L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Ragtime di  Stephen Flaherty

in prima nazionale al Teatro Comunale di Bologna

Stefano Squarzina, direttore

Gianni Marras, regia

Shawna Farrell, direzione musicale

Gillian Bruce, coreografie

Giada Abiendi, scene

Massimo Carlotto, costumi

Daniele Naldi, luci

Iyvon Edebiri, assistente alla regia

Daniele Palumbo, Maria Sacchi, assistenti alle coreografie

Mordente music service, audio service

 

Orchestra del Teatro Comunale di Bologna

 

Allestimento Teatro Comunale di Bologna

in collaborazione con Bernstein School of Musical Theater Bologna – Direttore Shawna Farrell


Lunedì 14 luglio 2014, alle ore 20.30, nella Sala Bibiena del Teatro Comunale di Bologna debutta in prima nazionale e per la prima volta sul palcoscenico della Fondazione lirica bolognese, Ragtime, il musical in due atti di Stephen Flaherty con le liriche di Lynn Ahrens, su libretto di Terrence McNally tratto dall’omonimo romanzo di E. L. Doctorow.

La versione italiana è di Andrea Ascari commissionata dalla Bernstein School of Musical Theater.

L’allestimento è una nuova produzione del Teatro Comunale di Bologna in collaborazione con Bernstein School of Musical Theater Bologna – Direttore Shawna Farrell.

Ragtime fa parte di A Summer Musical Festival, realizzato grazie al sostegno del Comune di Bologna e rientra tra gli appuntamenti di bè bolognaestate 2014, il cartellone di iniziative coordinato e sostenuto dal Comune di Bologna – Settore Sistema Culturale e Giovani.

Per la prima volta una Fondazione lirica presenta nella propria Stagione d’Opera un titolo di musical, a dimostrazione di come anche un genere in Italia poco blasonato e frequentato come il musical possa in realtà stare alla pari con l’opera, proprio perché vicino alla contemporaneità e ai nuovi linguaggi.

Il capolavoro di Stephen Flaherty, record di incassi a Broadway, nelle mani dell’oramai consolidato terzetto che vede Gianni Marras alla regia, Stefano Squarzina alla direzione dell’Orchestra del Teatro Comunale e Shawna Farrell alla direzione musicale - che ha permesso di realizzare alcune tra le migliori produzioni di musical degli ultimi anni, tra cui Il bacio della donna ragno eLes Miserables - diventa uno spettacolo vitale e pieno di energia, complice il cast selezionato appositamente dalla Bernstein School of Musical Theater.

 

Il musical, scritto nel 1995 dalla premiata coppia Stephen Flaherty e Lynn Ahrens in collaborazione con Terrence McNally, è un commovente e nostalgico ritratto della vita dell’America dell’inizio del ventesimo secolo, con le sue mille contraddizioni tra ricchezza e povertà, giustizia e ingiustizia, libertà e pregiudizio.

 

Giudicato da molti il capolavoro della coppia Ahrens&Flaherty, Ragtime è sicuramente uno dei migliori musical prodotti a Broadway negli anni ’90. Lo spettacolo ha debuttato in realtà nel 1996 a Toronto e nel 1997 a Los Angeles. Dopo recensioni più che favorevoli e una buona accoglienza di pubblico, […] è arrivato trionfalmente anche a Broadway rimanendo in cartellone per quasi tre anni e vincendo inoltre quattro Tony Award […] La trama mescola le vicende di personaggi immaginari a quelle di persone realmente esistite come Henry Ford, il famoso mago Houdini, l’attivista politica Emma Goldman o la showgirl Evelyn Nesbit. Ambientate negli Stati Uniti d’America nel 1900, numerose sono le storie e le persone destinate a incrociarsi tra loro. […]

Le musiche spaziano dal jazz al blues, dal country al gospel, fino all’inevitabile ragtime, offrendo comunque molti passaggi moderni e ballate memorabili: la bella Journey On, l’emozionante Your Daddy’s Son e Back to Before. Poderoso il coro gospel di Till We Reach The Day. Piene di vivacità (e perfettamente inserite nel contesto storico) sono poi canzoni come Gettin Ready Rag e Crime of the Century. I momenti più teneri invece sono riservati ai brani Gliding (l’assolo di Tateh) ed Our Children. L’intero spartito nella sua originalità omaggia e ripercorre in maniera ottimale la nascita e lo sviluppo della musica americana del ‘900. […] Musical corale (molto cantato con pochi momenti di sola prosa) capace di offrire un efficace parallelismo tra i cambiamenti musicali e quelli del tempo, della società e della mentalità americana. Un bel ritratto storico che allo stesso tempo celebra una parte importante della storia americana e ne mostra anche i suoi lati più tristi e contradditori. […]

Dal Dizionario del Musical a cura di Gabriele Bonsignori.

 

Tra gli interpreti: Simona Distefano nel ruolo della Madre, Timothy Martin nel ruolo di Coalhouse, Renato Crudo nei ruoli del fratello minore/Banda di Coalhouse, Daniela Pobega nel ruolo di Sarah, Marco Romano nel ruolo di Tateh/Barone Ashkenazy, Russell Russell nel ruolo di Booker T. Washington, Andrea Ascari e Alessandro Arcodia nel ruolo del Padre, Giulia Fabbri nel ruolo di Evelyn Nesbit, Elena Nieri nel ruolo di Emma Goldman, Tommaso Parazzoli nel ruolo di un bambino, Simone Pavesio nel ruolo di Harry Houdini, Zoe Nochi nel ruolo di una bambina, Daniele Palumbo nel ruolo del nonno, Brian Boccuni nel ruolo di Willie Conklin/bianchi, Claudia Dell’Utri nel ruolo di Amica di Sarah.

 

Lo spettacolo è fuori abbonamento e replica sino a venerdì 18 luglio (ore 20.30).

 


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal