L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

×

Errore

[sigplus] Critical error: Image gallery folder galleriearticoli/NEWS/bsgennaiogiugno15 is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

Indice articoli

[sigplus] Critical error: Image gallery folder galleriearticoli/NEWS/bsgennaiogiugno15 is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

Grandi ritorni e importanti novità

Grandi ritorni e importanti novità tra gli artisti presenti nel cartellone del Teatro Grande. Artisti provenienti dalla Cina, dalla Russia, dalla Gran Bretagna, dall’Irlanda, dalla Francia, dalla Germania e prestigiosi artisti e musicisti italiani. La grande concertistica e la grande danza contemporanea, il talento dei giovani musicisti e compositori italiani, l’attenzione alle nuove promesse della musica indie, la musica barocca e la musica pop, i grandissimi direttori e i solisti di fama mondiale, i progetti per l’infanzia e le iniziative culturali per la promozione della cultura musicale.

L’inaugurazione 2015 sarà mercoledì 21 gennaio alle 21.00 con la Filarmonica della Scala che apre per la seconda volta la Stagione della Fondazione (la ricordiamo nel 2014 diretta da Myung-Whun Chung). Il concerto sarà uno degli eventi di punta del cartellone: alla guida della Filarmonica della Scala ci sarà il Maestro Daniel Harding, famoso in tutto il mondo come uno dei direttori più interessanti della nuova generazione. Il programma del concerto prevede la Sinfonia n°8 in sol maggiore op.88 di Dvořák, Il Mandarino meraviglioso op. 19, suite da concerto di Béla Bartók, e la Danza dei sette veli tratta  dall’opera Salome di Richard Strauss.
Il 5 febbraio alle 21.00 si apriranno gli appuntamenti con la grande danza della Wayne McGregor |Random Dance Company che torna al Teatro Grande dopo il successo raccolto nel 2012 con lo spettacolo Entity. Per questa nuova occasione, la compagnia sarà impegnata nello spettacolo Far, uno dei lavori più belli e ammirati del coreografo inglese che ancora una volta indaga, con la collaborazione di tre scienziati cognitivisti, nuovi ed inesplorati movimenti. Danzato da un ensemble di dieci incredibili interpreti, che al meglio rappresentano l’unicità dello stile di McGregor, Far prevede la colonna sonora originale della superstar australiana dell’elettronica Ben Frost.
Domenica 8 febbraio alle 21.00 l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, che da anni collabora con il Teatro Grande nell’ambito della tradizionale Stagione d’Opera, sarà questa volta protagonista non in buca ma sul palco per un emozionante concerto diretto dal Maestro Ottavio Dantone e con la partecipazione straordinaria di Viktoria Mullova, violinista russa di fama internazionale. Sarà un’occasione per celebrare i 70 anni dell’Orchestra con un programma di particolare rilievo che prevede l’Ouverture tratta dall’opera di Haydn Il mondo della luna, il Concerto per violino e orchestra op.64 e la Sinfonia n.4, “Italiana” op. 90 di Felix Mendelssohn Bartholdy. L’evento sarà in parte riservato ai sostenitori della Fondazione.
Altro straordinario appuntamento con la danza sarà quello del 13 febbraio alle 21.00 con la Shen Wei Dance Arts che porta sul palcoscenico del Grande due capolavori del celebre coreografo definito dalla critica “uno dei più grandi artisti del nostro tempo”. Il primo pezzo, Map, si costruisce sul potere dei corpi e sul ritmo della musica di Steve Reich per culminare in un magistrale vortice di energia, tracciando i contorni di cinque “mappe del movimento” che documentano il terreno corporale della tecnica coreografica di Shen Wei. Folding ci porta in una nuova dimensione in cui la danza occidentale si unisce ai movimenti delle antiche arti marziali orientali, i canti buddisti tibetani alle melodie eteree di John Tavener, generando un’atmosfera surreale al di là del tempo e dello spazio. Già ospite al Teatro Grande nell’ottobre 2011, Shen Wei si conferma un artista poliedrico che nelle sue creazioni riesce a fondere tradizioni e mondi diversi dando vita a performance con impatti visivi sensazionali e visionari, in cui spesso il linguaggio della danza interagisce con altre discipline artistiche.
Il 17 marzo alle 21.00 la Sala Grande ospiterà un concerto imperdibile che vedrà protagonisti il Maestro Antonio Pappano, star mondiale della musica, e Luigi Piovano, primo violoncello solista dell'Orchestra Sinfonica dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia. Il Maestro Pappano sarà per la seconda volta ospite della Fondazione del Teatro Grande ma non più in veste di direttore, bensì di eccelso pianista. Il programma che eseguirà in duo con Luigi Piovano prevede l’esecuzione della Sonata n. 3 in la maggiore op. 69 di Beethoven e della Sonata n. 2 in fa maggiore op. 99 di Brahms. La serata è organizzata in collaborazione con AIRC Associazione Italiana Ricerca sul Cancro.
