L’Ape musicale  

rivista di musica, arti, cultura

 

   

Presentazione con protesta

di Luca Fialdini

Annunciata in conferenza stampa la stagione 2021/2022 del Teatro Verdi di Pisa. Dopo il lungo silenzio durato più di un’intera stagione, arrivano i cartelloni di lirica, prosa e danza, con una prima anticipazione de I concerti della Normale.

PISA - Dopo un anno di - quasi - totale inattività, finalmente il Teatro Verdi torna a parlare al proprio pubblico e presenta la stagione 2021/2022. Contrariamente alla tradizione, la presentazione non è aperta al pubblico ma alla sola stampa (per motivi facilmente immaginabili), ma il tavolo che la accoglie è quello delle grandi occasioni con la presidente della Fondazione Teatro di Pisa Patrizia Paoletti Tangheroni, i membri del Consigli di Amministrazione Elena Pepe e Giuseppe Mangano, il direttore artistico per le attività musicali Enrico Stinchelli, il direttore artistico per prosa e balletto Silvano Patacca, l’assessore alla cultura Pierpaolo Magnani, la responsabile Servizio Comunicazione della Normale Elisa Guidi e la neo-presidente della Fondazione Toscana Spettacolo Onlus Cristina Scaletti.

Com’è naturale, un riferimento alla pandemia è inevitabile: «Le stagioni del Teatro Verdi - esordisce la presidente Tangheroni - solitamente presentano un fil rouge che lega tutti gli spettacoli. Questa stagione risente del covid e il legame è per forza di cose meno evidente dato che abbiamo voluto recuperare, per quanto possibile, gli spettacoli cancellati». Entra in campo anche la dialettica della gioventù, dato che il Teatro mostra volontà di puntare sui giovani al fine di far diventare Pisa una «incubatrice di talenti»; l’intenzione è lodevole ma ancor più lodevole sarebbe il passaggio dalla teoria alla pratica.

Significativo l’intervento di Cristina Scaletti nel sottolineare il ruolo e il peso della cultura non solo per i singoli ma anche all’interno della società, facendo eco all’assessore Magnani che torna a ribadire la centralità del Verdi nella vita culturale cittadina.

Entrando nel merito delle stagioni, il primo cartellone svelato è quello dei Concerti della Normale, preceduto da un’introduzione di Elisa Guidi e illustrato dal direttore artistico Carlo Boccadoro in (funesto) collegamento telefonico. Il ricco carnet di appuntamenti è votato allo strumento solista e alle formazioni cameristiche, ma non mancano due date con l’ORT; da segnalare la prosecuzione dei seguiti concerti della Scatola sonora a Palazzo della Carovana e il focus sui compositori barocchi.

Enrico Stinchelli, qui al suo effettivo debutto come direttore artistico, annuncia un cartellone lirico definendolo più sostanzioso del solito: sostanzioso lo è senz’altro, ma eccede di soli due titoli la media degli ultimi anni. La stagione sarà eccezionalmente aperta a settembre con la trilogia verdiana («uno sforzo produttivo senza precedenti» con la città di Pisa che farà da sfondo ai tre drammi), seguita da La Tragédie de Carmen di Bizet/Brook, la tango operita di Piazzolla María de Buenos Aires, il Giulio Cesare di Händel e due recuperi dall’ultima stagione ossia Werther di Massenet e Napoli milionaria di Rota. Sulla carta si propone come una programmazione fin troppo tradizionale, ma il teatro si giudica sul palco, non nel foyer.

Last but not least, Silvano Patacca ha presentato quelli che probabilmente saranno i suoi ultimi cartelloni di prosa e danza. Vale lo stesso principio della stagione lirica: anche questi calendari sono memori delle cancellazioni dello scorso anno e si è cercato di recuperare gli spettacoli o di avere le medesime compagnie con nuove produzioni. «Quella appena trascorsa avrebbe dovuto essere la mia ultima stagione - ha spiegato Patacca, non senza emozione - ma mi dispiaceva abbandonare l’incarico lasciando le cose “a metà”. Il lavoro del direttore artistico non è pianificare la stagione con i suoi spettacoli, ma un confronto». E con una carriera ultradecennale nella direzione artistica alle spalle c’è da credere sulla parola, senza contare tutto il percorso precedente iniziato nell’ormai lontano 1981.

L’ultima fatica di Silvano Patacca porta innegabilmente la sua firma, non risentendo nemmeno della contingenza dei recuperi. Accanto Eros Pagni nella Notte dell’Innominato abbiamo la Linsday Kemp Company, al Don Juan con Arteballetto i Se questo è un uomo di Scarpa e Malosti impreziosito dalle musiche di Boccadoro, Ditegli sempre di sì di Eduardo e Bayadere con il Nuovo BallettO di Toscana. Una stagione leggera ma anche capace di far riflettere.

