L’Ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

Indice articoli

Janáček e la memoria

LA PICCOLA VOLPE ASTUTA – Il capolavoro di Janáček nel poetico allestimento di Robert Carsen

Dal 19 al 26 gennaio va in scena al Teatro Regio – e per la prima volta a Torino – La piccola volpe astuta, opera delicata e complessa di Leoš Janáček che vede come protagonista un cucciolo di volpe coinvolto in diverse avventure e disavventure; una storia semplice ma intensa, che il regista canadese Robert Carsen ha saputo valorizzare con gusto e sensibilità. Per rendere al meglio la musicalità della lingua ceca, elemento teatrale esso stesso, non poteva che esserci un cast madrelingua specializzato nell’interpretazione delle opere del compositore di Brno. Sul podio di Orchestra e Coro del Teatro Regio, il direttore inglese Jan Latham-Koenig; l’allestimento, in prima italiana, proviene dalla Francia ed è una coproduzione tra l’Opéra national du Rhin di Strasburgo e l’Opéra de Lille. Il Coro del Regio è istruito da Claudio Fenoglio, così come il Coro di voci bianche del Regio e del Conservatorio di Torino nel cui organico, diversi bambini ricoprono anche parti solistiche. Inizia così il Progetto Janáček-Carsen che proporrà, a partire da questa Stagione, i grandi capolavori del compositore cèco, uno dei padri del linguaggio musicale del Novecento.

L’opera verrà trasmessa in diretta da Rai Radio3 martedì 19 gennaio alle ore 20 e sarà presentata al pubblico dallo stesso Jan Latham-Koenigmartedì 12 gennaio ore 17.30 al Piccolo Regio, nell’incontro dal titolo La piccola volpe astuta e Messa glagolitica. Janáček e l’influenza dell’amore. L’ingresso è libero.

JANÁČEK-DVOŘÁK – In concerto due composizioni dei padri della musica cèca

Venerdì 22 gennaio alle 20.30, per la stagione de I Concerti 2015-2016, ancora il maestro Jan Latham-Koenig dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio in un programma che rende onore ai due più grandi compositori dell’attuale Repubblica Ceca: AntonínDvořák e Leoš Janáček. Del primo si ascolterà il celeberrimo Concerto in si minore per violoncello op. 104, solista Mario Brunello, il quale ha uno stretto rapporto con la partitura. Di Janáček verrà eseguita la Messa glagolitica, così chiamata poiché cantata in glagolitico, la più antica lingua slava conosciuta. La Messa è un poderoso affresco corale nel quale il compositore riversò una forza spirituale quasi primordiale. Solisti, il soprano Adriana Kohutková, il mezzosoprano Eliška Weissová, il tenore Aleksei Tatarintsev e il basso Vitaly Efanov.

IL GIORNO DELLA MEMORIA – La musica vietata dal Nazismo in un recital che medita sulle tragedie del passato

Mercoledì 27 gennaio alle ore 20, al Piccolo Regio Puccini, prende il via la stagione di Al Regio in famiglia, un cartellone di spettacoli particolarmente adatti ai nuclei familiari con bambini e ragazzi under 16. In occasione del Giorno della Memoria, viene proposto il recital Musica degeneratainterpretato dal soprano Laura Catrani e dal pianista Luca Brancaleon. Entartete Musik era,nella Germania nazista, la musica che in qualche modo non preservava la cosiddetta purezza della razza, e che era sgradito al potere perché poteva condurre a pericolose “degenerazioni”. Autori ebrei, slavi e, in generale, non ariani, ma anche la musica di avanguardia e il jazz furono quindi proibiti, e nomi come Mendelssohn, Mahler, Schönberg, Weill, Stravinskij, Hindemith e Gershwin furono censurati. Il concerto-spettacolo, in cui sono previste anche alcune letture, verrà replicato per il pubblico delle scuole il 27 e 28 gennaio alle ore 10.30.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti, è possibile consultare il sito del Teatro Regio all'indirizzowww.teatroregio.torino.it


