L’Ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

Nasce L'ape musicale

di Roberta Pedrotti

Lorenzo Da Ponte, nel 1789, decise di utilizzare come sottotitolo per libretto di un suo pasticcio una metafora destinata a una certa fortuna, se il nostro vulcanico abate arrivò a mettere in scena, fino al 1830, ben quattro diverse versioni sempre aggiornate della sua Ape musicale, ormai eletta a titolo effettivo del centone.

Abbiamo fatto nostra la metafora dell'ape che si muove sul pentagramma come il simpatico insetto fra i prati, senza disdegnare, passando di fiore in fiore, di toccare anche campi contigui a quello strettamente musicale. Ma l'ape è anche altro: una simbolo dell'operosità e del lavoro, una creatura utile in quanto impollinatore, produttore di miele, cera, pappa reale... Così ci piace pensare di far crescere la nostra rivista gradualmente e seriamente, con un lavoro basato sulla rigorosa professionalità non meno che sulla passione; ci piace pensare all'obbiettivo di contribuire a far fiorire le idee e di dare un contributo costruttivo e stimolante. Con la dolcezza del miele, paragonata da Lucrezio a quella del canto poetico, anche la medicina - o la dottrina - più aspra diviene piacevole. Ma l'ape ha anche un pungiglione, sa colpire all'occorrenza; non gratuitamente, non aggressivamente, ma puntualmente quando lo ritiene giusto.

Questo il simbolo. I fatti si costruiranno man mano su questo sito, per il quale abbiamo tante idee e tante firme in serbo, ma preferiamo dimostrare passo dopo passo con concretezza che spenderci in roboanti annunci. Vedrete crescere il sito e la redazione, sempre tenendo fede ai nostri principi.

Piuttosto, chiudendo questo preludio alla nostra Ape musicale, preferisco riservare un pensiero all'esperienza nella quale mi sono formata professionalmente e che ho condiviso con alcuni amici e colleghi che partecipano anche a questa nuova avventura: Gli amici della musica diretto da Athos Tromboni, che quindici anni fa mi suggerì d'intraprendere questa attività e mi ha guidata nel mio apprendistato di giornalista. Firmo il primo editoriale dell'Ape musicale con questa dedica, che estendo a tutte le persone che in qualche modo mi hanno aiutata e formata, sia con un'ispirazione e un sostegno, sia soprattutto con critiche e discussioni.


Registrati e ricevi gli aggiornamenti

Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.