L’Ape musicale  

rivista di musica, arti, cultura

 

   

L'offerta autunnale di Rai Cultura

Cultura, arte, musica, storia, teatro, danza, letteratura, formazione di qualità. Anche nellastagione autunnale Rai Cultura arricchisce la propria offerta con programmazioni speciali su Rai5 e Rai Scuola, mentre Rai Storia proporrà nuovi appuntamenti dedicati agli studenti, ma non solo.

Su Rai5, in particolare, grande spazio all’offerta di spettacoli teatrali, di musica colta con concerti sinfonici, da camera e opere liriche, registrati o in streaming su RaiPlay e sul portale Raicultura.it. Su Rai Scuola e sul nuovo sito web Rai Scuola, inoltre, nuovi contenuti a supporto della didattica a distanza, punto di riferimento per i docenti e gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione.

Dall’autunno, infine, ripartiranno i concerti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai dall’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” con grandi direttori e solisti trasmessi da Rai5 e Radio3, oltre che in streaming sui canali di Rai Cultura.

Rai5. Le nove muse vanno in scena

Il prime time

Dalla musica al teatro, dalla danza all’opera, senza dimenticare l’arte, l’ambiente, la Natura e tutti i generi musicali: Rai5 conferma la mission semi-generalista di rete dedicata all’intrattenimento culturale fortemente legato alla contemporaneità e alle performing arts.

Il palinsesto settimanale del prime time si apre tra i “paesaggi”, in tutte le loro sfumature: da settembre riprende “Al di là del fiume e tra gli alberi” con le migliori serie internazionali.

Il lunedì protagonisti letteratura, teatro, musica e poesia, attraverso “Sciarada” e produzioni originali, come “Inedita”, una testimonianza-documento in cui Susanna Tamaro si racconta a cuore aperto; e poi la nuova serie de “L’altro ‘900” con protagonisti Andrea Zanzotto, Attilio Bertolucci, Beppe Fenoglio e Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Dal 6 al 27 settembre, inoltre, le quattro puntate di “Divino Dante”, patrocinate dall’Accademia della Crusca e dedicate al settecentesimo anniversario della morte di Dante, “intercettando” la data presunta della sua scomparsa, tra il 13 e il 14 settembre. Un viaggio tra le parole e la vita del Poeta con esperti, accademici e studiosi come Luca Serianni, Valeria Della Valle, Giulio Ferroni, Giuseppe Patota, Giuseppe Antonelli.

A partire dalle 22.15 circa prosegue l’appuntamento con “Nuovo Cinema Italia”, dedicato a opere di autori italiani del nuovo millennio. Ancora Cinema d’autore – internazionale – il martedì con un’accurata selezione del catalogo dei titoli disponibili da Rai Cinema, alla (ri)scoperta di autori affermati o emergenti, con uno sguardo anche ai più importanti festival internazionali.

Il mercoledì prosegue la proposta inaugurata in occasione della pandemia. Rai5 – con i grandi enti lirici nazionali e con la collaborazione di RaiCom – ha avviato una programmazione speciale affinché i teatri e le sale da concerto restassero virtualmente “aperte” almeno sul canale. Un viaggio musicale nei grandi teatri d’opera italiani e in tutte le realtà del Paese, da Cagliari a Bari, da Catania a Trieste, da Torino a Parma e Reggio Emilia, in due fasce di programmazione per un doppio appuntamento: tutte le mattine, intorno alle ore 10 circa e il mercoledì sera in prime time.

In via di definizione l’offerta per il Festival dei 2 mondi Spoleto, nell’ambito del quale sarà programmato in data 8 settembre il Concerto dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia condirettore Antonio Pappano, ma anche il Festival MITO, cui sarà dedicata una puntata di In Scena (6 ottobre).

A novembre tornano le Prove d’orchestra del Maestro Riccardo Muti, quest’anno alle prese con Aida, precedute dalla diretta di Il turco in Italia, di Gioachino Rossini, dal Teatro alla Scala di Milano, con la regia di Roberto Andò, per finire quindi con il mese di dicembre interamente dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart nel 230° anniversario della sua morte, avvenuta il 5 dicembre 1791.

