L'ape musicale - rivista di musica arti cultura

 

.

 

 

 

 

A Vienna con Honeck e Carbonare

e l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Rai5, giovedì 03/01/2019 - 21:15

Rai5, sabato 05/01/2019 - 11:45

Rai5, domenica 06/01/2019 - 19:20

È l’austriaco Manfred Honeck, bacchetta fra le più ammirate e richieste in tutto il mondo, il protagonista del concerto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia che Rai Cultura trasmette giovedì 3 gennaio alle 21.15 su Rai5. Insignito nel gennaio 2018 del prestigioso “Grammy Award” per la Migliore esecuzione orchestrale insieme alla Pittsburgh Symphony Orchestra – di cui è Direttore musicale dal 2008 – Honeck propone un programma a lui particolarmente congeniale, che rende omaggio al repertorio teatrale della Vienna fin de siècle. Il programma si apre con la celebre ouverture dell’operetta Die Fledermaus (Il pipistrello) di Johann Strauss jr, tutta improntata alla leggerezza e alla felice vena melodica dell’autore. Virtuosismo e cantabilità sono le cifre del Concerto per clarinetto e orchestra n. 1 in fa minore op. 73 di Carl Maria von Weber, eseguito da Alessandro Carbonare, Primo clarinetto dell’Orchestra di Santa Cecilia. Ancora all’insegna dell’agilità dell’operetta è l’ouverture di Dicter und Bauer (Poeta e Contadino) di Franz von Suppé, noto per le sue introduzioni effervescenti e incisive. Segue il travolgente valzer Hereinspaziert! op. 518 di Carl Michael Ziehrer, fra i più brillanti rivali dei fratelli Strauss. Chiude la serata la Fantasia dall’opera Rusalka di Antonín Dvořák, suite arrangiata dallo stesso Honeck sulla base dei motivi fiabeschi di questo classico del teatro boemo. 

Poiché il programma del concerto ha dovuto subire con breve preavviso sostanziali cambiamenti indipendenti dalla volontà degli artisti e della direzione dell'Accademia di santa Cecilia, riportiamo integralmente il comunicato ufficiale diffuso in merito:

Stagione Sinfonica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia

giovedì 20 dicembre 19.30 – venerdì 21 ore 20.30 – sabato 22 ore 18

natale a vienna

Manfred Honeck - alessandro Carbonare

Per cause indipendenti dalla volontà dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, legate alla recente riforma dei contratti a tempo determinato e ad una sentenza della Corte di Giustizia Europea che ha interessato il settore delle Fondazioni Lirico - Sinfoniche, il programma del concerto ha subìto variazioni.

Tali eventi, in combinazione tra loro, hanno infatti precluso la possibilità - pur in presenza di piena occupazione stabile - di ricorrere ad assunzioni a termine senza incorrere nel rischio di grave contenzioso e, pertanto, i previsti brani di Richard Strauss (Suite dal Cavaliere della Rosa e dal Balletto Panna Montata), che necessitano di un implemento di organico, sono stati sostituiti.

L’Accademia ha già sensibilizzato il Ministro competente sulla necessità di adottare quanto prima interventi modificativi della legge di riforma che, salvaguardando il diritto dei lavoratori, tengano conto della specificità del settore e consentano la normale programmazione artistica.

A solo una settimana di distanza, secondo appuntamento con Manfred Honeck che giovedì 20 dicembre (Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia, ore 19.30, repliche venerdì 21 dicembre ore 20.30, sabato 22 ore 18), sarà nuovamente alla guida dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia,per accompagnare il pubblico ceciliano alle soglie delle festività natalizie. Dopo aver reso omaggio ai tre grandi compositori del Classicismo viennese (Haydn, Mozart e Beethoven) il Direttore austriaco giocherà questa volta in casa, proponendo un programma a lui particolarmente congeniale, tutto incentrato sulla produzione musicale teatrale, omaggio alla Vienna fin de siècle. Inizio sfavillante quindi con l’Ouverture dell’Operetta Il Pipistrello, una delle più celebri di Johann Strauss, tutta improntata alla leggerezza e alla felice vena melodica del compositore. Virtuosismo e cantabilità saranno le cifre del Concerto n. 1 di Carl Maria von Weber che vedrà protagonista Alessandro Carbonare, Primo clarinetto solista dell’Orchestra di Santa Cecilia. Il travolgente ritmo di valzer di Hereimspaziert op. 518 di Carl Michael Ziehrer – uno dei più brillanti rivali dei fratelli Strauss – trasporterà idealmente tutti a un ballo alla Corte imperiale di Vienna e ancora all’insegna dell’agilità musicale dell’operetta, sarà la maestosa Ouverture del Poeta e Contadino di Franz von Suppé, uno dei compositori più noti del genere, passato alla storia proprio per le sue introduzioni particolarmente effervescenti e incisive, prima della conclusione della serata con la Suite – arrangiata dallo stesso Honeck – tratta dall’opera Rusalka diDvořák, racconto fiabesco ambientato nella natura incantata, unita alla tradizione popolare boema.

I concerti del 20, 21 e 22 dicembre sono dedicati, a cinquant’anni dalla scomparsa,  alla memoria del M° Tullio Serafin, Direttore d’orchestra che ha contribuito alla storia del teatro d’opera italiano, ricordato come scopritore di grandi talenti. Serafin fu vice di Arturo Toscanini e poi suoi successore al Teatro alla Scala dal 1909 al 1919. Dal 1924 fu al Metropolitan di New York per oltre un decennio e infine fu nominato Direttore artistico del Teatro dell’Opera di Roma al quale restò legato fino agli anni della scomparsa.

Alessandro Carbonare

Primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dal 2003,Alessandro Carbonare ha vissuto a Parigi dove per quindici anni ha occupato il posto di Primo clarinetto solista dell’Orchestre National de France. Ha collaborato Inoltre con i Berliner Philharmoniker, la Chicago Symphony Orchestra e la Filarmonica di New York. Si è imposto nei più importanti concorsi internazionali (Ginevra, Praga, Tolone, Monaco di Baviera e Parigi) ed è stato vincitore di due Diapason d’oro discografici. Su personale invito di Claudio Abbado, ha occupato il posto di Primo clarinetto nell’Orchestra del Festival di Lucerna e nell’Orchestra Mozart. Guest Professor alla Juilliard School di New York e al Royal College of Music di Londra, ha fatto parte delle giurie di importanti concorsi internazionali per il suo strumento.

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia

Giovedì 20 dicembre ore 19.30 – venerdì 21 ore 20.30 – sabato 22 ore 18

Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Manfred Honeckdirettore

Alessandro Carbonare clarinetto

J. Strauss Il pipistrello: Ouverture

C. M. von Weber Concerto per clarinetto n. 1

C. M. Ziehrer Hereinspaziert! Valzer op. 518

F. von Suppé Poeta e contadino: Ouverture

A. Dvořák Rusalka: Suite