L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Una voce m'ha colpito

 di Roberta Pedrotti

Davide Luciano, per quanto giovanissimo, è comparso rapidamente, ma non all'improvviso. Accademia Rossiniana e concorso AsLiCo nel 2012, Haly nell'Italiana in Algeri al Rof nel 2013, Taddeo nella stessa opera con l'AsLiCo, Pacuvio nella Pietra del paragone a Parigi, Figaro a Roma... La gavetta è rapida, perché l'artista è di prima qualità, e l'exploit come Batone nell'Inganno felice al Rof 2015 [leggi la recensione] è una piacevolissima sorpresa, considerato che il ruolo, il primo scritto da Rossini per il sommo Filippo Galli, non è certo dei più semplici. Eppure non si trova un difetto nella sua performance, anche a giudicarlo con il metro dei grandi e non con l'indulgenza dovuta a un baritono men che trentenne alle prese con una parte scritta per un mito del canto.

A telecamera accesa e spenta, è un piacere discutere di musica, teatro e vocalità e trovare conferma di un talento, di una consapevolezza di sé, di una personalità di cui, sicuramente, si sentirà molto parlare, e a lungo, nei prossimi anni.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.