L’Ape musicale

rivista di musica, arti, cultura

 

Indice articoli

La notte e il vento

di Susanne Krekel

Mathias Hausmann in recital a Monaco, per la stagione liederistica dell'ensemble del Gärtnerplatztheater, offre un interessante percorso nel genere della ballata

MONACO DI BAVIERA, 14 giugno 2022 - Al Gärtnerplatztheater, i membri del suo ensemble hanno regolarmente l'opportunità di presentare recital di Lieder, e questa sera l'appuntamento è stato con il baritono Mathias Hausmann. Ha scelto un programma tanto interessante quanto bello. Attraverso una scelta di ballate molto diverse e drammatiche, ha potuto seguire l'evoluzione del Lied, da Schubert e Liszt a Wolf e Mahler, e comprendere le differenze tra questi ultimi due, più o meno contemporanei.
Hausmann ci aveva già impressionato con la sua voce calda ed espressiva, il suo canto versatile e la sua energica presenza scenica e stasera non siamo rimasti delusi. Con la sua intonazione sottile ha riempito ogni parola di significato e sostanza e l'accompagnamento di Ekaterina Tarnopolskaja è stato altrettanto sottile e chiaro. Mathias Hausmann è stato la ragazza piena di paura e di morte rassicurante in Der Tod und das Mädchen di Schubert. E' il narratore, il padre, il figlio e il re degli elfi in Erlkönig, mentre Ekaterina Tarnopolskaja martellava il ritmo del galoppo e la vecchia storia, raccontata tante volte, ci ha affascinato di nuovo e come per la prima volta. E di sfuggita abbiamo pensato a Goethe e al suo rifiuto della composizione di Schubert.
Poi, la pianista ci ha incantato tranquillamente con due ballate di Brahms, aprendo la strada al melodramma Der traurige Mönch di Liszt, con la sua magnifica parte pianistica. Raramente sentiamo questo tipo di pezzo, in cui il cantante racconta la storia con la sua voce parlata, e abbiamo apprezzato ancora di più questa interpretazione di grande successo.
Dalla Svezia, dove si svolge questa storia, siamo poi passati in Spagna e Francia, e alla storia di Gastibelza, con un testo di Victor Hugo. La storia dell'uomo impazzito per la perdita della sua amata e i venti di montagna è immensamente drammatica con i suoi ritmi infuocati di bolero, e ancora una volta i due musicisti ci hanno lasciato senza fiato.
Un altro cavallo al galoppo e fiamme danzanti nella parte pianistica del Feuerreiter di Wolf, e dalla passione di Gastibelza si passa alla compassione nell'ultimo verso del poema di Mörike, lenitivo e consolante come la morte nella canzone di Schubert. Un altro testo di Mörike ci ha ricordato che il legno per la croce nella nostra tomba sta già crescendo da qualche parte, e ancora una volta il cantante ha trovato il tono giusto per la malinconia pensosa di questo canto. Con Rattenfänger di Wolf, su testo di Goethe, ci siamo spostati su uno stato d'animo più leggero e il recital si è concluso con tre Lieder di Mahler, basati su testi e melodie popolari, semplicemente adorabili e ingannevolmente semplici - la conclusione perfetta per un recital meraviglioso.


 

 

 
 
 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.