Nell’ultimo scorcio dell’anno, è previsto un appuntamento con Milly Carlucci e il suo progetto dedicato al London Simphony Orchestra 2021.

La prima serata del giovedì è dedicata alla musica colta, molti gli appuntamenti con i concerti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai oltre ad una ricca offerta di opere, balletti, concerti. Si inizia il 14 ottobre con la diretta per l’apertura della stagione sinfonica dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia per proseguire il 21 ottobre con la diretta dedicata all’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI per l’inaugurazione della stagione sinfonica 2021-’22.

Ancor prima, il 16 settembre, Tosca, dal Teatro alla Scala con la direzione di Riccardo Chailly per i 50 anni del soprano Anna Netrebko. E, sempre la Scala, con la formazione della Filarmonica, è protagonista del Concerto per Milano, domenica 12 settembre.

In autunno Dante torna in musica con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, che il 9 settembre gli dedicherà il Concerto Dante 700 con il Maestro Gianandrea Noseda; e poi di nuovo l’11 novembre con la Sinfonia Dante, eseguita dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.

Il 7 ottobre sarà anche proposto su Rai5 il concerto “Il suono della bellezza”, nato dalla speciale collaborazione tra il Teatro dell’Opera di Roma e la Galleria Borghese, ripreso da Rai Cultura, con la direzione del Maestro Daniele Gatti.

Rai Cultura è impegnata anche nella realizzazione di eventi quali il Concerto da Assisi e il Concerto di Capodanno dalla Fenice, alcuni dei quali vengono trasmessi in prima emissione sullereti generaliste, con successiva replica su Rai5.

Il venerdì, in prima serata, Rai5 prosegue la sua incursione nell’arte in tutte le sue declinazioni con “Art Night” e il documentario “Gli occhi di Dante” che racconterà l’universo e l’immaginario di Dante, e l’immaginario che lui ha creato per la Commedia attraverso le opere d’arte che si presume siano state fonte di ispirazione. L’arte è padrona di casa anche a “Save the Date”, il programma-cartellone di Rai5 con il meglio delle manifestazioni culturali. Da questa esperienza è nato “Visioni”, una serie di speciali monografici che Rai5 dedica nel corso dell’anno ad appuntamenti diversi quali il Festival dei Due Mondi di Spoleto, RomaEuropa Festival, le giornate del FAI, la diretta del Premio Campiello (4 settembre).

Nella serata del sabato, il sipario di Rai 5 si apre sul Teatro, con una serie di brevi cicli tematici. Tra gli altri, si segnalano alcuni titoli: un ciclo dedicato alla verve comica di Riccardo Rossi, mattatore unico in L’amore è un gambero, That’s Life!, Per fortuna che c’è Riccardo, cui faranno seguito altre produzioni come Grounded, Viva la vida, Neri Marcorè con Quello che non ho, il 100° anniversario del Premio Nobel per la Fisica assegnato ad Albert Einstein (30 ottobre) con Einstein & me, monologo della fisica nucleare e divulgatrice Gabriella Greison; Michele Placido e Anna Bonaiuto

in Piccoli crimini coniugali, un dittico dedicato ad Eduardo con Sik-Sik (4 dicembre), e FilumenaMaturano diretta da Liliana Cavani alla sua prima regia teatrale (18 dicembre).

In collocazioni diverse di giornate e orari, In scena è lo spazio dedicato alle grandi monografie o ai grandi eventi, mentre la terza stagione di Apprendisti stregoni, dal 13 novembre al 25 dicembre, analizzerà il metodo attoriale di Giorgio Strehler, Orazio Costa e Luchino Visconti, mentre tre puntate sono dedicata al musical in Italia.

Il Day Time

L’offerta del Day Time, conferma “Domenica all’opera” (lo spazio dedicato alla lirica in onda ogni domenica alle 10.00) e “Sabato classica” (con i grandi concerti registrati da Rai5 e attualmente custoditi nelle teche Rai, in onda ogni sabato alle 8.30 e alle 18.30 circa). Anche in autunno, inoltre, prosegue l’appuntamento con la grande opera (ore 10 circa, dal lunedì al venerdì), in collaborazione con i maggiori enti lirici del nostro Paese

Per gli amanti del teatro si conferma poi lo spazio “Stardust Memories” alle 16.30 del sabato pomeriggio, dedicato alla rivisitazione dei grandi classici del Teatro Rai tratti dalle Teche Rai.

