L’Ape musicale  

rivista di musica, arti, cultura

 

   

siracusa

Storie di regimi, rivoluzioni e anarchia

Soggetto donna. Donne e religione


RaiStoria ore 13:00

di Giuseppe Giannotti produttore esecutivo Sara Mariani - La puntata è interamente dedicata al rapporto tra l'Islam e le donne di oggi. "Islam storie di donne" (1999) ripercorre la storia di tre donne che vivono quotidianamente il contrasto tra fede islamica e vita moderna.

Passato e presente


Rai3 ore 13:15 e RaiStoria ore 20:30

Nel 1926 le cosiddette “leggi fascistissime” trasformano definitivamente il fascismo in un regime totalitario. Tra i principali provvedimenti c’è l’istituzione del “Tribunale speciale per la difesa dello Stato”, che si occupa di reprimere ogni forma di opposizione politica. A “Passato e Presente”, in onda venerdì 26 marzo alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli nel parla con il professor Giovanni De Luna. Con una prevalenza di giudici appartenenti alla Milizia fascista e la totale assenza di ogni garanzia per la difesa, il Tribunale riempie le carceri di antifascisti e le isole di oppositori politici sottoposti alla misura del confino di polizia. E’ un’esperienza di vita molto dura, attraverso la quale sono passate le principali figure dell’antifascismo, ma anche tante persone comuni. Tuttavia, sia in carcere che al confino, i dissidenti politici al regime fascista trovano il modo di comunicare tra loro e di ricreare forme di vita associativa e politica. Un legame che rinsalderà in essi i valori dell’antifascismo e lo spirito di gruppo, preparando più di una generazione alla lotta di Resistenza.

Passato e presente

RaiStoria ore 14:20

La nascita del capolavoro dantesco, intrecciata alla vita del suo creatore: a “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda alle 13.15 su Rai3 e in replica alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli ospita il professor Giuseppe Ledda, docente di letteratura italiana all’Università di Bologna, membro del comitato scientifico della Società Dantesca Italiana e del Gruppo Dante dell’Associazione degli Italianisti, e autore di numerosi saggi su Dante e sulla Commedia. Il racconto della puntata, scandito dalla lettura di brani delle opere di Dante, seguirà il percorso della creazione della Commedia, legando la composizione dei canti agli episodi più significativi della vita del poeta. Il primo capitolo parte dalla fine della “Vita Nova”, dove Dante annuncia un’opera dedicata a Beatrice ascesa in Paradiso, e si chiude con la sconfitta politica e l’esilio, durante il quale il poeta definisce il suo ruolo di intellettuale, riscopre nel “Convivio” l’attualità politica dell’impero e rilegge il poema virgiliano dell’Eneide. Il secondo capitolo si concentra su “l’ideazione della Commedia e la scrittura dell’inferno” e racconta come, attraverso il recupero del modello virgiliano del viaggio nell’al di là, si realizza la sintesi tra il progetto di poema paradisiaco dedicato a Beatrice e quello politico morale dedicato a Virgilio. Il terzo capitolo si concentra infine sul sorgere e sul tramontare delle speranze politiche di Dante legate alla discesa di Arrigo VII in Italia e sul passaggio quindi “dal sogno imperiale alla città celeste: Purgatorio e Paradiso” e racconta la stesura della seconda e della terza cantica della Commedia, collegandola agli anni di esilio sino all’approdo a Verona e poi a Ravenna.

Mille Papaveri Rossi - I giorni della storia-Mao: la gloria e il potere


RaiStoria ore 15:00

1981 di Daniela Ghezzi e Raffaello Uboldi - Una serie sulla Cina comunista negli anni di Mao Tse Tung.

Uomo Europeo. Ottava puntata


RaiStoria ore 15:345

1980 Folco Quilici - Un'unità nella diversità per superare egoismi, rivalità e trovare una comune radice di popoli e genti del continente.

Storia delle nostre città. Siracusa


RaiStoria ore 16:45

Un programma di Marco Pisoni e Mario Paloschi. di Marco Pisoni e Mario Paloschi . - Un viaggio straordinario per l'Italia alla scoperta di centri che, in epoche differenti, hanno avuto un momento di assoluto splendore, segnando la storia della nostra penisola. Siracusa faro della Magna Grecia raggiunge ill culmine della sua inflenza intorno al '400 avanti Cristo. A Siracusa sono conservate alcune delle più importanti testimonianze della Magna Grecia e nell'isola di Ortigia sopravvivono integri i monumenti medievali e barocchi.

#maestri


RaiStoria ore 17:45

Rai3 e Rai Storia, #maestri dal 22 al 26 marzoNella sua lezione Mario Tozzi ci racconta come "alle volte la tecnologia non migliora la vita come sembra ma, al contrario, rischia di produrre più danni di quelli che promette di risolvere", mentre il professor Piergiorgio Odifreddi ci farà una lezione sui "paradossi matematici nel mondo dell'arte". Mario Tozzi è geologo, saggista e divulgatore scientifico. Piergiorgio Odifreddi ha insegnato per 40 anni logica matematica presso le Università di Torino e di Cornell (USA).

