana Santa. A eseguirla sono chiamate l’Orchestra Sinfonica di Roma della Rai, con il soprano Jasuko Hayashi e il mezzosoprano Ruza Baldani.

 

UNA PRIMA MONDIALE DI DONIZETTI E IL CONCERTO PER MILANO

Giovedì 4 giugno su Rai5 (canale 23) a partire dalle 21.15 (replica sabato 6 giugno dalle 10:42 e domenica 7 giugno dalle 18:50)

È dedicata alla prima esecuzione mondiale in forma scenica de L’Ange de Nisida di Donizetti la puntata speciale di “Prima della prima” che Rai Cultura trasmette su Rai5 giovedì 4 giugno alle 21.15. L’opera, che il compositore accantonò per dedicarsi alla Favorite, è andata in scena al Festival Donizetti Opera di Bergamo nell’autunno 2019, grazie alla ricostruzione della partitura realizzata dalla musicologa Candida Mantica. A Bergamo è stata diretta da Jean-Luc Tingaud, con la regia di Francesco Micheli. Protagonisti Florian Sempey, Roberto Lorenzi, Konu Kim, Lidia Fridman e Federico Benetti. Lo spettacolo si è aggiudicato il Premio speciale al XXXIX Premio della Critica Musicale “Franco Abbiati” 2020.

Dopo “Prima della prima”, la serata musicale di Rai5 prosegue spostandosi nel cuore di Milano, Piazza Duomo, con la Filarmonica della Scala, il suo direttore Riccardo Chailly e il pianista russo Denis Matsuev. Il programma musicale del tradizionale appuntamento estivo, registrato nel 2018, propone il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in si bemolle minore op. 23 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, brano fra i più celebri ed eseguiti del repertorio pianistico romantico. Sul podio il Direttore principale della Filarmonica della Scala Riccardo Chailly, che nella seconda parte del programma propone un omaggio a un grande autore russo come Modest Musorgskij con i suoi Quadri di un’esposizione orchestrati da Maurice Ravel.

 

La notte bianca di Prima della Prima

Una lunga maratona notturna dedicata allo storico programma Rai che racconta il dietro le quinte di grandi allestimenti d’opera

Dietro le quinte di grandi opere in una maratona notturna, in programma giovedì 4 giugno su Rai5 a partire dalle 23.15 fino al mattino, interamente dedicata a “Prima della prima”, lo storico programma Rai che da sempre viaggia “al di là del sipario”, alla scoperta dei segreti dietro la messa in scena di un’opera, per svelare il "dietro le quinte" di grandi allestimenti. Un "making of" narrato allo spettatore da artisti e tecnici impegnati nei più rinomati teatri italiani, con l'obiettivo di rendere visibile un lavoro che resta abitualmente nell'ombra, ma anche per documentare il fermento creativo che caratterizza il nostro territorio.

Fra le opere raccontate Falstaff, Faust, La gazza ladra, Boris Godunov, Don Giovanni, Manon Lescaut, Simon Boccanegra, Luisa Miller, Il flauto magico e tanti altri allestimenti dai principali teatri italiani.

VENERDÌ 5 giugno

 

The Bassarids

La programmazione mattutina della settimana dall'Opera di Roma si chiude venerdì 5 giugno alle 10 con The Bassarids (Le Bassaridi), la magistrale riscrittura musicale delle Baccanti di Euripide realizzata da Hans Werner Henze. Lo spettacolo, che si è aggiudicato il Premio Abbiati della Critica musicale italiana nel 2015, è firmato da Mario Martone con la direzione musicale di Stefan Soltesz. Considerata il capolavoro del compositore tedesco Hans Werner Henze (1926-2012), l’opera venne scritta nel 1965 su testo di uno dei maggiori poeti del secolo scorso, Wystan Hugh Auden, e del compagno Chester Kallman.

Nella settimana successiva troverà anche spazio, mercoledì 10 giugno alle 21.15, l’ultima produzione andata in scena al Teatro dell’Opera di Roma nel 2020, prima del lockdown causato dal Corona Virus: l’Evgenij Onegin di Čajkovskij con la regia di Robert Carsen e la direzione di James Conlon, proposta per la prima volta in tv.

 

RAI: MARTHA ARGERICH E ANTONIO PAPPANO A SANTA CECILIA Venerdì 5 giugno alle 17 su Rai5 (canale 23)

È la leggenda del pianoforte Martha Argerich la protagonista del concerto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta dal maestro Antonio Pappano che Rai Cultura propone venerdì 5 giugno alle 17 su Rai5. Interprete eccezionale per temperamento e personalità, con più di sessant’anni di carriera alle spalle, la grande pianista argentina è legata dal 1979 all’istituzione romana, con cui ha realizzato concerti, tournée internazionali e importanti produzioni discografiche. Nel concerto registrato nell’ottobre 2019, ha proposto uno dei suoi brani favoriti: il Concerto n. 1 in mi bemolle maggiore per pianoforte e orchestra S 124 di Franz Liszt. Pagina fra le più brillanti, ardue e sfaccettate del pianismo dell’autore ungherese, fu eseguita per la prima volta nel 1855 a Weimar, con Liszt al pianoforte e Berlioz sul podio. Il programma del concerto include due capolavori del romanticismo tedesco come l’Ouverture daEuryanthe di Carl Maria von Weber e la tormentata Sinfonia n. 2 in do maggiore op. 61 di Robert Schumann, presentata al Gewandhaus di Lipsia sotto la direzione di Mendelssohn nel 1846. Regia televisiva di Andrea Menghini.