Il 27 marzo alle 21.00 il pubblico potrà assistere al raffinato lavoro M!M di Laurent Chétouane, regista e coreografo francese che in Germania ha trovato il successo e ha fatto discutere per l’originalità dei suoi lavori. M!M sarà interpretato dai danzatori Matthieu Burner e Mikael Marklund ed è un duo che indaga il gesto coreografico a partire dal concetto di amicizia nel senso più ampio del termine fino ad arrivare alle accezioni più vicine alla sfera politica e sociale, come la gestione di uno spazio condiviso, la democrazia della convivenza e le trasformazioni che possono intercorrere in un rapporto.
The Talent sarà il titolo della serata di danza con gli straordinari BalletBoyz che si esibiranno per la prima volta sul palco del Teatro Grande il 12 aprile alle 21.00. Energia pura quella di questo corpo di ballo britannico tutto al maschile che fino ad oggi ha ricevuto numerosi riconoscimenti e nomination per premi internazionali come l’Olivier Award, due nomination al South Bank Show Award, la Rose d’Or, l’International Emmy e il Golden Prague Grand Prix per i documentari televisivi su Channel 4 e per il canale BBC Three, a cui la compagnia deve una parte significativa della propria popolarità. Dal 2005 è Associate Company del Sadler’s Wells e nel 2013 è stata premiata dal National Dance Awards come miglior compagnia indipendente. La serata prevede due coreografie appositamente commissionate a due straordinari coreografi anglosassoni: Mesmerics di Christopher Wheeldon e la prima italiana di The Murmering di Alexander Whitley.
Dopo il successo del 2013, il Teatro Grande di Brescia torna ad ospitare la serata per la consegna dei Premi Danza&Danza: il Gala di Danza si terrà il 19 giugno alle ore 21.00 e porterà a Brescia le eccellenze del panorama italiano e internazionale, superstar e giovani promesse che hanno ricevuto il plauso della prestigiosa giuria esibendosi sui palcoscenici italiani ed esteri nelle ultime stagioni. Già confermate al Gala alcune presenze dei Primi ballerini del Teatro alla Scala Mick Zeni e Nicoletta Manni, la Prima ballerina del Wiener Staatsballett Olga Esina e la Solista Alice Firenze, il Junior Balletto di Toscana.
Gli appuntamenti della Stagione gennaio-giugno 2015 si distribuiranno come di consueto nei diversi spazi del Teatro: oltre agli eventi in Sala Grande sopra descritti, il Ridotto e il Salone delle Scenografie ospiteranno incontri e performance musicali dall’atmosfera più intima che richiedono altresì un contatto più ravvicinato con il pubblico.
Il 30 gennaio alle 21.00 nel Salone delle Scenografie si esibirà con la sua band Paolo Cattaneo, cantautore di origini bresciane che proporrà una performance intensa dove la sua personalità incontra dal vivo tre importanti musicisti bresciani – Fulvio Sigurtà, Emanuele Maniscalco, Walter Beltrami – tre amici ormai di casa a Londra, Copenaghen e Madrid, per condividere il palco, nuovamente insieme.
Nel Ridotto del Teatro Grande la Stagione prevede un appuntamenti con l’Ensemble Sentieri selvaggi con cui la Fondazione condivide l’importante progetto di avvicinare il grande pubblico alla musica contemporanea: Ritratto Italiano in calendario il 5 marzo alle 21.00, sarà un concerto esplosivo che apre una finestra su alcune delle partiture più interessanti del panorama compositivo contemporaneo. Tante voci diverse, appartenenti a generazioni differenti, ci parleranno di quello che significa scrivere Musica oggi.
Il 19 marzo alle 21.00 il Ridotto del Teatro Grande ospiterà il concerto dell’ensemble Les Paladins, oggi punto di riferimento in Francia, Belgio, Stati Uniti e Germania. Il gruppo vocale e strumentale è stato fondato dal suo direttore Jerome Correas per proporre l'opera italiana del diciassettesimo e diciottesimo secolo e in ogni concerto Les Paladins sviluppa un’interpretazione che si basa non solamente sulla partitura, ma anche su tutte le possibilità espressive musicali e teatrali in rapporto alla lingua usata nei
testi. Il programma del concerto, interamente strumentale, sarà dedicato alla danza francese con brani di Charpentier, Mouret, Couperin, Barriere, Leclair, Rameau.