Sono nato comunista


RaiStoria ore 18:30

In piena guerra fredda, dal 1955 e per circa un decennio, il PCI inviò ogni anno 15 giovani comunisti italiani all'università statale di Mosca "Lomonosov", nell'intento di creare una élite di intellettuali e dirigenti di partito. Di quel centinaio di studenti italiani in URSS fecero parte i protagonisti del documentario: Chiara Spano, Dino Bernardini, Massimo Picchianti, Rossana Platone, Maria Rosa Cricchi e Salvatore Pepitoni, tutti iscritti alla FGCI e provenienti da famiglie che a vari livelli hanno fatto la storia del comunismo italiano.

Viva la storia Rocco Chinnici,un uomo liber/strong>


RaiStoria ore 19:35

con Linda Stroppa, scritto da Fabio Pagani e Michele Imperio. Regia di Maurizio Carta. - Alcuni studenti, diversi in ogni puntata, sono stimolati dalla conduttrice Linda Stroppa, una sorta di viaggiatrice curiosa...

Lettere da Auschwitz


RaiStoria ore 21:10

Parole che danno voce una deportata politica nel campo della morte: “Lettere da Auschwitz”, in onda venerdì 26 marzo alle 21.10 su Rai Storia, presenta l’epistolario originale, conservato per decenni nell’archivio di famiglia e reso pubblico solo di recente, e la corrispondenza con i genitori della ventenne triestina slovena Darinka Veljak, detenuta ad Auschwitz dal gennaio 1944 al gennaio 1945. Sono lettere che Darinka Veljak scrisse ad Auschwitz e lettere che Darinka ricevette e custodì gelosamente fino alla liberazione nell’aprile 1945 e riportò con sé a casa. Il documentario si basa su questa corrispondenza e su una memoria biografica resa da Darinka Veljak – morta nel 1996 - nel dopoguerra. A interpretarne il ruolo è Tamara Stanese. La sceneggiatura è di Dunja Nanut, la regia di Luana Grilanc. Il documentario, prodotto dalla Struttura di programmazione in lingua slovena della Rai Friuli Venezia Giulia, è stato realizzato nelle versioni slovena e italiana.

Gaetano Bresci. L'anarchico venuto dall'America


RaiStoria ore 21:45

Un film documentario che racconta la vita e la morte di Gaetano Bresci, l’anarchico italiano che tornò da Paterson (New Jersey) per uccidere il re Umberto I, il 29 luglio 1900 a Monza, sparandogli tre colpi di revolver. È “L’anarchico venuto dall’America” in onda venerdì 26 marzo alle 21.40 su Rai Storia. Il docufilm è composto da scene di fiction e scene documentaristiche, con il commento del professor Giorgio Sacchetti dell’Università degli Studi Roma Tre e dal professor Giuseppe Galzerano, storico ed editore, e si sofferma sulle tappe principali della vita privata e politica di Bresci, approfondendo in particolare i motivi che lo costrinsero ad emigrare in America e quelli che lo convinsero a tornare in Italia, abbandonando la moglie Sophie e l’amatissima figlia Madeleine. La dolorosa decisione fu presa da Bresci quando venne a sapere dei gravi fatti accaduti nel maggio 1898 a Milano: la popolazione era scesa nelle strade per protestare contro la famigerata "tassa sul macinato", che aveva provocato il forte aumento del prezzo del pane e della farina, e il generale Bava Beccaris aveva ordinato all'esercito di sparare col cannone sulla folla dei dimostranti, uccidendo ottanta persone e ferendone quattrocentocinquanta. Nei giorni successivi alla strage, il re Umberto I aveva insignito il generale della medaglia d’oro al valore militare e poi lo aveva addirittura nominato Senatore del Regno, e quello per Bresci era intollerabile. Il documentario indaga anche sulla morte di Bresci nell’ergastolo dell’isola di Santo Stefano nel maggio 1901, quando il detenuto più sorvegliato d’Italia fu trovato impiccato con un asciugamano alle sbarre della sua cella. Quali furono davvero le cause della sua morte?

Il primo sciopero contro il fascismo


RaiStoria ore 22:400

La prima manifestazione di massa contro la guerra e il fascismo. La racconta “Marzo 1943. Ore 10”, in onda venerdì 26 marzo alle 22.40 su Rai Storia. Tutto inizia a Torino, alle 10.00 del 5 marzo 1943, quando gli operai della azienda Fiat Mirafiori e degli stabilimenti Rasetti bloccano le macchine per scioperare. Per il duce Benito Mussolini, che pochi mesi prima ha festeggiato solennemente il ventennale della Marcia su Roma, è un brusco risveglio. Lo sciopero è la reazione di un popolo esasperato e l’inizio di un nuovo corso. Il documentario ospita testimonianze di repertorio dei protagonisti, tra i comunisti Massola e Carretto, i sindacalisti Frizziero e Stell. Dai documenti dell’Archivio Centrale dello Stato la loro storia, la propaganda clandestina antifascista attraverso la stampa, il controllo e la repressione attuati dal regime.

Storia delle nostre città. Siracusa


RaiStoria ore 23:10

Un programma di Marco Pisoni e Mario Paloschi. di Marco Pisoni e Mario Paloschi . - Un viaggio straordinario per l'Italia alla scoperta di centri che, in epoche differenti, hanno avuto un momento di assoluto splendore, segnando la storia della nostra penisola. Siracusa faro della Magna Grecia raggiunge ill culmine della sua inflenza intorno al '400 avanti Cristo. A Siracusa sono conservate alcune delle più importanti testimonianze della Magna Grecia e nell'isola di Ortigia sopravvivono integri i monumenti medievali e barocchi.


 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.