Stagione d’Opera 2015-2016

LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

Al Regio il capolavoro di Leóš Janáček, una commovente fiaba del ’900

In prima italiana il poetico allestimento con la regia di Robert Carsen

Jan Latham-Koenig sul podio dell’Orchestra e Coro del Regio

Teatro Regio, martedì 19 gennaio 2016, ore 20

Martedì 19 gennaio 2016, alle ore 20, il Regio mette in scena La piccola volpe astuta di Leóš Janáček, in prima esecuzione a Torino, con la regia di Robert Carsen. Un’occasione unica per apprezzare un titolo di rara esecuzione, presentato in un allestimento di grande bellezza e poesia. La piccola volpe astuta dà inizio al Progetto Janáček – Carsen che prevede la messa in scena, a partire da questa Stagione, dei grandi capolavori del compositore moravo, uno dei padri del linguaggio musicale del Novecento, letti e interpretati da Robert Carsen, il grande regista canadese, che vanta con il Regio uno stretto rapporto iniziato nel 1996 conCendrillon e proseguito conMefistofele(2002), Rusalka (2007) eSalome (2008). Il direttore inglese, Jan Latham-Koenig, uno dei massimi esperti dell’opera di Janáček, sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio, dirige la ricca partitura del compositore. Il delicato e poetico allestimento di Carsen, in prima italiana, è una coproduzione tra l’Opéra national du Rhin e l’Opéra de Lille. Nel cast: Lucie Silkenová, Michaela Kapustová, Svatopluk Sem, Eliška Weissová, Jaroslav Březina.

Acclamato dalla critica, celebrato dal pubblico e richiesto nei più importanti palcoscenici lirici, Robert Carsen è il regista che più di ogni altro ha saputo infondere nuova linfa nella regia del teatro d’opera. Ha affrontato titoli che spaziano dal barocco al contemporaneo, raggiungendo vertici di assoluta perfezione, stilistica e formale, con le opere di Janáček che, anche grazie a lui, sono entrate oggi in repertorio. La storia di Bystrouška, la piccola volpe astuta, è una metafora dell’esistenza, espressa però con toni leggeri e idilliaci; Carsen ha saputo più di tutti valorizzare l’opera, sottolineando il realismo, l’inquietudine e la poesia che pervadono la partitura di Janáček. In un’ambientazione onirica, dominata da grandi colline dai colori invernali, i numerosi personaggi dell’opera, per lo più animali in forme umane, animano un bosco fantastico e interagiscono con gli uomini, in un dialogo a volte drammatico, a volte affettuoso.

L’Orchestra e il Coro del Teatro Regio sono diretti dall’inglese Jan Latham-Koenig, uno dei massimi interpreti dell’opera di Janáček, del quale ha saputo cogliere in profondità il peculiare linguaggio musicale, lavorando anche a stretto contatto con musicisti che avevano conosciuto personalmente il compositore. «Lo stile di Janáček – dice Latham-Koenig – è davvero rivoluzionario, senza legami con quanto lo ha preceduto. Janáček affida all’orchestra un ruolo preminente, quasi straussiano, con notevoli difficoltà sul piano ritmico. La sua musica ha poi un vincolo strettissimo con la lingua ceca. C’è in Janáček un’aderenza totale alle particolarità fonetiche e sintattiche, alla musicalità interna della frase, agli accenti, alle inflessioni, ai toni della prosodia ceca, tanto che non è pensabile far interpretare le sue opere da cantanti che non siano di madrelingua ceca o slovacca. In questo senso, il compositore con cui Janáček ha più stretta somiglianza è Monteverdi».

Il cast impegnato nelle cinque recite dell’opera, dal 19 al 26 gennaio, annovera riconosciuti artisti formati nel solco della tradizione mitteleuropea, con grande esperienza nell’interpretazione dei capolavori di Janáček. Lucie Silkenová, soprano, interpreta la volpe Bystrouška, protagonista dell’opera. Vincitrice di numerosi concorsi, Silkenová, dotata di timbro morbido e chiaro, ha lavorato al fianco di prestigiose orchestre quali la BBC Symphony Orchestra, la Prague Symphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di Stato di San Paolo. Michaela Kapustová, mezzosoprano, interpreta Zlatohřbítek, il volpacchiotto che sposerà Bystrouška. Kapustová, giovane artista con una promettente carriera, ha vinto numerosi concorsi tra i quali l’Antonin Dvořák’s International Vocal Competition e il Leóš Janáček International Competition, perfezionandosi successivamente alla prestigiosa Janáček Academy of Music and Performing Arts di Brno. Il baritono Svatopluk Sem interpreta un doppio ruolo: Il guardiacaccia e La zanzara. Con il suo timbro potente e duttile, Sem ha interpretato i principali ruoli delle opere di Janáček in importanti teatri europei, svolgendo del pari un’intensa attività concertistica. Il mezzosoprano Eliška Weissová, veste i panni de La moglie del guardiacaccia e del gufo. Artista dalla solida tecnica arricchita da una presenza scenica di prim’ordine, Weissová si è esibita, tra gli altri, all’Opéra Bastille, all’Opéra de Rennes e al Teatro Bellini di Catania. Il numeroso cast annovera, tra l’altro, il tenore Jaroslav Březina (Il maestro di scuola); il basso Ladislav Mlejnek (Il parroco, Il tasso); il baritono Jakub Kettner (Harašta) e il mezzosoprano LenkaŠmídová (La signora Pásková, Il picchio, Un pollo). La regia di Robert Carsen è ripresa da Stefano Simone Pintor, scene e costumi sono di Gideon Davey, le coreografie di Philippe Giraudeau e le luci di Robert Carsen e Peter Van Praet. Il Coro del Teatro Regio e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi” sono istruiti da Claudio Fenoglio.

La piccola volpe astuta (Příhody lišky Bystroušky), settima opera di Janáček, venne completata nel 1924. Il libretto, scritto dal compositore stesso, si basa su un fumetto a puntate pubblicato nella rivista “Lidové noviny”. L’opera, eseguita in lingua originale ceca con sopratitoli in italiano, narra le avventure di Bystrouška, una volpe che, grazie alla sua astuzia, riuscirà a cavarsela in diverse situazioni. All’inizio del primo atto Bystrouška viene catturata da un guardiacaccia che la porta nella sua fattoria. Bystrouška viene legata e subisce le angherie del cane e le molestie dei bambini ma, nonostante le difficoltà, il suo carattere e la sua natura non vengono addomesticati. In un impeto di rabbia, uccide tutte le galline e riesce a fuggire tornando libera nel bosco. Nel secondo atto, in una locanda, il maestro, il parroco e il guardiacaccia, trascorrono un’allegra serata, ricordando gli amori di gioventù. L’atto si conclude, in parallelo, con il trionfo dell’amore di Bystrouška che, nel bosco, incontra e si innamora di Zlatohřbítek, un bel volpacchiotto pieno di fascino. Osservati da uccelli pettegoli, Bystrouška e Zlatohřbítek si sposano tra i festeggiamenti generali, circondati da tutti gli animali del bosco. Nel terzo atto si compie il tragico destino di Bystrouška, uccisa da un colpo di fucile sparato da Harašta, un venditore di polli. L’opera si conclude con il guardiacaccia che, come all’inizio, vede una piccola volpe rossa, crede sia Bystrouška e la vuole riportare con sé a casa. È invece uno dei suoi cuccioli che scappa e scompare nella foresta, continuando il ciclo della vita: ineluttabile e infinito.

Nell’ottica di una programmazione artistica coerente e organica, il filone Janáček avrà anche un approfondimento nella Stagione deI Concertidel Regio. Venerdì 22 gennaio alle 20.30, Latham-Koenig, sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio, dirigerà l’imponente Messa glagolitica di Janáček, il suo capolavoro sacro completato nel 1926.

L’opera sarà presentata al pubblico martedì 12 gennaio alle ore 17.30 al Piccolo Regio Puccini con una conferenza dal titolo La piccola volpe astuta e Messa glagolitica. Janáček e l’influenza dell’amore a cura del direttore d’orchestra Jan Latham-Koenig. L’ingresso è libero. La Prima dell’opera sarà trasmessa in diretta da Rai-Radio3 martedì 19 gennaio alle ore 20, trasmissione inserita anche all’interno del circuito Euroradio. Come di consueto si potrà seguire il backstage, nonché scoprire divertenti curiosità sugli interpreti e sull’allestimento, guardando le Pillole di Passionedi Paola Giunti, visibili sul sito del Regio www.teatroregio.torino.it e sul nostro canale YouTube.com/TeatroRegioTorino.

Biglietti in vendita presso la Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215 - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte-Torinocultura, alla Biglietteria del Teatro Stabile, on line su www.teatroregio.torino.it e telefonicamente con carta di credito al n. 011.8815.270. Info: tel. 011.8815.557. 


LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

[Příhody lišky Bystroušky]

Opera in tre atti

Libretto di Leóš Janáček

dal romanzo Liška Bystrouška di Rudolf Těsnohlídek

Edizione in lingua originale ceca con sopratitoli in italiano

Prima esecuzione a Torino

Musica di Leóš Janáček

Personaggi Interpreti

La volpe Bystrouška soprano Lucie Silkenová

La volpe maschioZlatohřbítek mezzosoprano Michaela Kapustová

Il guardiacaccia e La zanzarabaritonoSvatopluk Sem

La moglie del guardiacaccia e Il gufomezzosopranoEliška Weissová

Il maestro di scuola tenoreJaroslav Březina

Il parroco e Il tassobassoLadislav Mlejnek

Harašta, trafficante di pollame baritonoJakub Kettner

La signora Pásková, l’ostessa mezzosopranoLenka Šmídová

Direttore d’orchestra Jan Latham-Koenig

Regia Robert Carsen

ripresa da Stefano Simone Pintor

Scene e costumi Gideon Davey

Coreografia Philippe Giraudeau

Luci Robert CarsenePeter Van Praet

Maestro dei cori Claudio Fenoglio

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO

Solisti e Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”

Allestimento Opéra national du Rhin (Strasburgo) in coproduzione con Opéra de Lille

