L’ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

.

 

 

 

 

Indice articoli

 

Gli incontri

Il 7 dicembre 2019 Tosca, che inaugura la Stagione 2019/2020, sarà dedicata a Paolo Grassi, il “poeta dell’organizzazione” che ha fatto della formazione di un pubblico consapevole e critico il perno della sua idea della funzione culturale e civile del Teatro. E proprio ricordando Grassi, Sovrintendente dal 1972 al 1977, il Teatro alla Scala presenta insieme a diverse associazioni e istituzioni un fitto calendario di incontri nel mese di novembre, in attesa dell’ondata di eventi programmati dal Comune di Milano insieme a Edison, al Teatro e alla Rai nel progetto Prima diffusa che animerà la città dal 30 novembre al 12 dicembre. Protagonista del calendario delle prossime settimane è Riccardo Chailly, che a Giacomo Puccini ha dedicato la sua vita come interprete, studioso e divulgatore e che ha trovato il tempo per partecipare personalmente a numerosi eventi.

16 novembredalle 11 alle 13 e dalle 14.30 alle 18, Ridotto dei Palchi del Teatro alla Scala - Tosca, primadonna all’opera”, Convegno di studi a cura di Franco Pulcini. Hanno partecipato Michele Girardi, Dieter Schickling, Gabriella Biagi Ravenni, Riccardo Chailly, Roger Parker, Gabriele Dotto, Gerardo Tocchini e Laura Cosso. Nel corso del Convegno sarà presentato il libretto di lavoro di Puccini, Illica e Giacosa esposto al Museo Teatrale, dalla Collezione del Museo Casa Natale di Giacomo Puccini a Lucca. Accompagna l’esposizione un applicativo interattivo realizzato dall’Archivio Storico Ricordi e dal LIM Laboratorio di Informatica Musicale dell’Università degli Studi di Milano che consente di sfogliare la riproduzione digitale dell’intero libretto autografo e anche di ascoltare l’interpretazione di Maria Callas dell’aria “Vissi d’arte” seguendo la partitura autografa di Tosca conservata presso l’Archivio Storico Ricordi o le parole sul libretto della Fondazione Giacomo Puccini (ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili).

19 novembreore 18, Ridotto dei Palchidel Teatro alla Scala - per il ciclo “Prima delle Prime” a cura degli Amici della Scala incontro dal titolo “La prima opera del Novecento” con Sandro Cappelletto e la partecipazione del Maestro Riccardo Chailly.

21 novembre ore 18, Aula Magna dell’Università Bocconi - Riccardo Chailly ha presentato Tosca di Giacomo Puccini agli studenti dell’Università con un’introduzione di Severino Salvemini.

25 novembre ore 18, Amici del Loggione, via Pellico 6 - Riccardo Chailly ha incontrato i soci insieme al presidente Gino Vezzini.

26 novembre ore 18.30, Teatro alla Scala - Introduzione all’opera con il Maestro Riccardo Chailly e Sandro Cappelletto e prova aperta per i soci di Fondazione Milano per la Scala e per gli studenti delle Università e dei Conservatori Milanesi. Evento ripreso dalle telecamere della Rai.

6 dicembre ore 18, Cinema Teatro Delfino, Piazza P. Carnelli - “Tosca, melodramma estremo”,Incontro con Filippo Del Corno e Riccardo Chailly (ingresso gratuito con prenotazione all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).Evento incluso nel calendario di Prima diffusa.

12 dicembre ore 18, Conservatorio di Milano, Sala Puccini, via Conservatorio 12 - Il Direttore Musicale discute l’opera inaugurale della Stagione con gli studenti dei corsi di Direzione d’orchestra del Conservatorio, che dovranno “cimentarsi” con lo stesso capolavoro pucciniano (ingresso gratuito con prenotazione all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Evento incluso nel calendario di Prima diffusa.


Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.