L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

×

Errore

[sigplus] Critical error: Image gallery folder galleriearticoli/2016/NEWS/palermoinoman is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

Il teatro massimo in partenza da palermo per muscat (oman)

[sigplus] Critical error: Image gallery folder galleriearticoli/2016/NEWS/palermoinoman is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

Rataplan!

 Si ringrazia il teatro Massimo di Palermo per il materiale video

Il Teatro Massimo vola in Oman su invito della Royal Opera House di Muscat

All’aeroporto di Palermo flash mob con gli artisti che cantano e ballano

Saluti del sindaco Orlando e il sovrintendente Giambrone

In viaggio in tutto centosessantotto persone, due container con le scene, cinquanta casse con i costumi

PALERMO. Lo storico allestimento di Franco Zeffirelli per La fille du règiment di Gaetano Donizetti con la regia di Filippo Crivelli vola alla volta della Royal Opera House di Muscat, capitale del Sultanato dell’Oman. Una tappa importante che segna il ritorno del Teatro Massimo di Palermo ai grandi appuntamenti internazionali. Le tournèe coinvolge centosessanta persone tra professori d’orchestra, artisti del coro, tecnici, prevede la partenza di due container via mare con le scene e il trasporto in aereo di oltre cinquanta casse con costumi, parrucche e gioielli di scena. Le comparse saranno invece selezionate direttamente a Muscat, secondo la politica di progressivo coinvolgimento dei cittadini omaniti nella preparazione degli spettacoli d’opera.

Il 6 maggio all’aeroporto di Punta Raisi flash mob degli artisti (in gran parte componenti del Coro e ballerini) hanno cantato e ballato improvvisamente davanti ai check in delle partenze, accompagnati al pianoforte dal maestro Giuseppe Cinà, suscitando l’interesse e gli applausi dei viaggiatori di passaggio.

Il programma della tournèe del Teatro Massimo nella stagione 2015/2016 della Royal Opera House di Muscat prevede dall’11 al 14 maggio tre recite della Fille du règiment, il 18 maggio invece un concerto con il soprano Diana Damrau e il basso-baritono Nicolas Testè.

Sul podio Keri-Lynn Wilson, già altre volte alla guida dell’Orchestra del Teatro Massimo. Nel ruolo di Marie, la vivandiera del reggimento che, riscoperte le origini nobiliari, viene “costretta” a tornare nella gabbia dorata del palazzo della marchesa, la palermitana Desirée Rancatore. Accanto a loro i tenori Shalva Mukeria e Pietro Adaini nei panni del giovane tirolese Tonio che, per amore della vivandiera, si arruola nel reggimento; il baritono Vincenzo Taormina interpreta Sulpice, sergente che con gli altri soldati si è preso cura di Marie; Anna Maria Chiuri, la marchesa di Berkenfield, presunta zia di Marie, in realtà sua madre; il soprano Daniela Mazzucato, già interprete di tantissimi ruoli nelle stagioni del Teatro Massimo, che torna nel ruolo della Duchessa di Krakenthorp, da sempre affidato a carismatici interpreti teatrali.

 Flash mob in aeroporto

Le interviste alla partenza

 

{gallery}galleriearticoli/2016/NEWS/palermoinoman{/gallery}


Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brescia.
Registrazione n. 1/2015 del 26/01/2015
© 2015 L'ape musicale. Tutti i diritti riservati

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy

RECENSIONI  INTERVISTE NEWS 

TV RADIO e STREMING

VIDEO  TERZA PAGINA CORSI e CONCORSI 

CONTATTI

 

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.