Il 9 ottobre e il 13 novembre in preserale, appuntamento con “Senato &’ Cultura”.

Dal lunedì al venerdì la prima parte della fascia pomeridiana è dedicata alla Natura con “Evolution - il viaggio di Darwin” mentre la fascia preserale prosegue con l’offerta dei migliori documentari di acquisto e produzione su viaggi e tematiche artistiche quali la street-art, il design, i viaggi culturali nelle grandi città, ma anche i grandi artisti della moda e della musica.

Seconda e Terza serata

Prosegue l’offerta “Ghiaccio Bollente” dal lunedì al venerdì, un appuntamento ormai consolidato con i doc di musica Rock, Pop e Jazz e graditissimo dal pubblico del canale. La seconda serata del venerdì è dedicata all’informazione culturale con “Save the Date” (dall’8 ottobre), e il cartellone di tutte le novità (mostre, spettacoli teatrali, concerti, opere liriche) e a seguire “Terza pagina” con Licia Troisi e le incursioni nel mondo dell’arte di Alessandro Masi, Segretario Generale della Società Dante Alighieri e storico dell’arte, e l’analisi dell’economia della cultura di Emanuele Bevilacqua.

Nella seconda serata del sabato, inoltre, si conferma la finestra sulla cosiddetta “musica coltacontemporanea” con titoli dedicati a un pubblico ancora più esigente e raffinato: i compositoricontemporanei, le opere sperimentali, i balletti d’avanguardia.

Rai Storia. Sfogliare il passato, verso il futuro

Rai Storia continuerà a raccontare il passato e a offrire occasioni di riflessione e confronto: un ponte tra generazioni passate e future attraverso contenuti culturali a sfondo storico.

Si confermano gli appuntamenti fissi tematici di Prime Time e i programmi bandiera del canale, trasmessi in prima emissione su Rai3:

Passato e Presente” con i massimi storici e ricercatori sui temi trattati, con i quali si confrontano Paolo Mieli e i giovani storici in studio; e “#maestri”, il programma in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione con Edoardo Camurri, che continuerà a conversare con chiarissimi accademici

su tutte le discipline scolastiche, per fornire agli studenti e a tutti i telespettatori strumenti didattici per la comprensione del nostro passato e del nostro presente. Sempre in collaborazione con il Ministero, dall’autunno Rai Storia proporrà “Le scuole del fare: Cercasi Talento”: una docuserie, in sei episodi, per seguire ragazze e ragazzi che decidono di intraprendere uno dei sei percorsi formativi offerti dagli Istituti Tecnici Superiori: Efficienza energetica, Mobilità sostenibile, Nuove tecnologie della vita, Nuove tecnologie per il Made in Italy, Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali – Turismo, Tecnologie della informazione e della comunicazione.

Il prime time

Nella prima serata del lunedì l’autunno di Rai Storia ripartirà il 20 settembre con un viaggio in cinque puntate intitolato “Le Magnifiche – la storia delle più antiche università italiane”: dalla Alma Mater di Bologna a La Sapienza di Roma, passando per Padova, Pisa e Napoli.

Dal 25 ottobre nuove puntate di “Italia, Viaggio nella Bellezza”, su beni culturali del nostro Paese. Tra questi, un nuovo racconto su Pompei e un viaggio nell’isola di Procida, capitale italiana della Cultura per il 2022.

L’offerta del martedì è al femminile. Sei nuove puntate della serie “Il segno delle donne”, la docufiction che racconta il carattere e la personalità di 6 donne italiane del XX secolo, interpretate da attrici ed intervistate dalla scrittrice Elena Stancanelli.

