L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

Valentina Lisitsa, foto Decca/Gilbert François

Lisitsa suona Prokof'ev con la Filarmonica

 

Lunedì 12 Marzo 2018 ore 21.00

Orchestra Filarmonica di Bologna

Direttore: Gábor Takács-Nagy

Pianoforte: Valentina Lisitsa

Lunedì 12 Marzo alle 21,00 prosegue il ciclo di concerti dell’Orchestra Filarmonica di Bologna, inserito nella Stagione Manzoni Factory diretta dal M° Giorgio Zagnoni. Gli appuntamenti di musica classica, tanto amati dal pubblico del Manzoni, acquisiscono di anno in anno un numero sempre più alto di abbonati, confermando l'incredibile consenso da parte di spettatori di ogni età provenienti da tutt’Italia e dall’estero.

La direzione è affidata all’ungherese Gábor Takács-Nagy, grande interprete del violino e della musica ungherese in genere.

Impegnato nello studio del violino fin dalla tenera età, la carriera di Takács-Nagy procede rapida verso continui successi e premi; attivo soprattutto nell’ambito della musica da camera, nel 1975 fonda il celebre Quartetto Takacs e rimane il suo primo violino fino al 1992. Il gruppo riceve importanti riconoscimenti e premi nei principali concorsi internazionali per quartetto d’archi e vanta importanti collaborazioni con altri artisti. Dal 2001 si dedica sempre con maggior frequenza alla direzione d’orchestra ed è ospite di importanti orchestre, tra cui Irish Chamber Orchestra, Budapest Festival Orchestra e Verbier Festival Chamber Orchestra. Nel 2005 dà vita alla propria orchestra d’archi, la Camerata Bellerive a Ginevra.

Al pianoforte troviamo invece Valentina Lisitsa, artista di origini ucraine che si distingue per il suo eccezionale talento (frequenta a Kiev la Scuola Musicale Lysenko per studenti particolarmente dotati) e per essere la prima «YouTube star» della musica classica, successo che si è poi convertito in una carriera concertistica internazionale. Il suo canale YouTube ora registra più di 346.000 iscritti con circa 147 milioni di visite (una media di 75000 visite al giorno).

Tra le maggiori collaborazioni orchestrali di Lisitsa troviamo: la Filarmonica di Stato Russa, l’Orchestre de Paris, la Staatskapelle di Dresda, la Filarmonica di Seoul, la London Symphony Orchestra, la BBC Concert Orchestra, la Bournemouth Symphony Orchestra, the Sinfonica MDR di Lipsia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, l’Orchestre National de Radio France, la Filarmonica di Strasburgo, l’Orchestra Filarmonica Reale di Stoccolma, la Sinfonica di Helsinki, la Cincinnati Symphony Orchestra, la Sinfonica di Baltimora e la Sinfonica di Praga.

La serata si apre con il Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in do maggiore, op.26 di Sergej Prokofiev, composto tra il 1917 e il 1921.

Gli anni coinvolti nella stesura di questo Concerto sono duri per il compositore: nel settembre 1918 sbarca a New York dal Giappone dopo un lungo viaggio attraverso la Siberia per sfuggire alla guerra civile e al nuovo regime sovietico.

Arrivato a New York, un ambiente completamente diverso da quello europeo al quale Prokofiev era abituato, il compositore tenta di farsi conoscere ed emergere nell’ambiente musicale americano del tempo. La musica da lui composta lascia indifferente il pubblico e riceve critiche negative, ma viene ammirato ed esaltato per le sue straordinarie doti pianistiche.

Il Terzo Concerto per pianoforte e orchestra viene composto ed eseguito dallo stesso autore in questo nuovo contesto ma verrà apprezzato appieno, diventando un brano di repertorio, solo quando sarà presentato in Europa, a Parigi e a Londra.

Questo brano è il più famoso tra i cinque Concerti per pianoforte di Prokofiev e quello che meglio riflette il suo stile maturo: troviamo non più l’aggressività caratteristica dei suoi primi lavori pianistici bensì una ricerca di equilibrio e di chiarezza derivati dal suo amore per la tradizione classica.

Benché legata allo stile classico, la musica di Prokofiev ha forti caratteri innovativi in quanto risente delle avanguardie storiche, ma il compositore non romperà mai radicalmente con il passato.

La seconda parte della serata, invece, è dedicata alla Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36 di Pëtr Il'ič Čajkovskij, composta tra il 1876 e il 1878.

Questa Sinfonia è stata composta in un periodo molto tormentato della vita del compositore ed è nata proprio al fine di dare libero sfogo per ai suoi sentimenti.

Il 18 luglio 1877 è la data di un evento molto traumatico per il compositore: il matrimonio con la sua allieva Antonina Ivanovna Milukova, copertura del suo orientamento omosessuale; la situazione è per lui insostenibile, al punto che dopo sole tre settimane fugge da Mosca e, poco dopo, intraprende un lungo viaggio in Europa. Durante la sua fuga di città in città conclude la Quarta Sinfonia, iniziata prima del matrimonio. Una lettera di Čajkovskij alla baronessa e mecenate Nadejda von Meck fornisce un’interpretazione programmatica utile alla comprensione della Sinfonia; specchio degli avvenimenti che avevano turbato il compositore, l’opera si apre evocando una forza nefasta capace di distruggere le speranze di felicità dell’autore, una forza invincibile che impedisce il benessere e la pace. Proseguendo, il clima di tristezza e disperazione si fa sempre più intenso, sfociando in aperta malinconia.

La Sinfonia si conclude in un clima più disteso, quasi gioioso, che riflette la felicità altrui, della folla, dal momento che l’autore non riesce a trovarla dentro di sè.

PROGRAMMA

Sergej Prokof'ev

Concerto per pianoforte e orchestra n.3 in Do magg., op.26

Pëtr Il'ič Čajkovskij

Sinfonia n.4 in fa minore, op.36

 

 

TEATRO AUDITORIUM MANZONI

Manzoni Factory S.r.l.

Via De' Monari 1/2 - 40121 Bologna

www.auditoriumanzoni.it

INFORMAZIONI E VENDITA

Biglietti on line sul sito www.auditoriumanzoni.it

Biglietteria Teatro Auditorium Manzoni

Via de’ Monari 1/2 – Bologna

tel. 051 6569672 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari: dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.30

ACQUISTA PRIMA E SPENDI MENO!

SETTORE

INTERO
in prevendita

INTERO
il giorno del concerto

PLATEA I e II

€ 43,00

€ 49,00

PLATEA III e GALLERIA I

€ 34,00

€ 39,00

GALLERIA II e BALCONATA I

€ 28,00

€ 32,00

BALCONTA II e III
Scarsa visibilità

€ 15,00

€ 17,00

RIDUZIONI

  • 15% per categorie convenzionate + Under 26 + Over 65 (ad eccezione delle balconate)

  • 12,00 per Iscritti Conservatorio, Liceo Musicale, DAMS (solo III Platea e II Galleria)


 

Vuoi sostenere L'Ape musicale?
Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal