L’Ape musicale  

rivista di musica, arti, cultura

 

   

Una settimana di Maestri

L’abisso della matematica che affronta l’eterna questione dell’infinito, secondo Paolo Zellini, professore di Analisi numerica all’Università di Roma Tor Vergata, e la connessione e le influenze tra Futurismo e tecnologia, spiegate da Maria Grazia Messina, già insegnante di Storia dell’arte all’Università di Venezia Cà Foscari e all'Università di Firenze. Lezioni e docenti che aprono la settimana di “#maestri”, il programma di Rai Cultura realizzato all’interno della collaborazione tra Ministero dell’Istruzione e Rai, condotto da Edoardo Camurri, in onda da lunedì 29 marzo a venerdì 2 aprile alle 15.25 su Rai3 e alle 17.50 su Rai Storia.
Martedì 30 marzo la filosofa Donatella Di Cesare, insegnante di Filosofia Teoretica alla Sapienza di Roma riflette sugli scenari indotti dalla crisi pandemica nella vita privata e in quella comunitaria, mentre Alessandra Casarico, docente di Scienze delle Finanze all'Università Bocconi di Milano, parlerà di quanto sia importante e decisivo, il ruolo delle donne nell'economia.
La settimana di #maestri, in concomitanza con le vacanze di Pasqua, prosegue con alcune lezioni di ripasso, suddivise per materia.
Mercoledì 31 marzo verrà proposto un percorso antologico di alcune lezioni e conversazioni incentrate sulle materie umanistiche. Il professor Maurizio Bettini, filologo classico e antropologo del mondo antico, racconta chi era il dio greco Dioniso. La professoressa Lina Bolzoni, emerita alla Scuola Normale di Pisa, approfondisce l'arte della lettura. Lo storico della lingua italiana Luca Serianni parla di poesia civile da Dante a Ungaretti, da Mameli ad Amanda Gorman. Di Dante parla il filologo Carlo Ossola, presidente del comitato per i settecento anni della morte del poeta. Infine, il critico Marco Belpoliti, docente di Critica letteraria all'Università di Bergamo, spiega come leggere Primo Levi.
Giovedì 1 aprile spazio a una rilettura interdisciplinare a tema scientifico. Protagonisti il neuroscienziato Giorgio Vallortigara con un approfondimento sul cervello, la mente e la coscienza; Annamaria Testa, che descrive come funziona la mente quando deve prendere decisioni difficili; il professor Giuseppe Trautteur, che si interroga sulle libertà e le costrizioni della coscienza; il matematico Piergiorgio Oddifreddi che racconta la follia geniale del matematico premio Nobel John Nash; la divulgatrice Anna Meldolesi con la mappatura del genoma umano.
La settimana di #maestri si chiude venerdì 2 aprile con un ripasso su tematiche storiche e filosofiche. In particolare, il professor Maurizio Ferraris parla di eguaglianza nel mondo contemporaneo e di interesse dello Stato a discapito di quello individuale. La sociologa Gabriella Turnaturi analizza i motivi che spingono a provare vergogna.  Infine, Alessandro Barbero svela l'immagine stereotipata che l'Ottocento ha consegnato del Medioevo.


 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.