L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

La nuova nemica

Quando, passata la metà del terzo secolo dopo Cristo, un nuovo astro sorge dall'Oriente, pare che getti su Roma le ombre rinate delle regine africane, e Zenobia, la nuova nemica, non sfugge al paragone, anzi si proclama discendente ed erede e di Didone e di Cleopatra.

Non un'emula, però, ché la regina di Palmira rinnova il mito terribile della regina guerriera, ma con tratti e attributi virili che ancor più destabilizzano l'avversario romano. Totalmente aliena dalla sensualità esibita e spregiudicata che caratterizza Cleopatra e Semiramide, Zenobia non pare minimamente conoscere nemmeno la passionalità della pur regale, fiera e virtuosa Didone, né il muliebre contegno di Sofonisba. Con morbosa, stupefatta cura la storiografia ci descrive, e ripete di fonte in fonte, una condotta coniugale degna della più intransigente moralistica cristiana: non più di una volta al mese Zenobia si concedeva al marito, e solo dopo aver constatato che il precedente tentativo non aveva avuto esito a fini procreativi. Francamente, che abbia potuto divenire madre di almeno due figli in queste condizioni ha del miracoloso, e, certo, per tutta la durata del suo regno non si riscontra traccia o allusione alcuna a relazioni. Il suo generale Zabda verrà operisticamente tramutato nell'amato e amante Arsace già nel libretto di Gaetano Sertor per Pasquale Anfossi (Zenobia in Palmira, Venezia 1789-99), ma senza alcun fondamento storico. La storiografia antica e la tradizione medievale, insieme con la singolare bellezza, ne enfatizzano invece i tratti virili di abile cavallerizza e cacciatrice, d'infaticabile marciatrice, la capacità di reggere l'alcol superiore a quella di molti soldati, nonché la robustezza fisica e la voce profonda. Zenobia è a tutti gli effetti una virago che, alla maniera delle amazzoni o delle vergini giurate balcaniche, evita, o limita al minimo indispensabile, ogni commercio carnale, una guerriera tale da portar scompiglio dalla Siria all'Egitto, strappando prima il Regno di Palmira, quindi un intero Impero al dominio di Roma.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Brescia.
Registrazione n. 1/2015 del 26/01/2015
© 2015 L'ape musicale. Tutti i diritti riservati

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy

RECENSIONI  INTERVISTE NEWS 

TV RADIO e STREMING

VIDEO  TERZA PAGINA CORSI e CONCORSI 

CONTATTI

 

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.