L’Ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

Indice articoli

Rassegna di musica sotto le stelle

7 giugno – 6 luglio 2022

La brochure

Pianofortissimo&Talenti, tra le prime rassegne musicali nel poliedrico circuito di eventi promossi da Bologna Estate, saluta l’arrivo della bella stagione con un’attraente rosa di concerti, la migliore espressione della condivisa e rinnovata collaborazione tra Inedita e Bologna Festival.
Dal 7 giugno al 6 luglio 2022, con undici appuntamenti in programma, la rassegna riluce di colori e contrasti, là dove la musica classica, pur prevalente, cede il passo al jazz, al soul, ad anteprime di “note in libertà”, elaborazioni originali di menti creative e giovani mani talentuose.
Numerosi i debutti che accompagnano la rassegna di musica sotto le stelle Pianofortissimo&Talenti, pronta ad accogliere pianisti di ultima generazione, strumentisti e cameristi classici spesso vincitori di titaniche competition internazionali, senza trascurare i beniamini del dilatato pubblico dei follower che fanno anche della loro voce un must incantevole, di sicura presa sul pubblico. È la nuova generazione di artisti, talenti che coltivano con determinazione e straordinaria competenza la propria carriera concertistica, con tutto l’entusiasmo che dona loro la gioventù.
Pianofortissimo & Talenti 2022 è più che mai un Festival diffuso che alimenta la propensione alla scelta di luoghi storici come cornici della bella musica. Si va così dal Cortile dell’Archiginnasio alla Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio per Pianofortissimo, dal Chiostro duecentesco di Santo Stefano alla Chiesa di San Michele in Bosco per Talenti. Non manca uno sguardo al paesaggio metropolitano con un’escursione fuori porta, tra i più autentici e suggestivi angoli della Valle del Reno a Marzabotto, il pianoro su cui sorgeva oltre duemila anni fa l’antica Kainua, oggi Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria”.

PIANOFORTISSIMO 2022

Serata inaugurale di Pianofortissimo, giunto alla sua X edizione 2022, martedì 7 giugno, alle ore 20.30 in Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio, con un concerto evento per l’inconsueta “abiura” del cembalo a favore del pianoforte moderno. Una scelta audace e inconsueta perpetrata da uno dei più celebri organisti e cembalisti europei e nostro concittadino, Matteo Messori, che esternerà questo suo nuovo amore, esibendosi sulla tastiera dell’Erard del 1867, monumentale pianoforte e vera opera d’arte, tra ori in foglia e legni rari, unico nel suo genere. Mein lieber Bach, l’emblematico programma che verrà eseguito. Il Festival prosegue sabato 11 giugno, alle 21, a Marzabotto, dove i colori del tramonto e la quinta dei calanchi faranno da sfondo incomparabile alla musica e alla voce vibrante di una Sarah Jane Morris in Trio, che continua a stupire dopo oltre trent’anni di carriera, regina del jazz internazionale e interprete appassionata di ritmi soul e blues. Un’occasione imperdibile per trascorrere un fine settimana inusuale tra visite guidate all’area etrusca e al suo museo prima del concerto, a cui potrà seguire l’ascolto in anteprima dell’ultimo cd dell’intramontabile artista inglese.
Si torna nel Cortile dell’Archiginnasio, tradizionale sede di Pianofortissimo, mercoledì 15 giugno ore 21, per il debutto del diciasettenne Ruben Xhaferi, un talento della tastiera ancora sconosciuto ma sul quale sono riposte attenzione e certezze per le doti eccezionali che si dispiegano e accompagnano le sue esibizioni. Bellissimo il programma a Pianofortissimo con musiche di Beethoven, Liszt, Schubert-Liszt e Chopin. Sempre ospiti del Cortile dell’Archiginnasio, lunedì 27 giugno, alle 21, accoglieremo l’atteso debutto a Bologna (recuperato dopo due anni di pandemia) di Giorgi Gigashvili, in arrivo dalla Georgia e reduce da affermazioni personali a livello internazionale che lo pongono tra gli eredi più quotati dei grandi maestri del pianoforte. Domenico Scarlatti, Beethoven, Schumann, Brahms e Messiaen gli autori eseguiti nel suo esordio bolognese.
Nel nome un programma. Frida Bollani Magoni, diciasettenne pianista e cantante italiana è figlia d’arte: padre il pianista, Stefano Bollani e madre Petra Magoni, cantante e attrice. Proprio lei ha iniziato alla musica la bimba, scoprendo che riconosceva le note. Si apriva allora la strada verso un mondo che la giovane Frida Bollani sente oggi come “passione divorante”. “Quando suono - come ha affermato in una recente intervista - parto per il mio mondo. Sono libera e me stessa. Potrei avere successo e non averlo. Non cambierebbe nulla. La musica è la vita. Punto”. Il debutto di Frida Bollani Magoni, lunedì 4 luglio, alle 21, un’occasione imperdibile per godere del suo talento al pianoforte e della sua voce,frutto di una personalità forte e tenace, di rilievo particolare.
Pianofortissimo si chiude mercoledì 6 luglio, ore 21, con il debutto a Bologna di un’altra grande donna, pianista e compositrice, che fa della musica l’unità di misura del suo stesso esistere. Parliamo di Olivia Belli, “grande almeno quanto il suo connazionale Ludovico Einaudi” (citazione dello Schall Magazin, autunno 2021). Ascoltando la musica di Olivia Belli si scruta la propria anima, riscoprendo il rapporto mistico con ciò che ci circonda. È una musica alta quella che avremo occasione di ascoltare nel suo recital, per la prima volta sotto le Due Torri. In programma la presentazione del nuovo album Sol Novo, pubblicato nell’ottobre scorso da XXIM Records/Sony Music.

