L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Brahms per Toscanini

Venerdì 12 gennaio 2018 – ore 20.30  Turno Verde

Martedì 16 gennaio 2018 – ore 20.30 Turno Rosso

                                                                           

ALPESH CHAHUAN Direttore

                                                                                                        

Johannes Brahms -  Sinfonia in fa maggiore n. 3 op. 90

Johannes Brahms - Sinfonia in do minore n. 1 op. 68

                                                                                                              

Il ciclo delle sinfonie di Brahms dirette da Alpesh Chahuan si completa con un omaggio ad Arturo Toscanini, che del compositore di Amburgo fu sommo interprete, a ridosso del sessantunesimo anniversario della scomparsa, avvenuta a New York il 16 gennaio 1957.

IL PROGRAMMA

La gestazione della Prima sinfonia di Brahms si estende per oltre vent'anni (1855-76), sicché l'atteso debutto nel genere avviene, per l'autore, quando è già un musicista affermato e apprezzato. Una così lunga elaborazione si concretizzò in un successo consacrato dall'entusiastica recensione di Eduard Hanslick, che vi ravvisò echi beethoveniani e a cui fece eco Hans von Bülow salutando la sinfonia come la "Decima di Beethoven". In realtà il legame con il passato e i modelli classici in Brahms va a braccetto con una forte spinta progressiva, già ben evidente in questa partitura nel trattamento smaliziato di alcune vere e proprie citazioni del titano di Bonn.  La Terza sinfonia debutta dopo una pausa di alcuni anni, nel 1883, l'anno della morte di Wagner in cui, dunque, Brahms resta come il più grande compositore tedesco vivente riconosciuto: la partitura riflette questo momento particolarmente felice della carriera del musicista di Amburgo, che porta alla sua massima espressione la sintesi fra elaborazione personale e forme classiche, all'insegna del motto Frei aber Froh (libero ma felice) il cui acronimo F-Ab-F si tramuta, nella notazione tedesca, in un motto musicale (Fa-La bemolle-Fa) cardine ricorrente nella sinfonia.

GLI AUTORI

Johannes Brahms nasce ad Amburgo il 7 maggio 1833. Mentre irrompe la rivoluzione del teatro musicale wagneriano, si concentra sul repertorio sinfonico, cameristico, oratoriale sacro e profano. I suoi modelli si identificano nella dottrina di Bach e nel classicismo viennese, con Beethoven quale punto di riferimento ideale; la grande cura formale si accompagna sempre a una sincera ispirazione poetica, con ripiegamenti intimi di particolare suggestione. Morirà a Vienna il 3 aprile del 1897, un anno dopo la preziosa amica e irrinunciable consigliera Clara Wieck Schumann.

GLI INTERPRETI

Alpesh Chauhan ricopre la carica di Direttore Principale della Filarmonica Arturo Toscanini dal settembre 2017. Il giovane direttore inglese ha velocemente raggiunto un vasto riconoscimento internazionale; tra i suoi maggiori successi in questi anni spiccano i due concerti ai BBC Proms, la produzione operistica di Turandot al Teatro Lirico di Cagliari, la registrazione di Ten Pieces Secondary film con la BBC Philharmonic e una stagione al Barbican Centre con la London Symphony Orchestra. Dal 2014 al 2016 è stato Assistant Conductor della City of Birmingham Symphony Orchestra. Apparendo regolarmente nei media, Chauhan è stato presentato come “Stella Nascente” su BBC Music Magazine e intervistato da BBC Radio 4, BBC World Service e dal Guardian. Ha studiato con Stanislaw Skrowaczewski, partecipato a masterclass con Juanjo Mena e Vasily Petrenko, mentre Andris Nelsons e Edward Gardner sono stati suoi mentori.

 

INFO e BIGLIETTI 

→ Acquista i biglietti

 

Questo contenuto è realizzato in partnership con la Fondazione Arturo Toscanini di Parma


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal