L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Rossini apre la stagione al Tempio Valdese

 

AL VIA SABATO 13 OTTOBRE

LA SESTA STAGIONE DI MUSICA AL TEMPIO

Quattordici appuntamenti da ottobre 2018 a giugno 2019

per la rassegna curata dall’Associazione Musica al Tempio presso il Tempio Valdese di Milano.

Il programma in pdf

Si inaugura sabato 13 ottobre la sesta stagione di Musica al Tempio, al Tempio Valdese di Milano sino al 15 giugno 2019. La valorizzazione di nuovi talenti, l’attenzione ai repertori rari, la condivisione e l’approfondimento del grande repertorio continuano ad essere i principi che animano l’attività dell’associazione.

Musica al tempio, mantenendo un’agilità nella proposta, vuole quest’anno incentivare maggiormente l’approccio formativo con l’offerta delle musiche più note con le tre lezioni-concerto su Bach, Mendelssohn e i grandi compositori russi.

La stagione si apre con la Petite messe solennelle in occasione delle celebrazioni del 150esimo anniversario della morte di Gioachino Rossini, con il patrocinio del Comitato nazionale per le celebrazioni rossiniane.

Si esibiranno il Coro Romano Gandolfi, i solisti Federica Cervasio, Victoria Shapranova, Francesco Frasca e Germano Stracca, diretti da Massimiliano Tarli e accompagnati da Svetlana Sayad al pianoforte e Matteo Riboldi all’armonium.

Il secondo appuntamento sarà il 3 novembre con i quartetti di Mendelssohn e Schubert eseguiti da Giulio Rovighi, Aldo Campanari (violini), Danusha Waskiewicz (viola) e Francesco Dillon (violoncello), membri del Quartetto Prometeo, il celebre ensemble cameristico a livello internazionale anche per la sua attenzione alla musica d’oggi.

Invece il 17 dello stesso mese Carlo Pestelli, eclettico cantautore torinese, sarà il protagonista del recital per voce sola e chitarra dal fantasioso titolo Aperto per Ferie.

Saranno il concerto per pianoforte n. 3 di Beethoven e la sinfonia n. 99 di Haydn a concludere l’8 dicembre gli incontri del 2018. Questo appuntamento, in collaborazione con Vidas, vedrà Stefano Ligoratti dirigere l’orchestra dell’Ensemble Accademico UniMi con Daniele Defilippis al pianoforte.

La stagione riprende il 12 gennaio con La Grande Bellezza, con musiche per la maggior parte tratte dal film e elaborate per organo e voci femminili. All’organo Giovanni Mazza, curatore delle scelte musicali, le voci sono quelle dell’Ordinary Ensemble, composto dai soprani Paola Valentina Molinari e Vera Milani, e i contralti Isabella di Pietro ed Elena Carzaniga.

Shostakovich, Debussy e Smetana sono i tre compositori scelti dall’Hopper Piano Trio, composto da Federico Piccotti (violino), Gianluca Montaruli (violoncello), Alberto Dalgo (pianoforte), per l’appuntamento del 26 gennaio.

Il 9 febbraio si terrà la prima delle tre lezioni-concerto, interamente dedicata alle sei TrioSonate di Johann Sebastian Bach, ridotte per duo ed eseguite da Walter Gatti (organo) ed Elena Saccomandi (viola), componenti del Duo Ad Libitum. La seconda lezione-concerto, il 23 febbraio, avrà come protagonista Mendelssohn: astro precoce, brillante, fugace con Giulio Piovani che eseguirà musiche scritte per organo. Gli autori russi tardoromantici saranno invece al centro della terza lezione-concerto il 9 marzo: al pianoforte Irina Kravchenko farà da guida alla scoperta delle musiche di Tchaikovsky, Scriabin e Miaskovsky

Protagoniste del concerto del 23 marzo saranno le musiche di Schubert e Mozart, eseguite dal Trio Bosch formato da Fulvio Liviabella (violino), Cristiana Vianelli (viola) e Gabriele Garofano (violoncello). Le offerte raccolte per questa serata saranno devolute alla onlus L’Ape Clotilde di Paola e Filippo Nador.

Il 6 aprile sarà l’occasione per ricordare il bicentenario della nascita di Clara Schumann, con il Quintetto op. 115 di Brahms, ispirato a melodie della compositrice ed eseguito da Daniele Defilippis al pianoforte e dal Quintetto Arcadia, composto da Andrea Massimo Grassi (clarinetto), Yulia Berinskaya (violino), Antonio Mastalli (violino), Claudio Massimo Pavolini (viola) e Frieder Berthold (violoncello).

Il concerto finale della Masterclass di violino e musica da camera purtroppo non potrà avere luogo. Sarà organizzato invece un concerto con gli allievi di Daniele Gay, recentemente scomparso.

L’appuntamento del 18 maggio è l’occasione per una nuova collaborazione con PianoCityMilano: Fiorenzo Pascalucci dedicherà il suo recital pianistico alle musiche di Gershwin.

La stagione si concluderà il 15 giugno con la Serata jazz: da Nyman a Davies animata dall’Elise Hall Saxophone Quartet composto da Isabella Fabbri (sax soprano), Chiara Lucchini (sax contralto), Anna Paola De Biase (sax tenore) e Alessia Berra (sax baritono).

L’ingresso ai concerti rimarrà ad offerta libera, destinata a contribuire alle spese artistiche. Rimane infatti scopo primario dell’associazione offrire a tutti un’occasione di arricchimento musicale di qualità. L’attività è sostenuta dai contributi del pubblico e dai fondi dell’Otto per mille alla Chiesa Valdese.

Gli sforzi dell’associazione sono volti anche al progetto di ampliamento dell’organo Balbiani-Vegezzi Bossi per renderlo adatto all’esecuzione del repertorio romantico.


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal