L’Ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

Indice articoli

Fabrizio Festa

Compositore, direttore d’orchestra, Music Designer

Laureato in filosofia, con una tesi in Storia della Fisica dedicata alla meccanica quantistica, ha studiato con Ettore Ballotta presso il Conservatorio di Bologna, con Enrico Pieranunzi e Giancarlo Gazzani presso la Fondazione Siena Jazz e con Mal Waldron. Compositore e direttore d’orchestra le sue opere sono eseguite regolarmente in tutto il mondo e si è esibito nei maggiori teatri e festival. Attualmente dedica una parte rilevante della propria attività al Music e al Sound Design, dedicandosi anche alla ricerca nell’ambito della progettazione e della programmazione in ambiente DAW e crossmediale. Molto impegnato anche nell’attività divulgativa e di ricerca musicologica, ha pubblicato, tra l’altro, i saggi “Musica: usi e costumi” (Pendragon, Bologna, 2008) e “Musica. Suoni, segnali, emozioni” (Editrice Compositori, Bologna, 2009). E’ membro dell’Associazione Nazionale dei Critici Musicali. E’ direttore artistico del concorso Internazionale di Composizione “2 Agosto”. Docente di Conservatorio, insegna Composizione musicale elettroacustica al “Duni” di Matera, Composizione musicale applicata alle immagini al “Frescobaldi” di Ferrara e Ambienti esecutivi e di controllo per il live electronics presso il “Venezze” di Rovigo.

Vincenzo De Vivo

Vincenzo De Vivo è nato a Salerno nel 1957.

E’ autore dei libretti per opere di Michele Dall’Ongaro (Bach Haus, Roma, Teatro dell’Opera, 2000), Lorenzo Ferrero (Lontano dagli occhi, Festival di Asolo,1999; Mozart a Recanati, Jesi, Pergolesi Spontini Festival, 2006), Marco Taralli (Nûr, Festival della Valle d’Itria, Martina Franca, 2012), Lucio Gregoretti (Gli errori di Amadè, Terni, OperaInCanto, 2013), e della Cantata Passio et Resurrectio di Sergio Rendine (Chieti, Cattedrale, 2000).

Ha curato le versioni ritmiche di opere dal francese e dal tedesco: Pepito (Montepulciano, 1987; Firenze, Orchestra della Toscana, 1997), Croquefer e Monsieur Choufleury (Roma, Teatro dell’Opera, 1994) di Offenbach; Der Zigeunerbaron di J. Strauss jr. (in collaborazione con Patrizia Gracis; Trieste, Teatro Verdi, 1989); Histoire de Babar di Poulenc (Napoli, 1994); Bastien und Bastienne di Mozart (Lugo Opera Festival, 2005). Ha inoltre curato la versione da concerto de L’Arlesienne di Bizet (Bologna, Teatro Comunale, 2005), la ricostruzione della partitura de L’Ape Musicale di Lorenzo da Ponte (Jesi, Teatro Comunale, 2005) e di Die Theatralische Abenteuer di Goethe (Rennes, Opèra, 2005; Jesi, Pergolesi Spontini Festival, 2006).

É Direttore artistico del Teatro San Carlo di Napoli e dell’Accademia di Arte Lirica di Osimo.


Registrati e ricevi gli aggiornamenti

Vuoi sostenere L'Ape musicale?

Basta il costo di un caffé!

con un bonifico sul nostro conto

o via PayPal

 



 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.