NOVITÀ PER L’ITALIA

PROGETTO JANÁČEK - CARSEN

TEATRO REGIO

Martedì 19 Gennaio 2016 ore 20

Mercoledì 20 Gennaio 2016 ore 20

Sabato 23 Gennaio 2016 ore 15

Domenica 24 Gennaio 2016 ore 15

Martedì 26 Gennaio 2016 ore 20


LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

di Leóš Janáček

Tra il 7 aprile e il 21 giugno 1920 il giornale «Lidové noviny» di Brno pubblicò le 51 puntate di un romanzo che aveva per protagonista una volpe simpatica e indipendente, incuriosita dal buffo mondo degli umani: era La volpe Bystrouška di Rudolf Těsnohlídek. In casa del compositore Leóš Janáček, la sua donna di servizio, Marie Stejskalová, era un’attenta lettrice di quelle avventure e così un giorno propose al compositore: «Lei sa bene come parlano gli animali, e visto che è sempre lì a scrivere il canto degli uccelli, perché non ne fa un’opera?». Fu così che Janáček iniziò a leggere le puntate del romanzo, incontrò l’autore e decise che la volpe sarebbe diventata un soprano, ovvero la protagonista della sua nuova opera: Prihody lisky Bystroušky (La piccola volpe astuta). L’opera, su libretto dello stesso compositore, vede in scena il mondo degli animali; oltre alla volpe ci sono cani, zanzare, libellule, grilli, cavallette, rane, civette e il mondo degli umani (il guardiacaccia, il maestro, il parroco, il venditore ambulante). La piccola volpe astuta debuttò il 6 novembre 1924 al Teatro di Brno. Nei tre atti c’è molto spazio anche per interludi sinfonici che collegano i vari quadri e per la danza. Janáček morì il 12 agosto 1928 e al suo funerale (come aveva richiesto proprio dopo la prova generale dell’opera) l’Orchestra del Teatro Nazionale di Brno eseguì il toccante finale dell’opera. Tra i tanti ammiratori di questo geniale capolavoro c’è un altro famosissimo autore ceco: Milan Kundera, che su quest’opera ha scritto un acutissimo saggio: «La nostalgia determina non solo l’atmosfera dell’opera, ma anche la sua architettura fondata sul parallelismo tra due tempi costantemente a confronto: quello degli esseri umani che invecchiano lentamente e quello degli animali la cui vita procede a passi precipitosi; nello specchio del tempo celere della volpe il vecchio guardiacaccia coglie la malinconica fugacità della vita stessa».

ATTO I

Nel bosco, in un soleggiato pomeriggio d’estate, un guardiacaccia si addormenta mentre un grillo e una cavalletta improvvisano un concerto. Arriva la piccola volpe Bystrouška e osserva una rana che, spaventata, salta proprio sulla punta del naso del guardiacaccia: questi si sveglia all’improvviso e la scaccia. Accorgendosi della presenza della volpe, la cattura e se la porta a casa. Nel cortile della casa del guardiacaccia, in un soleggiato pomeriggio d’autunno, la volpe deve difendersi dagli assalti del cane Lapák e dai figli del guardiacaccia, così viene legata e nel sonno sogna di essere una fanciulla. Il mattino dopo Bystrouška arringa le galline: devono ribellarsi al potere del gallo, poi finge di seppellirsi viva e invece uccide il gallo e tutte le galline; il guardiacaccia vuole picchiarla ma l’animale spezza la corda e fugge.

ATTO II

Nel bosco, la volpe si impadronisce della tana del tasso. Alla locanda il maestro di scuola, il guardacaccia e il parroco giocano a carte: si ricordano vecchi amori e si discute della volpe fuggita. Nel bosco, al chiaro di luna, il maestro – ubriaco – stenta a trovare la strada di casa, e vedendo un girasole muoversi, crede che sia Terynka, la donna amata. Ma è la dispettosa volpe a far muovere il fiore. Anche il parroco sta tornando a casa e pensa a quando da ragazzo venne ingiustamente accusato di aver sedotto una coetanea. Arriva il guardiacaccia che, inseguendo la volpe, spara due colpi di fucile; i due uomini scappano.

In un’altra notte di luna, Bystrouška incontra un bellissimo maschio di volpe, Zlatohřbítek, e se ne innamora. Gli uccelli spettegolano sulla loro relazione: i due si sposano e tutti li festeggiano.

ATTO III

Nel bosco d’autunno, a mezzogiorno, il guardiacaccia incontra Harašta, venditore di pollame, il quale gli racconta che sposerà Terynka. Il guardiacaccia posiziona una tagliola per la volpe, ma Bystrouška, il marito e i loro piccoli hanno riconosciuto la trappola. La volpe riesce con uno stratagemma ad attrarre Harašta nel bosco: l’uomo cade, si fa male al naso e le volpi fanno banchetto dei suoi polli: l’uomo spara alla cieca e uccide Bystrouška.

Lo stesso bosco della prima scena: il guardiacaccia ammira la bellezza della natura e, pensando al giorno felice delle nozze, si addormenta: al risveglio vede una piccola volpe correre verso di lui, la riconosce come figlia di Bystrouška, cerca di afferrarla ma anziché la volpe agguanta un ranocchio, che gli racconta di essere il nipote della rana dell’inizio dell’opera.


LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

Prezzi dei biglietti

Recita del 19 gennaio:€ 170 - 135 - 120 - 100 - 70 - 55

Tutte le altre recite:€ 95 - 80 - 75 - 70 - 60 - 29

Biglietteria e Informazioni

TEATRO REGIO

Piazza Castello, 215 - 10124 Torino

Tel. 011.8815.1 - Fax 011.8815.214

Biglietteria Teatro Regio

Tel. 011.8815.241/242

Fax 011.8815.601 - biglietteria@teatroregio.torino.it

Orario di apertura:

da martedì a venerdì: 10.30-18; sabato: 10.30-16

un’ora prima degli spettacoli

Informazioni

Piazza Castello 215 - Ingresso uffici

Tel. 011.8815.557 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.teatroregio.torino.it

Vendita on line: www.teatroregio.torino.it

Vendita telefonica con carta di credito: tel. 011.8815.270

Orario del servizio: da lunedì a venerdì 9-12


________________________________________________________________________________

GENNAIO 2016

________________________________________________________________________________

Martedì 5 Gennaio

Oulx - Auditorium Istituto Des Ambrois

Concerto Ore 21 - Ingresso libero

IL REGIO ITINERANTE

Bellissime

La figura femminile attraverso musica e parole del Novecento

Artisti del Coro del Teatro Regio

Cristiana Cordero soprano, Daniela Valdenassi mezzosoprano, Giancarlo Fabbri tenore,

Davide Motta Fré basso

Giulio Laguzzi pianoforte

Musiche di Orlando di Lasso, Georges Bizet, Franz Lehár, E.A. Mario, Giovanni D’Anzi,

Michele Cozzoli, Cesare Andrea Bixio, Antonio De Curtis, Fabrizio De André

Arrangiamenti di Giulio Laguzzi e Davide Motta Fré

Testi di Cristiana Cordero e Davide Motta Fré

OrganizzazioneComune di Oulx in collaborazione con Teatro Regio Torino

Info: Comune di Oulx Ufficio del Turismo - Tel. 0122.832369

Sede del concerto: piazza Garambois 4

________________________________________________________________________________

Martedì 12 Gennaio

Piccolo Regio Puccini - Ore 17.30

Conferenza Ingresso libero

LE CONFERENZE DEL REGIO 2015-2016

La piccola volpe astuta e Messa glagolitica

Janáček e l’influenza dell’amore

Conversazione e ascolti discografici a cura di Jan Latham-Koenig

In occasione della messa in scena dell’opera La piccola volpe astutadi LeošJanáček(Teatro Regio, dal 19 al 26 gennaio) e dell’esecuzione della Messa glagolitica di LeošJanáček(Teatro Regio, 22 gennaio)

Organizzazione Teatro Regio Torino

Informazioni: Teatro Regio - Tel. 011.8815.557; www.teatroregio.torino.it

________________________________________________________________________________

Martedì 19 Gennaio

Teatro Regio - Ore 20

Opera Posti a € 170 - 135 - 120 - 100 - 70 - 55

STAGIONE D’OPERA 2015-2016 | PROGETTO JANÁČEK-CARSEN

LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

[Příhody lišky Bystroušky]

Opera in tre atti

Libretto di Leóš Janáčekdal romanzo Liška Bystrouška di Rudolf Těsnohlídek

Musica di Leóš Janáček

Edizione in lingua originale ceca con sopratitoli in italiano

Prima esecuzione a Torino

Jan Latham-Koenig direttore

Regia di Robert Carsen

ripresa da Stefano Simone Pintor

Scene e costumi di Gideon Davey

CoreografiadiPhilippe Giraudeau

Luci di Robert Carsen e Peter Van Praet

Claudio Fenoglio maestro dei cori

Orchestra e Coro del Teatro Regio

Solisti e Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”

Allestimento Opéra national du Rhin (Strasburgo) in coproduzione con Opéra de Lille

Novità per l’Italia

ConLucie Silkenová, Michaela Kapustová, Svatopluk Sem, Eliška Weissová

L’opera sarà trasmessa in diretta radiofonica su Radio3 e su Euroradio

Repliche fino al 26 gennaio

Organizzazione Teatro Regio Torino

Informazioni: Teatro Regio - Tel. 011.8815.557 e www.teatroregio.torino.it

Riduzioni: under 30 biglietti con sconto del 20%; over 65 biglietti con sconto del 10%