A chiudere la presentazione in modo del tutto irrituale e inaspettato una protesta dei lavoratori dello spettacolo, supportati da Unione Sindacale di Base. Il drappello è sotto il loggiato del teatro, ma dopo un breve dialogo con il consiglio di amministrazione e con la presidente due rappresentanti - Francesco Segnini e Cinzia Della Porta - ottengono di entrare nel foyer e parlare alla stampa. Il casus belli è il ricorso da parte del Teatro al coro Arché in occasione della Tosca al Giardino Scotto del 6 e 8 agosto. Secondo quanto riportato, esisterebbero questioni irrisolte di una certa gravità circa la gestione del coro e sorte sotto le passate amministrazioni del Verdi (ad esempio il versamento dei contributi e la creazione delle graduatorie). Nelle città di Pisa, Lucca e Livorno si attendono altre manifestazioni analoghe nei prossimi giorni.

LIRICA

11/12 settembre 2021

Giuseppe Verdi - La traviata

18/19 settembre 2021

Giuseppe Verdi - Rigoletto

25/26 settembre 2021

Giuseppe Verdi - Il trovatore

13/14 novembre 2021

Georges Bizet/Peter Brook - La tragédie de Carmen

04/05 dicembre 2021

Astor Piazzolla - María de Buenos Aires

15/16 gennaio 2022

Jules Massenet - Werther

19/20 marzo 2022

Nino Rota - Napoli milionaria

data da definire

Georg Friedrich Händel - Giulio Cesare

PROSA

06/07 novembre 2021

Lello Arena - Parenti serpenti

20/21 novembre 2021

Paolo Conticini - La prima volta

18/19 dicembre 2021

Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetta Casillo - Così parlò Bellavista

08/09 gennaio 2022

Eros Pagni - La notte dell’Innominato

22/23 gennaio 2022

Valter Malosti - Se questo è un uomo

05/06 marzo 2022

Eduardo De Filippo - Ditegli sempre di si

26/27 marzo 2022

Mario Luzi - Il Purgatorio

BALLETTO

10 dicembre 2021

Nuovo BallettO di ToscanA - BAYADERE

05 febbraio 2022

Arteballetto - Don Juan

10 marzo 2022

Compagnia Virgilio Sieni - Paradiso

02 aprile 2022

Silvia Gribaudi - Graces

09 aprile 2022

eVolution Dance Theater - Blu Infinito

05/06 marzo 2022

Lindsay Kemp Company - Kemp Dances Ancora

26/27 marzo 2022

Mario Luzi - Il Purgatorio

CONCERTI DELLA NORMALE

18 ottobre 2021

Angela Hewitt - Pianoforte

Musiche di Couperin, Scarlatti, Bach

16 novembre 2021

Mario Brunello - Violoncello piccolo

Musiche di Bach

01 dicembre 2021

Eutopia Ensemble

19 gennaio 2022

Leonicas Kavakos - Violino

Enrico Pace - Pianoforte

01 febbraio 2022

Maurizio Baglini - Pianoforte

Musiche di Schumann, Liszt e Mussorgsky

01 marzo 2022

Chiara Zanisi - Violino

Giulia Nuti - Pianoforte

Musiche di Bach

12 marzo 2022

Quartetto Emerson

Musiche di Shostakovich e Beethoven

23 marzo 2022

Davide Cabassi - Pianoforte

Musiche di Beethoven

01 febbraio 2022

Orchestra della Toscana

William Chiquito - Concertatore

Musiche di Bach, Castelnuovo-Tedesco, Mozart, Schubert, Mahler

01 marzo 2022

Chiara Zanisi - Violino

Giulia Nuti - Pianoforte

Musiche di Bach

aprile 2022 (data da definire)

Ysaye String Trio

Musiche di Haydn, Beethoven, Schoenberg

05 aprile 2022

Francesca Dego - Violino

Martin Owen - Corno

Alessandro Taverna - Pianoforte

Musiche di Schumann, Messiaen, Ligeti, Brahms

12 aprile 2022

Quartetto di Fiesole

Giovanni Gnocchi - Violoncello

Musiche di Mozart e Schubert

19 aprile 2022

Orchestra della Toscana

Donato Renzetti - Direttore

03 maggio 2022

Rinaldo Alessandrini - Clavicembalo

Musiche di Frescobaldi, Froberger, Couperin,

Boehm, Buxtehude, Bach

10 maggio 2022

Chiara Zanisi - Violino

Giulia Nuti - Clavicembalo

Musiche di Bach

maggio 2022 (data da definire)

Duo Ebano

Musiche di Weber, Gorini


 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.