Il viaggio nell’universo femminile si sposta nell’antichità con la nuova serie “Cronache di donne ribelli” con Cristoforo Gorno dal 2 novembre: da Tanaquil a Cleopatra, da Zenobia a Teodora,da Budicca a Matilde di Canossa, 6 ritratti di donne che hanno combattuto per l’indipendenza e il potere. Dal 16 novembre alle 21.40 “Grandi Interviste”: donne del XXI secolo in un faccia a faccia con Stefania Battistini.

A chiudere l’anno una nuova serie de “La bussola e la clessidra” con il professor Alessandro Barbero che risponde a quesiti e dubbi dei telespettatori su battaglie e guerre della storia del mondo.

Il prime time del mercoledì inizia il 15 settembre, con 3 nuove puntate di “Italiani-donne scienziate” dedicate a scienziate del passato: Giuseppina Cattani e Anna Kulishoff; Rina Monti ed EvaMameli, Maria Bakunin e Tina Pizzardo e il 6 ottobre il ritratto di “Mario Rigoni Stern,” soldato e scrittore, per il centenario dalla nascita. E poi “I ragazzi del ’36”, un racconto di valori dello sport e dell’amicizia, la squadra di canottaggio statunitense che nel 1936 sconfisse l’armo tedesco davanti ai nazisti increduli.

Dal 24 novembre la quarta serie di “Storie della tv “con Aldo Grasso: 6 nuove puntate sulla Rai e sui volti che hanno segnato la storia del servizio pubblico.

Il giovedì in onda sempre “a.C.d.C.”, il programma con il professor Alessandro Barbero, volto del canale per la storia dall’homo sapiens alla fine del XIX secolo Dal 3 settembre 15 nuovi appuntamenti con la Storia “non contemporanea”. Tra le novità, la terza stagione de Le Guerre di Religione (3 pt.) sul periodo storico dal 1590 al 1643; e i Costruttori dei Castelli.

Il venerdì, il 17 settembre lo speciale Porta Pia per l’anniversario della Breccia del 20 settembre. Dal 24 settembre le 3 puntate della serie “1940” – la dichiarazione; Attacco alla Francia; attacco alla Grecia – per ripercorrere il primo anno di guerra, seguite dalle 3 nuove puntate della serie “1941”. Ad ottanta anni dai fatti il racconto day by day della guerra italiana nel 1941, dall’onore dellearmi in Africa Orientale sino alla dichiarazione di guerra agli Usa.

Il 5 novembre la nuova produzione “Il milite ignoto”, a 100 anni dall’inumazione del figlio d’Italia al Vittoriano.

Il 12 e il 19 novembre due prime serate dedicate alla storia della Guerra Fredda e alla caduta del muro di Berlino.

Dal 26 novembre alle 21.10 la seconda serie di “SeDici storie” con 8 nuove puntate per raccontare la ricostruzione dell’Italia, i nuovi progetti infrastrutturali del dopoguerra e lo sviluppo futuro negli stessi campi.

Dal 3 dicembre alle 22.10 la seconda edizione di “Storie Contemporanee” il programma itinerante tra gli archivi italiani, con Michela Ponzani a confronto con una nuova generazione di professionisti della divulgazione storica.

Nella prima serata del sabato continua “Cinema Italia”, uno spazio dedicato al cinema italiano per offrire al pubblico le opere cinematografiche ideate, prodotte e dirette nel nostro Paese. A seguire, alle ore 22.45 prosegue lo spazio “Doc d’autore”, documentari di autori italiani, vero e proprio cinema del reale.

La domenica altre 12 puntate di “Domenica Con…” altri protagonisti della community di Rai Storia che presenteranno il palinsesto da loro stessi costruito ed in prima serata il film al quale sono maggiormente legati.

Nelle altre domeniche dell’anno appuntamento in prima serata con “Binario Cinema”, il cinema che racconta la Storia.