Sempre nel Ridotto tornerà la Stagione dell’Ensemble del Teatro Grande coordinata da Sandro Laffranchini, primo violoncello del Teatro alla Scala. L’Ensemble del Teatro Grande si presenterà in una formazione parzialmente rinnovata che prevede la partecipazione dei giovani ma già affermati violinisti Laura Marzadori e Daniele Richiedei, di Eugenio Silvestri alla viola e di Andrea Rebaudengo al pianoforte, oltre allo stesso Sandro Laffranchini al violoncello. I due concerti del primo semestre 2015 sono in programma per il 22 marzo e il 19 aprile, come da tradizione sempre la domenica mattina alle ore 11.00.
La giovane songwriter Soak, giovanissima emergente dell’Irlanda del Nord (ha solo 18 anni) si esibirà il 9  aprile alle 21.00 nel Ridotto del Teatro Grande. La critica internazionale ha già speso note molto positive per il futuro di questa promessa che viene spesso paragonata ad artisti come Cat Power, Laura Marling e i Beach House. Dopo aver suonato ai festival estivi di Glastonbury, Latitude e Electric Picnic, SOAK ha annunciato l’uscita del suo primo singolo “B a noBody” su Rough Trade con cui pubblicherà nel 2015 l’album di debutto, presentato poi a Brescia.
Nei mesi di maggio e giugno riprenderanno anche “I concerti del Conservatorio” con le esibizioni degli allievi più interessanti del Conservatorio Luca Marenzio di Brescia.
Tornano anche le Conversazioni al Grande con la nuova connotazione “Conversazioni in musica”: gli incontri, condotti dal Maestro Carlo Boccadoro, ospiteranno di volta in volta ospiti illustri – tra cui Giancarlo Facchinetti e Umberto Benedetti Michelangeli – che indagheranno mondi diversi del panorama musicale di ieri e di oggi.
La Fondazione del Teatro Grande continua inoltre il “Progetto Infanzia”, percorso di ampliamento dell’offerta culturale per i più piccoli: domenica 1 febbraio torna a grande richiesta l’iniziativa Il Grande per i Piccoli, l’appuntamento dedicato ai bambini e alle loro famiglie che riempirà gli spazi del Grande con laboratori, iniziative e performance studiate ad hoc per i giovanissimi. Un modo insolito di abitare gli spazi del Teatro e un efficace strumento di alfabetizzazione e di avvicinamento del giovane pubblico al teatro, alla musica e ai nuovi linguaggi dello spettacolo.
Da sempre la Fondazione del Teatro Grande offre al proprio pubblico proposte innovative e vantaggiose per crearsi in estrema libertà il proprio palinsesto di spettacoli. Ritroviamo quindi anche per la Stagione 2015 tre tipologie di abbonamento che abbracciano in modo trasversale gli spettacoli della Fondazione: musica classica, musica pop e danza potranno essere scelti in varie combinazioni che gli spettatori interessati ritroveranno nel Carnet Gold (100 euro), nel Carnet Smart (60 euro) e nello speciale Carnet Danza dedicato agli under30 (45 euro).
Continua anche l’iniziativa TeatroGrandeCard realizzata in collaborazione con Ubi Banco di Brescia. La TeatroGrandeCard per il 2015 è acquistabile in Biglietteria ed è a tutti gli effetti un abbonamento  aperto per la Stagione 2015 che dà diritto al 15% di sconto sui biglietti (sconto riferito alla tipologia di appartenenza), a sconti al Caffè del Teatro Grande Berlucchi, oltre alle numerose ed esclusive agevolazioni inerenti l’attività del Teatro. Sempre in Biglietteria possono inoltre essere rinnovate per il 2015 le Card già attivate negli anni scorsi. Ricordiamo che grazie alla collaborazione con Ubi Banco di Brescia è stato possibile associare alla TeatroGrandeCard tutte le funzionalità della Carta Enjoy-TeatroGrande Brescia, dandole quindi anche il valore aggiunto di una carta di credito prepagata ricaricabile senza spese di attivazione e gestione.
Biglietti e abbonamenti sono acquistabili alla Biglietteria del Teatro Grande e sui siti teatrogrande.it e vivaticket.it a partire da martedì 9 dicembre 2014. I possessori della TeatroGrandeCard potranno acquistare in prelazione i biglietti della Stagione gennaio-giugno 2015 nei giorni 5 e 6 dicembre presentando la propria TeatroGrandeCard presso la Biglietteria del Teatro Grande.
Sul sito teatrogrande.it saranno resi disponibili in tempo reale gli aggiornamenti sulla programmazione della Stagione e sull’attività del Teatro. Si ricordano gli orari di apertura della Biglietteria del Teatro Grande: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00.

{gallery}galleriearticoli/NEWS/bsgennaiogiugno15{/gallery}


Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brescia.
Registrazione n. 1/2015 del 26/01/2015
© 2015 L'ape musicale. Tutti i diritti riservati

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy

RECENSIONI  INTERVISTE NEWS 

TV RADIO e STREMING

VIDEO  TERZA PAGINA CORSI e CONCORSI 

CONTATTI

 

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.