L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Viaggio nei quartieri di Bologna per la stagione 2015

Il Teatro Comunale di Bologna esce dalle storiche mura della Sala Bibiena e incontra la città, grazie a una collaborazione, già peraltro avviata lo scorso anno, con il quartiere Navile, a cui si aggiunge quest’anno il Circolo Arci Benassi.

L'Orchestra del Teatro Comunale si esibisce in due concerti sinfonici diretti dal Maestro Roberto Polastri: alla Sala Centofiori del Quartiere Navile martedì 18 novembre alle ore 20.30; e presso la Sala Maurizio Cevenini, al Circolo Arci Benassi in Viale Cavina, 4, mercoledì 19 novembre alle ore 20.30.

I concerti sinfonici, tutti a ingresso gratuito sino a esaurimento dei posti disponibili, sono anche l'occasione per presentare la Stagione d’Opera 2015, il cui avvio è oramai imminente.

Il programma dei concerti, infatti – uguale per entrambe le occasioni - ripercorre alcune delle opere presenti nel cartellone della prossima stagione, dal Ballo in maschera verdiano che apre la prossima Stagione d’Opera l’11 gennaio p. v. al Flauto magico di Mozart che vedrà l’attesissimo debutto nella direzione del titolo del Direttore Musicale Michele Mariotti. A queste opere, si aggiungono alcuni successi della Stagione 2014, come i Pas de six n°5 e Pas des soldats dal Guillaume Tell di Gioachino Rossini, e di altre stagioni memorabili come La Traviata, della quale sarà eseguito il Preludio Atto primo.

Un ‘assaggio’ di stagione prima che la stagione abbia inizio….

Quartiere Navile

SALA CENTOFIORI - Via Gorki, 16

Martedì 18 novembre 2014, ore 20.30

 

ORCHESTRA DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

Direttore ROBERTO POLASTRI

PROGRAMMA

Giuseppe Verdi

Un ballo in maschera, Preludio Atto secondo

Wolfgang Amadeus Mozart

Il flauto magico,  Ouverture

 

Giuseppe Verdi

Macbeth,  Ballabili

Gioachino Rossini

Guillaume Tell, Pas de six n°5

Giuseppe Verdi

La traviata, Preludio Atto primo

Gioachino Rossini

Guillaume Tell, n°16 Pas des soldats

Giuseppe Verdi

Luisa Miller, Sinfonia

Arci Benassi

SALA MAURIZIO CEVENINI – Viale Cavina 4

Mercoledì 19 novembre 2014, ore 20.30

 

ORCHESTRA DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

Direttore ROBERTO POLASTRI

Giuseppe Verdi

Un ballo in maschera, Preludio Atto secondo

Wolfgang Amadeus Mozart

Il flauto magico,  Ouverture

 

Giuseppe Verdi

Macbeth,  Ballabili

Gioachino Rossini

Guillaume Tell, Pas de six n°5

Giuseppe Verdi

La traviata, Preludio Atto primo

Gioachino Rossini

Guillaume Tell, n°16 Pas des soldats

Giuseppe Verdi

Luisa Miller, Sinfonia

 

ROBERTO POLASTRI- Nato a Milano nel 1957, si diploma in pianoforte con Lina Volpi Marzotto e studia direzione d’orchestra con Roberto Cecconi e Zòltan Péskò.    Dal 1990 dirige regolarmente opere, concerti sinfonici e musica da camera al Teatro Comunale di Bologna.  Dal 1998 al 2005, invitato da Riccardo Chailly, collabora con l’Orchestra Verdi di Milano in un vasto repertorio che va da Bach a Bartòk.

Ha diretto opere e concerti in molti teatri e festival internazionali, tra cui il Festival di Glyndebourne, invitato da Vladimir Jurowski (La Cenerentola, London Philharmonic Orchestra, 2005; Orchestra of the Age of Enlightenment, 2007), il Teatro di San Carlo di Napoli (Il Turco in Italia, La Damnation de Faust), il Teatro dell’Opera di Roma (I due Foscari), il Maggio Fiorentino Formazione (Gianni Schicchi), il Festival di Wexford (Parisina e Maria di Rohan di Donizetti), il Teatro de São Carlos di Lisbona, il Teatro de la Maestranza di Siviglia. 

Tra i molti impegni internazionali, ha diretto il concerto inaugurale della stagione 2010-2011 dell'Orchestra of the Age of Enlightenment alla Queen Elisabeth Hall di Londra, dedicato a Pergolesi e Mozart e trasmesso da BBC Radio 3. Nel 2010 si è alternato sul podio con Bruno Bartolettiper La Fanciulla del West al Teatro Massimo di Palermo e per Ernani a Bologna. È stato invitato da Vladimir Jurowski a Mosca per dirigere un concerto con musiche di Stravinsky, Britten e Rossini con l’Orchestra Accademica di Stato Svetlanov; recentemente è tornato a Palermo per La Traviata e per il Sogno di una notte d’estate di Mendelssohn.