Rai Scuola. La casa della didattica

Il canale televisivo, il nuovo sito web Rai Scuola del portale web Rai Cultura, anche nell’autunno 2021 saranno punto di riferimento per docenti e studenti, mentre continua la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione a supporto della didattica. Due, in particolare, i nuovi programmi per l’autunno: “Le scuole del fare: Istruzione tecnica e professionale, ITS”, e “La nuova didattica e il mondo digitale: metodologie, contenuti, strumenti”. Il primo è una serie in 12 puntate dedicate a Istituti Tecnici, Istituti Professionali e ITS per mostrare concretamente quali sono i vari momenti nei quali si struttura il percorso formativo all’interno degli Istituti, attraverso la viva voce dei protagonisti (studenti, docenti, tutor scolastici e aziendali, imprese…) si darà un’indicazione pratica utile ai ragazzi che vogliano intraprendere questo percorso di studio; mentre il secondo propone venti videolezioni che puntano a rafforzare le competenze del corpo docente (ma anche di studentesse, studenti e famiglie) sulle potenzialità della didattica digitale integrata, delle metodologie didattiche e delle strategie di apprendimento più efficaci nell’integrazione di attività in presenza e online, con particolare attenzione alle esperienze di maggior successo ed efficacia fatte in questi mesi nelle scuole italiane.

Sempre in collaborazione con il Ministero, prosegue inoltre il palinsesto di “La scuola in tivù”,Speciali “Rai Scuola - Educazione civica”, “La scuola in tivù – Istruzione degli adulti”. Dal12 settembre ogni giorno, dal lunedì al venerdì, quattro lezioni da 30 minuti trovano collocazione nel palinsesto come un corpo unico di due ore, alle 8.30, con riproposizione alle 16.30. In autunno nuove 50 lezioni che si aggiungono a un corpus di oltre 450 lezioni, composte da circa 1.350 unità didattiche tutte disponibili sul sito di Rai Scuola, realizzate dal marzo 2020 in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. Si tratta di lezioni tenute da docenti indicati dal Ministero su tematiche disciplinari individuate dal Ministero stesso. Per facilitarne la fruizione tutte le unità didattiche sono pubblicate sul portale web di Rai Scuola accompagnate da schede di approfondimento, mentre

le puntate integrali sono su Rai Play. Sono inserite in palinsesto secondo quattro suddivisioni macro-disciplinari dedicate alle materie più importanti: lingue straniere (inglese, francese, spagnolo, russo, cinese, arabo, tedesco), discipline scientifiche, discipline umanistiche, discipline attinenti agli ordinamenti scolastici professionali, istituiti tecnici, artistici, all’informatica e all’Educazione Civica, la nuova disciplina introdotta dall’anno scolastico 2020/2021. Gli Speciali Rai Scuola - Educazione civica andranno in onda dal 4 ottobre il sabato e la domenica alle ore 10.00 e durante lasettimana alle 12, alle 16 e alle 20.

In autunno, in particolare, Rai Scuola svilupperà le competenze digitali e lo sviluppo del pensiero computazionale (Digital World la domenica alle ore 12 con repliche alle 16, alle 20 e alle 24);la diffusione della cultura scientifica e le conoscenze delle discipline STEM (Science-Tecnology-Engineering-Mathematics) con il programma “Progetto Scienza – STEM!”, le grandi sfidedella sostenibilità e del cambiamento climatico (programma Progetto Scienza – Verso il futuro e Progetto Scienza – Newton speciale sostenibilità).

Lo spazio dedicato alla scienza, inoltre, è una presenza fissa durante tutto l’anno, dalla domenica al sabato, dalle 12.30 alle 15.00 e dalle 21,30 alle 24.00.

Da segnalare anche i programmi dedicati a Dante Alighieri e alla Divina Commedia in occasione delle celebrazioni per il VII centenario della morte di Dante in collaborazione con l’Accademia Nazionale dei Lincei.

Da segnalare le nuove puntate de “I segreti del colore”, il programma sulla conservazione e restauro delle opere d’arte, dedicate alla tecnica del mosaico.

Il nuovo portale Rai Scuola

Rai Scuola è ormai una realtà strettamente integrata con il nuovo portale, rafforzando così la centralità dell’offerta della Rai verso il mondo della scuola, dell’università e della formazione permanente; una piattaforma online profondamente rinnovata e ripensata rispetto al passato, organizzata attorno a tre aree produttivo-funzionali:

  1. Area divulgazione di qualità.

  2. Area lezioni e approfondimenti.

  3. Area corsi.

Sono previste le dirette streaming dei più importanti eventi dedicati alla didattica sul territorio italiano: incontri, dibattiti, Festival, meeting rivolti ai docenti e agli studenti realizzati dal Ministero dell’Istruzione, da Istituzioni, Enti, Fondazioni.

Orchestra Rai

Grandi direttori come Fabio Luisi - appena nominato Direttore emerito - Daniele Gatti, Daniel Harding, Andrés Orozco-Estrada e Marc Albrecht. Giovani talenti emergenti come Robert Trevino, nuovo Direttore ospite principale, e James Feddeck. Solisti di fama internazionale come Hilary Hahn e Renaud Capuçon. Ma anche tournée e appuntamenti in rassegne prestigiose come il Rossini Opera Festival di Pesaro, MITO SettembreMusica, il Festival Verdi di Parma o Milano Musica. È la stagione 2021/2022 dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, firmata dal Direttore artistico Ernesto Schiavi, che oltre al tradizionale cartellone di appuntamenti all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, è sempre più presente sul territorio nazionale. Anche grazie alla trasmissione dei concerti in streaming e in tv su Rai5, oltre che su Radio3 Rai, che li propone anche nel circuito Euroradio.

Un’eccellenza musicale italiana che non si è fermata durante il periodo della pandemia, difficilissimo per tutto lo spettacolo dal vivo, e che torna adesso a suonare per il suo pubblico e nei contesti italiani e internazionali più prestigiosi.

Rai Cultura su web, social network e dispositivi mobili

Per quanto riguarda l’attività web e social, in autunno continuerà la produzione e la pubblicazione di unità da 10’ circa su arte, letteratura, storia, filosofia, musica, cinema, teatro e danza, scienze. Proseguirà anche l’impegno nelle attività web e social rafforzando e consolidando i portali i www.raicultura.it,www.raiscuola.rai.ite valorizzando i nuovi prodotti sui social network. Sono previstispeciali, servizi, approfondimenti ed extra sulle seguenti tematiche: arte, letteratura, storia, filosofia, musica, cinema, teatro e danza, scienze, oltre a dirette streaming di numerosi eventi.

Sono previste le dirette streaming dei concerti realizzati all’Auditorium Toscanini RAI di Torino dell’OSN sul portale www.raicultura.it. I contenuti relativi all’Orchestra RAI saranno fruibili all’interno del portale RaiCultura.it consentendo agli utenti di vedere e ascoltare i contenuti dell’Orchestra in uno spazio più sicuro visibile su tutte le piattaforme.

Rai Cultura sulle reti generaliste

Rai Cultura conferma la presenza di programmi di particolare richiamo come la nuova stagione 2021 - 2022 del programma Passato e Presente con Paolo Mieli in onda su Rai3, dal lunedì al venerdì alle 13.15 e in replica su Rai Storia.

Sulla stessa rete in autunno, in convenzione con il Ministero dell’Istruzione, una nuova serie di #maestri dal lunedì al venerdì in prima trasmissione alle 15.20, con replica alle 18.30 su Rai Storia.Nella collocazione della domenica mattina verrà proposta in replica la terza serie di Di la’ dal fiume e tra gli alberi.

Sempre su Rai3 nello spazio notturno verranno replicate diverse produzioni di Rai Cultura dei canali Rai Storia, Rai5 e Rai Scuola, tra cui il lunedì Terza Pagina e a seguire Digital World, il martedì Shakespeare’s Tragic Heroes, Visioni e Save the date, il mercoledì le serie Insieme, SeDici Storie e a seguire Speciali Storia- 1941, il giovedì Progetto Scienza.

Rai1 riproporrà nello spazio notturno del lunedì repliche delle serie Italiani, mentre il martedì repliche della serie Italia. Viaggio nella bellezza e a seguire della prima serie di Storia delle nostrecittà. Per quanto riguarda l’offerta di Musica colta si segnala il 7/12 la diretta della serata di inaugurazione della nuova stagione del Teatro alla Scala.

Rai2 la mattina di sabato e domenica alle 6.30, infine, replicherà Progetto Scienza.


 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.