 

 

SABATO 6 giugno

 

UNA PRIMA MONDIALE DI DONIZETTI E IL CONCERTO PER MILANO

Rai5 (canale 23) sabato 6 giugno dalle 10:42 (replica della trasmissione del 4 giugno, che verrà riproposta anche domenica 7 giugno dalle 18:50)

 

È dedicata alla prima esecuzione mondiale in forma scenica de L’Ange de Nisida di Donizetti la puntata speciale di “Prima della prima” che Rai Cultura trasmette su Rai5 sabato 6 giugno dalle 10:42 (replica della trasmissione del 4 giugno, che verrà riproposta anche domenica 7 giugno dalle 18:50). L’opera, che il compositore accantonò per dedicarsi alla Favorite, è andata in scena al Festival Donizetti Opera di Bergamo nell’autunno 2019, grazie alla ricostruzione della partitura realizzata dalla musicologa Candida Mantica. A Bergamo è stata diretta da Jean-Luc Tingaud, con la regia di Francesco Micheli. Protagonisti Florian Sempey, Roberto Lorenzi, Konu Kim, Lidia Fridman e Federico Benetti. Lo spettacolo si è aggiudicato il Premio speciale al XXXIX Premio della Critica Musicale “Franco Abbiati” 2020.

Dopo “Prima della prima”, la serata musicale di Rai5 prosegue spostandosi nel cuore di Milano, Piazza Duomo, con la Filarmonica della Scala, il suo direttore Riccardo Chailly e il pianista russo Denis Matsuev. Il programma musicale del tradizionale appuntamento estivo, registrato nel 2018, propone il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in si bemolle minore op. 23 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, brano fra i più celebri ed eseguiti del repertorio pianistico romantico. Sul podio il Direttore principale della Filarmonica della Scala Riccardo Chailly, che nella seconda parte del programma propone un omaggio a un grande autore russo come Modest Musorgskij con i suoi Quadri di un’esposizione orchestrati da Maurice Ravel.

Sabato classica

Musica da camera con vista: Il pathos PRIMA VISIONE

IN ITINERE - Dialoghi musicali tra Maestro e allievo PRIMA VISIONE

Per lo spazio “Sabato classica”, in onda ogni sabato pomeriggio su Rai5, Rai Cultura propone la serie in prima visione “Musica da camera con vista”, in cui il musicologo Giovanni Bietti presenta celebri pagine del repertorio per quartetto d’archi, nella cornice di prestigiose residenze storiche. Nella puntata dal titolo “Il pathos”, in onda sabato 6 giugno alle 19.45 su Rai5,il Quartetto Eos (Elia Chiesa e Giacomo Del Papa, vl; Alessandro Acqui, vla; Silvia Ancarani, vcl) interpreta il primo movimento (Allegro moderato) dal Quartetto in re minore K 421 di Wolfgang Amadeus Mozart e il primo movimento (Allegro ma non tanto) dal Quartetto in do minore op. 18 n.4 di Ludwig van Beethoven, nel Borgo delle Viole di Castellarano, in provincia di Reggio Emilia. Regia Antonio Marzotto.

A seguire, viene proposto il concerto dal Teatro Verdi di Pordenone “IN ITINERE - Dialoghi musicali tra Maestro e allievo”. Il pianista Maurizio Baglini analizza e commenta l'interpretazione dei propri allievi Simone Ivaldi e Federico Pulina della Grande Fuga in si bemolle maggiore op. 134 per pianoforte a quattro mani di Ludwig van Beethoven. Regia Daniele de Plano.

Spazio “Contemporanea”

IVAN FEDELE - MUSICA PER IL TEATRO: Thanatoséros PRIMA VISIONE

Per lo spazio dedicato alla musica contemporanea, Rai Cultura propone il lavoro di Ivan Fedele “THANATOSÉROS”, scena lirica dal "Combattimento di Tancredi e Clorinda" della "Gerusalemme liberata" di Torquato Tasso, per soprano tenore e ensemble, in onda sabato 6 giugno alle 23.00 su Rai5. Ripreso presso il Teatro Studio Borgna dell'Auditorium Parco della Musica in Roma, riduzione dall'originale di Giuliano Corti e Ivan Fedele. Musica di Ivan Fedele. Personaggi ed interpreti: Clorinda (Sabrina Cortese) e Tancredi (Mirko Guadagnini). Parco della Musica Contemporanea Ensemble (PMCE) diretto da Tonino Battista. Regia Daniele De Plano.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.