TALENTI 2022

Lunedì 13 giugno ore 21, nel Chiostro della Basilica di Santo Stefano, il primo dei Talenti di Bologna Festival: il clarinettista Kevin Spagnolo, un fuoriclasse, vincitore del prestigioso Concorso di Ginevra. Insieme al pianista Simone Rugani interpreta pagine di Schumann, Brahms, Reinecke, Bernstein, Lutosławski. Giovedì 16 giugno ore 21 – sempre nel Chiostro della Basilica di Santo Stefano, luogo d’elezione per la proposta cameristica “open air” di Bologna Festival – un violoncellista di eccezionale talento, Luca Giovannini, 22 anni, allievo di Mario Brunello, Gautier Capuçon e Giovanni Sollima. Tra i brani in programma, la Sonata “Arpeggione” di Schubert e la Sonata per violoncello di Debussy. Al pianoforte siede Martina Consonni, capace camerista che ritorna ospite della rassegna.
Per festeggiare la Giornata Mondiale della Musica, martedì 21 giugno ore 21, nella Chiesa di San Michele in Bosco, si ascoltano i giovani Solisti della Camerata Accademica, gruppo strumentale orientato al repertorio barocco e preclassico con prassi esecutive storicamente informate. Attingendo alla produzione di Corelli, Bach e Vivaldi impaginano un itinerario originale intorno ad un genere chiave della musica strumentale tra Sei-Settecento: la Sonata a tre. Giovedì 30 giugno ore 21, si torna nel Chiostro della Basilica di Santo Stefano per ascoltare il pianista Davide Ranaldi, vincitore dell’ambìto Premio Venezia. Per il suo debutto bolognese ha scelto un programma coerente e ragionato che si snoda lungo tre secoli di storia: Haydn, Chopin, Rachmaninov, Prokof’ev.
Martedì 5 luglio, sempre nel Chiostro di Santo Stefano, alle ore 21, un quartetto d’archi che si è già imposto all’attenzione del mondo musicale per la freschezza e la profondità delle sue interpretazioni: il Quartetto Eos. Con la brillantezza di suono che lo contraddistingue interpreta i Microludi di Kurtág, il Quartetto op. 51 n.2 di Brahms e uno dei più bei quartetti di Haydn, l’op.77 n.1.

SOSTENITORI

Bologna Festival 2022è realizzato con il sostegno di MINISTERO DELLA CULTURA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA, COMUNE DI BOLOGNA main partners ALFASIGMA, ILLUMIA golden partner GOLDEN GROUP supporters ALTERNATIVE-GROUP, BCC EMILBANCA, FONDAZIONE DEL MONTE DI BOLOGNA E RAVENNA, G.D, GRUPPO HERA participating partners BPER BANCA, CONFINDUSTRIA EMILIA AREA CENTRO, COOP ALLEANZA 3.0, FONDAZIONE BANCO S. GEMINIANO E S. PROSPERO, TECNOFORM, UNICREDIT, VALSOIA con il contributo di ASSINTEL, CONFCOMMERCIO ASCOM CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA, GALOTTI, PIR GROUP, STEFAUTO-STEFANELLI 1952, MARIA LUISA VACCARI, SOCI E AMICI DI BOLOGNA FESTIVAL partner tecnico ISOLANI MEETING media partners RAI RADIO3, RETE TOSCANA CLASSICA, ER CREATIVA, GIORNALE DELLA MUSICA.
Pianofortissimo 2022è realizzato con il patrocinio di MINISTERO DELLA CULTURA, REGIONE EMILIA ROMAGNA, COMUNE DI BOLOGNA, ACCADEMIA NAZIONALE DI AGRICOLTURA, CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA, CONFCOMMERCIO ASCOM CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA, CONSERVATORIO “G.B. MARTINI” DI BOLOGNA con il contributo di COMUNE DI BOLOGNA, FONDAZIONE DEL MONTE DI BOLOGNA E RAVENNA, in collaborazione con BANCA MEDIOLANUM Consulenti finanziari di Sasso Marconi, FELCARO, GENERALI ITALIA Agenzia di San Lazzaro di Savena, ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA, FONDAZIONE FORENSE BOLOGNESE, si ringrazia AL DI LÀ DEL FIUME Azienda Agricola Biodinamica, ROTARY BOLOGNA VALLE DEL SAVENA, UNIONE DEI COMUNI DELL’APPENNINO BOLOGNESE, COMUNE DI MARZABOTTO, MUSEO NAZIONALE ETRUSCO MARZABOTTO.

SERVIZI DI BIGLIETTERIA


Prevendita biglietti presso BOLOGNA WELCOME (Piazza Maggiore 1/E tel. 051 6583111) dal lunedì al sabato ore 9 - 18.

Acquisto online su www.vivaticket.it e su www.bolognafestival.it.

Il giorno stesso del concerto nelle rispettive sedi, a partire dalle ore 20, ad eccezione del concerto del 7 giugno in Cappella Farnese


Prezzo dei biglietti: € 15 intero – € 10 Giovani Under 35 (più maggiorazione di prevendita).

INFORMAZIONI

Bologna Festival 051 6493397 www.bolognafestival.it
Inedita per la Cultura www.ineditaperlacultura.com

SEDI DI CONCERTO

Cappella Farnese di palazzo D’Accursio (Piazza Maggiore 6 – Bologna
Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” (Via Porrettana Sud 13 – Marzabotto)
Cortile dell’Archiginnasio (Piazza Galvani 1 – Bologna)
Chiostro della Basilica di Santo Stefano (Piazza Santo Stefano – Bologna)
Chiesa di San Michele in Bosco (Via Pupilli 1 – Bologna)


 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.