L’Ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

Indice articoli

I Masnadieri in forma semi-scenica

al Konzerthaus am Gendarmenmarkt per Berliner Operngruppe mercoledì 26 febbraio 2014 ore 20

Per il quinto anno di attività, i Berliner Operngruppe presentano, per la prima volta dopo vari decenni di assenza berlinese, I Masnadieri di Giuseppe Verdi. L'opera, in forma semi-scenica, sarà eseguita nella maestosa sala di Schinkel che domina la Gendarmenmarkt, il prossimo mercoledì 26, alle ore 20. Amore, giochi di potere e intrighi, ispirati all'omonima tragedia di Schiller, sono qui ripresi da Andrea Maffei per l'opera che Verdi compose per l' Her Majesty's Theatre di Londra. Il debutto avvenne il 22 luglio del 1847. Pur se quest'opera non vanta una presenza stabile nei cartelloni internazionali, i caratteri del genio verdiano sono già visibili e presagiscono i capolavori creati di lì a breve di lì a breve.

Il cast vocale annovera due giovani artisti di richiamo quali l'Amalia del soprano romeno Aurelia Florian (reduce dal successo parmense quale Amalia, riscosso al Festival Verdi 2013) ed il Carlo del tenore Xavier Cortes il quale, dopo aver solcato numerosi palcoscenici americani, approda al Konzerthaus dopo essersi già esibito sulla scena tedesca di Halle. Il celebre baritono messicano Alfredo Daza, solista di fama e memebro dell'ensamble della Staatsoper unter den Linden sarà invece Francesco. Il ruolo dell'infelice conte Massimiliano Moor sarà invece interpretato dal celebre basso italiano Francesco Ellero D'Artegna, già ospite dei Berliner Opergruppe in due occasioni verdiane: Oberto ed Attila. Stephen Chamber e Grigory Shkapura, entrambi allievi dell'Opera Studio della Staatsoper, sono rispettivamente Arminio e Moser ed a completare la locandina è previsto Raul Alonso nel ruolo di Rolla.

La regia è di Isabel Ostermann mentre il podio spetta, come di consueto, al direttore artistico Felix Krieger. Maestro del coro è Steffen Schubert e l'Orchestra ed il Coro saranno quelli dei Berliner Operngruppe.

Berliner Operngruppe

Il 2012 è l'anno in cui i Berliner Operngruppe si aggiudicano il prestigioso premio "365 Orte im Land der Ideen“. Il loro percorso si è avviato nel 2010 con Oberto di Giuseppe Verdi, proseguendo poi nelle stagioni successive con Maria di Rohan di Donizetti, Attila di Verdi (per tornare al cigno di Busseto) sino a giungere, lo scorso anno, ad un punta di diamante del belcanto qual è Beatrice di Tenda di Bellini. Quest'anno, tornando nuovamente al compositore più eseguito nella breve storia della compagnia berlinese, I Masnadieri celebrano il bicentenario dalla nascita del cigno di Busseto.

Fondati dal maestro Felix Krieger, giovane direttore di fama e carriera internazionale, i Berliner Operngruppe perseguono un obiettivo unico in Germania: riunire studenti, amatori e professionisti della musica dando vita ogni anno ad un'opera fuori repertorio. Il periodo di prove è all'insegna della massima vitalità, del perfezionamento artistico e dell'apprendimento che i meno esperti possono trarre dai più specializzati.

Giovani leve si accostano dunque ad artisti dalla carriera già avviata per dare vita ad una sinergia che ha come unico affinché ne risulti un prodotto di elevato profilo artistico.


Registrati e ricevi gli aggiornamenti

Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.