Vendita alla Biglietteria del Teatro Regio - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte - Torinocultura (via Garibaldi angolo piazza Castello) - Numero verde: 800.329329, alla Biglietteria del Teatro Stabile (presso Teatro Gobetti, via Rossini 8) - Tel. 011.5169.555

e presso i punti vendita Vivaticket (elenco completo su www.vivaticket.it)

Vendita on line: www.teatroregio.torino.it

Vendita telefonica con carta di credito: Teatro Regio - Tel. 011.8815.270 (da lunedì a venerdì ore 9-12)

Un’ora prima dello spettacolo, eventuale vendita di biglietti con riduzione del 20%

________________________________________________________________________________

Mercoledì 20 Gennaio

Teatro Regio - Ore 20

Opera Posti a € 95 - 80 - 75 - 70 - 60 - 29

STAGIONE D’OPERA 2015-2016 | PROGETTO JANÁČEK-CARSEN

LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

[Příhody lišky Bystroušky]

Opera in tre atti

Libretto di Leóš Janáčekdal romanzo Liška Bystrouška di Rudolf Těsnohlídek

Musica di Leóš Janáček

Edizione in lingua originale ceca con sopratitoli in italiano

Prima esecuzione a Torino

Jan Latham-Koenig direttore

Regia di Robert Carsen

ripresa da Stefano Simone Pintor

Scene e costumi di Gideon Davey

CoreografiadiPhilippe Giraudeau

Luci di Robert Carsen e Peter Van Praet

Claudio Fenoglio maestro dei cori

Orchestra e Coro del Teatro Regio

Solisti e Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”

Allestimento Opéra national du Rhin (Strasburgo) in coproduzione con Opéra de Lille

Novità per l’Italia

ConLucie Silkenová, Michaela Kapustová, Svatopluk Sem, Eliška Weissová

Repliche fino al 26 gennaio

Organizzazione Teatro Regio Torino

Informazioni: Teatro Regio - Tel. 011.8815.557 e www.teatroregio.torino.it

Riduzioni: under 30 biglietti con sconto del 20%; over 65 biglietti con sconto del 10%

Vendita alla Biglietteria del Teatro Regio - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte - Torinocultura (via Garibaldi angolo piazza Castello) - Numero verde: 800.329329, alla Biglietteria del Teatro Stabile (presso Teatro Gobetti, via Rossini 8) - Tel. 011.5169.555

e presso i punti vendita Vivaticket (elenco completo su www.vivaticket.it)

Vendita on line: www.teatroregio.torino.it

Vendita telefonica con carta di credito: Teatro Regio - Tel. 011.8815.270 (da lunedì a venerdì ore 9-12)

Un’ora prima dello spettacolo, eventuale vendita di biglietti con riduzione del 20%

________________________________________________________________________________

Venerdì 22 Gennaio

Teatro Regio - Ore 20.30

Posti a € 29 - 25 - 22; under 18: € 10

Concerto ridotti* € 25 - 23 - 20

I CONCERTI 2015-2016 | PROGETTO JANÁČEK

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO

Jan Latham-Koenig direttore

Mario Brunellovioloncello

Adriana Kohutková soprano, Eliška Weissová mezzosoprano, Aleksei Tatarintsev tenore, Vitaly Efanov basso

Claudio Fenogliomaestro del coro

Programma:

Antonín Dvořák: Concerto in si minore per violoncello e orchestra op. 104

Leoš Janáček: Messa glagolitica, per soli, coro, organo e orchestra

Organizzazione Teatro Regio Torino

Informazioni: Teatro Regio - Tel. 011.8815.557; www.teatroregio.torino.it

* riservato over 65 e abbonati alla Stagione d’Opera e di Balletto 2015-2016

Il Regio under 16: posti limitati a ingresso gratuito per i giovani sotto i 16 anni; biglietto ridotto a € 20 per gli accompagnatori adulti (i biglietti per questa iniziativa sono in vendita esclusivamente alla Biglietteria del Teatro Regio e telefonicamente con carta di credito)

Vendita alla Biglietteria del Teatro Regio - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte - Torinocultura (via Garibaldi angolo piazza Castello) - Numero verde: 800.329329, alla Biglietteria del Teatro Stabile (presso Teatro Gobetti, via Rossini 8) - Tel. 011.5169.555

e presso i punti vendita Vivaticket (elenco completo su www.vivaticket.it)

Vendita on line: www.teatroregio.torino.it

Vendita telefonica con carta di credito: Teatro Regio - Tel. 011.8815.270 (da lunedì a venerdì ore 9-12)

Un’ora prima del concerto, eventuale vendita di biglietti a € 15

________________________________________________________________________________

Sabato 23 Gennaio

Teatro Regio - Ore 15

Opera Posti a € 95 - 80 - 75 - 70 - 60 - 29

STAGIONE D’OPERA 2015-2016 | PROGETTO JANÁČEK-CARSEN

LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

[Příhody lišky Bystroušky]

Opera in tre atti

Libretto di Leóš Janáčekdal romanzo Liška Bystrouška di Rudolf Těsnohlídek

Musica di Leóš Janáček

Edizione in lingua originale ceca con sopratitoli in italiano

Prima esecuzione a Torino

Jan Latham-Koenig direttore

Regia di Robert Carsen

ripresa da Stefano Simone Pintor

Scene e costumi di Gideon Davey

CoreografiadiPhilippe Giraudeau

Luci di Robert Carsen e Peter Van Praet

Claudio Fenoglio maestro dei cori

Orchestra e Coro del Teatro Regio

Solisti e Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”

Allestimento Opéra national du Rhin (Strasburgo) in coproduzione con Opéra de Lille

Novità per l’Italia

ConLucie Silkenová, Michaela Kapustová, Svatopluk Sem, Eliška Weissová

Repliche fino al 26 gennaio

Organizzazione Teatro Regio Torino

Informazioni: Teatro Regio - Tel. 011.8815.557 e www.teatroregio.torino.it

Riduzioni: under 30 biglietti con sconto del 20%; over 65 biglietti con sconto del 10%

Vendita alla Biglietteria del Teatro Regio - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte - Torinocultura (via Garibaldi angolo piazza Castello) - Numero verde: 800.329329, alla Biglietteria del Teatro Stabile (presso Teatro Gobetti, via Rossini 8) - Tel. 011.5169.555

e presso i punti vendita Vivaticket (elenco completo su www.vivaticket.it)

Vendita on line: www.teatroregio.torino.it

Vendita telefonica con carta di credito: Teatro Regio - Tel. 011.8815.270 (da lunedì a venerdì ore 9-12)

Un’ora prima dello spettacolo, eventuale vendita di biglietti con riduzione del 20%

________________________________________________________________________________

Domenica 24 Gennaio

Teatro Regio - Ore 15

Opera Posti a € 95 - 80 - 75 - 70 - 60 - 29

STAGIONE D’OPERA 2015-2016 | PROGETTO JANÁČEK-CARSEN

LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

[Příhody lišky Bystroušky]

Opera in tre atti

Libretto di Leóš Janáčekdal romanzo Liška Bystrouška di Rudolf Těsnohlídek

Musica di Leóš Janáček

Edizione in lingua originale ceca con sopratitoli in italiano

Prima esecuzione a Torino

Jan Latham-Koenig direttore

Regia di Robert Carsen

ripresa da Stefano Simone Pintor

Scene e costumi di Gideon Davey

CoreografiadiPhilippe Giraudeau

Luci di Robert Carsen e Peter Van Praet

Claudio Fenoglio maestro dei cori

Orchestra e Coro del Teatro Regio

Solisti e Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”

Allestimento Opéra national du Rhin (Strasburgo) in coproduzione con Opéra de Lille

Novità per l’Italia

ConLucie Silkenová, Michaela Kapustová, Svatopluk Sem, Eliška Weissová

Ultima replica domenica 26 gennaio ore 20

Organizzazione Teatro Regio Torino

Informazioni: Teatro Regio - Tel. 011.8815.557 e www.teatroregio.torino.it

Riduzioni: under 30 biglietti con sconto del 20%; over 65 biglietti con sconto del 10%

Vendita alla Biglietteria del Teatro Regio - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte - Torinocultura (via Garibaldi angolo piazza Castello) - Numero verde: 800.329329, alla Biglietteria del Teatro Stabile (presso Teatro Gobetti, via Rossini 8) - Tel. 011.5169.555

e presso i punti vendita Vivaticket (elenco completo su www.vivaticket.it)

Vendita on line: www.teatroregio.torino.it

Vendita telefonica con carta di credito: Teatro Regio - Tel. 011.8815.270 (da lunedì a venerdì ore 9-12)

Un’ora prima dello spettacolo, eventuale vendita di biglietti con riduzione del 20%

_______________________________________________________________________________

Lunedì 25 Gennaio

Biella - Teatro Sociale Villani

Concerto Ore 20.30 - Posti a € 15

IL REGIO ITINERANTE

Bellissime

La figura femminile attraverso musica e parole del Novecento

Artisti del Coro del Teatro Regio

Cristiana Cordero soprano, Daniela Valdenassi mezzosoprano, Giancarlo Fabbri tenore,

Davide Motta Fré basso

Giulio Laguzzi pianoforte

Musiche di Orlando di Lasso, Georges Bizet, Franz Lehár, E.A. Mario, Giovanni D’Anzi,

Michele Cozzoli, Cesare Andrea Bixio, Antonio De Curtis, Fabrizio De André

Arrangiamenti di Giulio Laguzzi e Davide Motta Fré

Testi di Cristiana Cordero e Davide Motta Fré

Nell’ambito di “Biella in scena - Teatro in musica”

Organizzazione Associazione Il Contato del Canavese in collaborazione con Teatro Regio Torino

Informazioni: Associazione Il Contato del Canavese - Tel. 0125.641161

Sede del concerto: piazza Martiri della Libertà 2

________________________________________________________________________________

Martedì 26 Gennaio

Teatro Regio - Ore 20

Opera Posti a € 95 - 80 - 75 - 70 - 60 - 29

STAGIONE D’OPERA 2015-2016 | PROGETTO JANÁČEK-CARSEN

LA PICCOLA VOLPE ASTUTA

[Příhody lišky Bystroušky]

Opera in tre atti

Libretto di Leóš Janáčekdal romanzo Liška Bystrouška di Rudolf Těsnohlídek

Musica di Leóš Janáček

Edizione in lingua originale ceca con sopratitoli in italiano

Prima esecuzione a Torino

Jan Latham-Koenig direttore

Regia di Robert Carsen

ripresa da Stefano Simone Pintor

Scene e costumi di Gideon Davey

CoreografiadiPhilippe Giraudeau

Luci di Robert Carsen e Peter Van Praet

Claudio Fenoglio maestro dei cori

Orchestra e Coro del Teatro Regio

Solisti e Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”

Allestimento Opéra national du Rhin (Strasburgo) in coproduzione con Opéra de Lille

Novità per l’Italia

ConLucie Silkenová, Michaela Kapustová, Svatopluk Sem, Eliška Weissová

ULTIMA REPLICA

Organizzazione Teatro Regio Torino

Informazioni: Teatro Regio - Tel. 011.8815.557 e www.teatroregio.torino.it

Riduzioni: under 30 biglietti con sconto del 20%; over 65 biglietti con sconto del 10%

Vendita alla Biglietteria del Teatro Regio - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte - Torinocultura (via Garibaldi angolo piazza Castello) - Numero verde: 800.329329, alla Biglietteria del Teatro Stabile (presso Teatro Gobetti, via Rossini 8) - Tel. 011.5169.555

e presso i punti vendita Vivaticket (elenco completo su www.vivaticket.it)

Vendita on line: www.teatroregio.torino.it

Vendita telefonica con carta di credito: Teatro Regio - Tel. 011.8815.270 (da lunedì a venerdì ore 9-12)

Un’ora prima dello spettacolo, eventuale vendita di biglietti con riduzione del 20%

________________________________________________________________________________

Mercoledì 27 Gennaio

Piccolo Regio Puccini - Ore 20

Concerto Posti a € 10 (ridotti under 16: € 8)*

AL REGIO IN FAMIGLIA 2015-2016

MUSICA DEGENERATA

Musiche di compositori vietati nella Germania nazista

Laura Catrani soprano

Luca Brancaleon pianoforte

Letture a cura di Laura Catrani

Interventi a cura di Elisabetta Lipeti

Musiche di Gustav Mahler, Felix Mendelssohn-Bartholdy, Kurt Weill, Arnold Schönberg,

Paul Hindemith, George Gershwin

Testi di Fred Uhlman, Hans Fallada, Roger Fernay

In occasione del Giorno della Memoria

Fascia d’età consigliata: 13-18 anni

Organizzazione Teatro Regio Torino

Informazioni: Teatro Regio - Tel. 011.8815.557; www.teatroregio.torino.it

Il Regio under 16: posti limitati a ingresso gratuito per i giovani sotto i 16 anni accompagnati da adulti; i biglietti per questa iniziativa sono in vendita esclusivamente alla Biglietteria del Teatro Regio e telefonicamente con carta di credito

Vendita alla Biglietteria del Teatro Regio - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte - Torinocultura (via Garibaldi angolo piazza Castello) - Numero verde: 800.329329, alla Biglietteria del Teatro Stabile (presso Teatro Gobetti, via Rossini 8) - Tel. 011.5169.555

e presso i punti vendita Vivaticket (v. elenco in home page di www.vivaticket.it)

Un’ora prima del concerto, eventuale vendita di biglietti

Recite riservate scuola: il 27 gennaio e il 28 gennaio ore 10.30

Informazioni e prenotazioni: Attività Scuola - Tel. 011.8815.209

Le attività de La Scuola all’Opera sono realizzate in collaborazione con

Fondazione Cosso, Amici del Regio, Fondazione Banca Popolare di Novara

________________________________________________________________________________


Registrati e ricevi gli aggiornamenti

Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.