L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

Concerto Straordinario l'11 dicembre

Zubin Mehta dirige

l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

Zubin Mehta con la sua Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino sono ospiti di Bologna Festival per un concerto straordinario, organizzato in occasione delle festività natalizie, in collaborazione con Unindustria Bologna. Giovedì 11 dicembre ore 21, al PalaDozza, il grande direttore d’orchestra indiano dirige un programma con pagine sinfoniche di grande popolarità: l’Ouverture dai Vespri siciliani di Verdi, il Preludio e morte di Isotta dal Tristano e Isotta di Wagner e la Sinfonia n.6 “Patetica” di Čajkovskij.

Il programma è una interessante combinazione di musica sinfonica e musica operistica, tra l’intenso pathos della Sesta Sinfoniadi Čajkovskij e la tensione drammatica del Preludio e morte di Isotta di Wagner, cui viene accostato l’appassionato eroismo dell’Ouverture dai Vespri siciliani di Verdi.

Nell’Ouverture per l’opera I vespri siciliani, tra le più eseguite dal repertorio verdiano, il fluire del discorso musicale allude alla vicenda politico-sentimentale dell’opera.

Nel celebre brano wagneriano, concepito dallo stesso Wagner come pagina sinfonica a se stante, l’intensità espressiva del Preludio viene magistralmente collegata con l’inno alla morte che conclude il dramma.

La Sesta di Čajkovskij, il capolavoro sinfonico del compositore russo, è un lavoro di forte impatto espressivo, con melodie memorabili, ritenuta dallo stesso compositore come “la migliore e la più sincera” delle sue sinfonie.